Falkensteiner Hotel


Falkensteiner Hotel

Falkensteiner Hotel: la storia

Nel 1957 Maria e Josef Falkensteiner, coppia altoatesina, decise di aprire una piccola pensioncina a Casteldarne, vicino Brunico: solo sette posti letto, compresi quelli offerti dalle stanze dei figli Andreas e Erich alloggiati nell’adiacente fienile, ma una grande passione da coltivare e la capacità di far sentire gli ospiti come a casa propria.
Così, già dagli inizi degli anni ’60, la spiccata vocazione per l’accoglienza e la grande voglia di crescere, hanno fatto sì che il piccolo Lido Ehrenburgerhof si trasformasse in un vero e proprio hotel  da 80 stanze, il primo in assoluto in Alto Adige ad offrire doccia e WC in camera (lusso copiato, dopo breve tempo, da molti altri).
E proprio Erich e Andreas, i  figli della coppia, furono chiamati a prendere in mano le redini dell’impresa alla morte del papà, nel 1978: i due, educati all’ospitalità sin da piccini, hanno saputo trasmettere l’amore per il loro mestiere e chi ha creduto in loro, ha avuto perfettamente ragione: due anni dopo infatti, ecco vedere la luce altri due hotel, il Falkensteinerhof di Valles e il Sonnenparadies di Terento.
Ormai l’ascesa è inarrestabile: vengono, negli anni successivi, inaugurate anche strutture cittadine (come a Vienna, Praga, Belgrado e Bratislava), e resort in comprensori sciistici di lusso, come in Carinzia. Ci si espande anche verso est e il mare, e le località interessate sono le più esclusive (e belle) della Croazia oppure, restando in Italia, Jesolo e la splendida baia di Capo Boi, in Sardegna.
Insomma: ben 32 strutture in 6 paesi rendono il gruppo tra i più importanti del settore alberghiero, sempre all’avanguardia nella proposta dei servizi, ma con l’anima calda ed ospitale di quella piccola pensione di Castedarne, nata ormai quasi 60 anni fa.

Falkensteiner Hotel: la filosofia

Chi soggiorna in un Falkensteiner Hotel avrà subito la sensazione di trovarsi nel luogo ideale per la propria vacanza; tutte le strutture sono infatti dotate di ogni comfort per permettere all’ospite di godere appieno della propria permanenza: in particolare i family hotel (che interessano a noi!), sono veramente a misura di bambino, con alcuni particolari derivati dal metodo montessori (come – nelle camere – maniglie e lavandini ad altezza baby o – al ristorante – il buffet per piccini sempre ad altezza “ribassata” per consentire loro la giusta indipendenza), senza far mai mancare l’enorme stanza giochi (con anche Falky, la mascotte, e il servizio miniclub, con giochi e attività per tutti) o l’area piscine con anche una zona ad uso e consumo dei piccoli. Mamma e papà troveranno nello staff dei Falkensteiner Hotel degli ottimi consiglieri per escursioni, gite, itinerari (e non è raro, soprattutto in montagna, trovare il direttore della struttura che accompagnerà personalmente gli ospiti a scoprire il territorio, organizzando percorsi ad hoc) e, di ritorno dalle camminate, un meraviglioso centro wellness (fiore all’occhiello del gruppo) li accoglierà per il giusto relax defaticante dopo un’intensa giornata.

Falkensteiner Hotel: le nostre esperienze

babyTrekking è sempre alla ricerca di strutture da testare e consigliare e i Falkensteiner Hotel rappresentano il connubio perfetto tra family, active e wellness hotel: tra le belle alpi (in Italia e all’estero) sono davvero molte le strutture (ecco l’elenco) pronte ad accogliere tutti i bimbi amanti delle montagne (assieme a mamma e papà naturalmente) e a  guidarli, attraverso anche programmi appositamente studiati, alla scoperta della natura. Dal nostro primo incontro è stato subito amore!

.
Falkensteiner Hotel Sonnenalpe NassfeldFalkensteiner Hotel Carinzia

Cristallo KatschbergClub Funimation Katschberg