Steinzgeralm: lo spettacolo del lago di Anterselva dall’alto

Steinzgeralm

Conoscete il lago di Anterselva? È uno dei gioielli dell’Alto Adige, splendidamente posto ai piedi di altissime montagne (le Vedrette di Ries) e verdi pascoli. Vi si può tranquillamente camminare attorno (anche col passeggino) e, volendo, pure farci il bagno! Ma l’avete mai ammirato dall’alto? E allora serve proprio effettuare questa splendida gita: a Steingeralm la vista è davvero unica. Venite con noi e ne rimarrete incantati!

  • Località di partenza: Huber Alm
  • Parcheggio: alla località di partenza (enorme, a pagamento)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Parkplatz Huber Alm
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino da trekking non possibile)
  • Tempo medio: due ore circa andata – un’ora e 45 minuti ritorno
  • Difficoltà: facile – medio
  • Dislivello: 260 metri – Huberalm m. 1631 – Steinzgeralm m. 1891
  • Tipologia di percorso: forestale pianeggiante da Huber Alm a Enzian Hutte, poi sentiero nel bosco in leggera salita e poi ascesa abbastanza ripida finale nuovamente su forestale

Steinzgeralm: come arrivare, dove parcheggiare e da dove partire

Per arrivare al nostro punto di partenza non dovremo fare altro che seguire tutta la lunga strada che percorre interamente la Valle di Anterselva sino ad arrivare al centro biathlon, che vedremo sulla sinistra.

Poco oltre (sulla destra invece), l’ingresso al parcheggio a pagamento: un addetto vi verrà incontro per riscuotere il dovuto. Se trasportaste disabili muniti di tagliando, la sosta sarà gratuita.

Indicazioni parcheggio Google Maps: Parkplatz Huber Alm

Lago di Anterselva
Per arrivare a Steinzgeralm ci costeggia il lago di Anterselva

Per la passeggiata a Steinzgeralm si deve costeggiare lo stupendo lago di Anterselva

Una volta spento il motore, saremo pronti per iniziare la nostra escursione. Dovremo percorrere poche decine di metri per guadagnare il meraviglioso lago di Anterselva: in nemmeno 5 minuti saremo infatti già arrivati, pronti per ammirarne la stupenda bellezza dai colori variopinti.

Lago di Anterselva
In pochi minuti, dal parcheggio si arriva al lago di Anterselva
Lago di Anterselva
Le indicazioni sono sempre presenti

E qui dobbiamo subito scegliere che strada vogliamo intraprendere: dobbiamo infatti giungere dall’altra parte delle rive, presso Enzianhutte. Possiamo quindi optare per percorrere la sponda occidentale oppure orientale: non vi è una via migliore, solo quella che vi ispira di più… Tanto l’altra potremo comunque tenercela per il ritorno!

Noi decidiamo di non cambiare direzione ma di mantenerci sul sentiero che stiamo già percorrendo. Il lago di Anterselva è quindi alla nostra sinistra e ci incamminiamo facilmente in mezzo al bosco, abbandonando la strada asfaltata che abbiamo calcato poc’anzi.

Lago di Anterselva
Per arrivare a Steinzgeralm si può camminare lungo una qualsiasi delle due sponde
Lago di Anterselva
Lungo l’itinerario si incontrano anche dei giochi!

La prima parte di itinerario conduce dal lago di Anterselva a Enzianhutte, prima della salita per Steinzgeralm

E così il favoloso paesaggio ci darà la possibilità di essere contemplato in tutta il suo splendore. Da non perdere la meravigliosa spiaggetta poco prima che la mulattiera cominci a salire… Che colori, che fascino!

Lago di Anterselva
La spiaggetta ci offre un panorama davvero spettacolare

Sì perché, dopo circa 20 minuti dall’inizio dell’itinerario il percorso, da pianeggiante, inizierà la sua ascesa. Ma attenzione: non dobbiamo scegliere il segnavia “almenweg” che ci indica la nostra meta, Steinzgeralm, a 50 minuti. O almeno, potremmo anche farlo, ma sarebbe molto faticoso e