Da Monte Pana a Saltria in inverno: facile passeggiata adatta a tutti

Saltria - Saltner Schwaige

La Val Gardena regala paesaggi incomparabili. Incastonata tra Sassolungo, Sassopiatto, Sella e Odle è, a livello paesaggistico, forse una delle più belle delle Dolomiti. In inverno offre tantissime escursioni per scoprirla, su neve battuta e adatte anche alle famiglie con i bambini: oggi vi accompagniamo a scoprire l’escursione che collega Monte Pana a Saltria, congiungendola così con la fantastica Alpe di Siusi.

  • Località di partenza: Monte Pana – Hotel Cendevaves
  • Parcheggio: alla località di partenza (varie soluzioni, a pagamento)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Monte Pana Parkplatz
  • Mezzi utilizzati: ciaspole o ramponcini – strada battuta
  • Tempo medio: due ore circa andata – due ore ritorno
  • Difficoltà: facile – medio
  • Dislivello: 210 metri – Monte Pana m. 1629 – punto più alto (Plan de Cunfin) m. 1834 – Saltner Schwaige m. 1727
  • Ritorno in slittino: NO
  • Tipologia di percorso: classica forestale battuta in salita sino a Plan de Cunfin e poi in discesa sino a Saltner Schwaige e Saltria

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Saltria e Saltner Schwaige: come arrivare e da dove partire

Per arrivare al nostro punto di partenza bisognerà salire con la macchina sino a Monte Pana da Santa Cristina. La strada è abbastanza stretta per cui valutate bene se ve la sentite di percorrerla.

Grossi problemi non ce ne sono naturalmente (è sempre ben pulita anche in inverno), ma vi sono anche alternative: i mezzi pubblici o la seggiovia. Verificate quale soluzione fa al caso vostro!

Prezzi seggiovia Monte Pana:

  • adulti: a/r 16 euro
  • bambini: a/r 12 euro

Indicazioni parcheggio Google Maps: Monte Pana Parkplatz

Saltria - Saltner Schwaige
Il bellissimo panorama su Sassolungo e Sassopiatto verso Saltria e Saltner Schwaige

Per arrivare a Saltria dal Monte Pana ci vogliono due ore su strada battuta, percorsa anche dagli skibus

Arrivati sul Monte Pana dovremo portarci nei pressi dell‘Hotel Cendevaves: da lì infatti parte il nostro sentiero, quello che ci condurrà senza fatica e in paio d’orette sull’Alpe di Siusi.

Monte Pana
Si parte nei pressi dell’Hotel Cendevaves sul Monte Pana
Monte Pana
Si cammina splendidamente nel bosco
Saltria - Saltner Schwaige
La vista lungo il sentiero è bellissima

La strada che calcheremo noi (contrassegnata col numero 30) è anche percorsa dagli skibus che fanno la spola da qui a Saltria. Ma non preoccupatevi: ne passano davvero pochissimi e non sarete certo disturbati dal transito.

L’itinerario inizia in leggera salita offrendo un colpo d’occhio meraviglioso sul Sassolungo. Che non ci abbandonerà mai: ci gireremo infatti intorno e presto vedremo pure il Sassopiatto, ora celato.

Saltria - Saltner Schwaige
Splendidi giochi di luce lungo il percorso
Saltria - Saltner Schwaige
Le indicazioni sono sempre presenti

Le ciaspole non sono necessarie, ma i ramponcini sono da avere. Si superano 200 metri di dislivello

Il fondo è sempre battuto (poiché, come abbiamo visto, transitano gli autobus) per cui le ciaspole non sono necessarie. Però valutate l’eventuale utilizzo di ramponcini, qualora vi fossero tratti ghiacciati.

Saltria - Saltner Schwaige
Il Sassolungo ci osserva dall’alto
Saltria - Saltner Schwaige
La via è sempre battuta

Attraverso un bosco meraviglioso si cammina senza troppa fatica. Il dislivello da superare è poco più di 200 metri: il punto più alto della passeggiata è infatti Plan de Cunfin (m. 1834) dove il territorio della Val Gardena ci abbandona in favore di quello di pertinenza dell’Alpe di Siusi.

Mano a mano che camminiamo possiamo godere di stupendi scorci. La neve ci avvolge e il panorama è davvero fantastico! I chiaroscuri creati dalla luce che filtra tra i rami è davvero magico.

Saltria - Saltner Schwaige
La salita al Plan de Cunfin è la più tosta di tutta la passeggiata
Saltria - Saltner Schwaige
Siano sull’Alpe di Siusi e si vede lo Sciliar

La passeggiata invernale dal Monte Pana a Saltria è molto facile e adatta alle famiglie

In circa un’oretta saremo pronti per affrontare l’ascesa finale al Plan de Cunfin, la più tosta senza dubbio dell’intero itinerario. Pian piano che salite però voltatevi ad ammirare il Sassolungo: qui è davvero scenografico e molto maestoso.

Saltria - Saltner Schwaige
Che panorama dal Plan de Cunfin!
Saltria - Saltner Schwaige
Si inizia a scendere verso Saltria
Saltria - Saltner Schwaige
Una vista eccezionale

Una volta in cima, troveremo il bivio per il Rifugio Zallinger. Difatti qui abbiamo due possibilità: continuare in salita lungo il segnavia 531 che, appunto ci condurrebbe al Rifugio Zallinger e Baita Williams oppure optare per la comoda discesa sino a Saltner Schwaige.

Ovviamente nessun dubbio: proseguiamo sul sentiero 30 per Saltria e Saltner Schwaige, come da nostra prima intenzione!
Ora la fatica è definitivamente alle spalle. Infatti perderemo costantemente quota (circa 100 metri) sino ad arrivare a destinazione. Siamo a metà strada: godiamoci la vista stupenda che, qua e là, ci si para dinanzi.

Saltria - Saltner Schwaige
Il sole ci riscalda un pochino
Saltria - Saltner Schwaige
Il fondo è battuto e la pendenza molto ben affrontabile
Saltria - Saltner Schwaige
Però… Sassolungo e Sassopiatto sono favolosi

Per fermarsi a mangiare nei pressi di Saltria vi consigliamo assolutamente Saltner Schwaige, poco frequentata

Ormai anche lo Sciliar è visibile e ci accompagnerà sino alla meta. Ad un certo punto noteremo gli alberi diradarsi: siamo giunti ormai nel pressi di Saltria.

Saltria - Saltner Schwaige
Eccoci ormai arrivati a Saltria – Saltner Schwaige!
Saltria - Saltner Schwaige
Finalmente Saltner Schwaige… Ci aspetta una mangiata super

Ma noi vogliamo assolutamente fermarci un pochino prima di scendere sino giù: ci aspetta infatti la stupenda e bucolica Saltner Schwaige (m. 1727), baciata dal sole e con una terrazza meravigliosa.

Le baite dell’Alpe di Siusi, in inverno, sono generalmente abbastanza affollate poiché si trovano tutte lungo le piste da sci, direttamente sul comprensorio. Saltner Schwaige invece è molto più tranquilla e, proprio per questo, la nostra preferita. E che pranzi!

Saltria - Saltner Schwaige
C’è anche un piccolo parco giochi per i bimbi
Saltria - Saltner Schwaige
Saltner Schwaige è generalmente meno frequentata delle altre baite sull’Alpe di Siusi

Per tornare al Monte Pana da Saltria si può anche utilizzare lo skibus e il costo è di 3 euro

Questo è il posto ideale dove fermarsi e godere della bellezza delle montagne. C’è anche un grazioso parco giochi che, in caso di poca neve, potrà certamente essere utilizzato. Ma anche solo sedersi e guardare tutt’intono è sublime.

Saltria - Saltner Schwaige
Non manca nemmeno una vista top sulle Odle
Saltria - Saltner Schwaige
Qui ci può rilassare alla grande

Noi ci fermiamo qui ma nulla vieta di proseguire ancora un pochino per Saltria che, ormai, si trova a circa 10 minuti di strada. Troverete però un po’ più di caos e forse faticherete a trovare posto in una malga per mangiare. Una buona idea per il pranzo può essere il Tirler (m. 1743) distante circa 20 minuti ma spesso pieno perché proprio alla fine della pista che scende dal Rifugio Zallinger.

Se foste poi stanchi (o magari i bambini) potrete anche optare per tornare al Monte Pana in bus: la fermata si trova proprio vicinissima a Saltner Schwaige e il costo è di 3 euro a persona (ticket acquistabile anche direttamente dal conducente).

Saltria - Saltner Schwaige
Il Sassopiatto con… Panna montata
Saltria - Saltner Schwaige
Il panorama è spettacolare
Saltria - Saltner Schwaige
Si può comunque scegliere di scendere sino a Saltria

Saltner Schwaige: orari d’apertura e informazioni utili

Saltria
Itinerario per Saltria – Geoflyer Europe 3D Maps

Dove dormire in Val Gardena vicino al Monte Pana

Senza dubbio Santa Cristina offre molte sistemazioni. Ma quella del cuore, per noi, è il Family Hotel Posta: ci andiamo da anni e siamo super affezionati. In posizione strategica per la seggiovia del Monte Pana (si arriva a piedi) e quindi per lo sci, vanta camere accoglienti, un miniclub organizzatissimo con tante attività e una SPA perfetta.

Si mangia poi davvero benissimo: ogni volta che veniamo qui non vediamo l’ora di sederci a tavola! L’accoglienza è top: Elisabeth, la proprietaria, è sempre presente come un angelo custode e dà indicazioni perfette per vivere la vacanza al meglio.

In più, in inverno, è attivo il servizio navetta: l’autista dell’hotel infatti vi accompagnerà gratuitamente all’inizio di qualsiasi passeggiata a Santa Cristina. Non serve quindi nemmeno muovere la macchina!

Per saperne di più: leggi prezzi e servizi

Family Hotel Posta
La stupenda piscina del Family Hotel Posta

Altre escursioni interessanti in Val Gardena e Alpe di Siusi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.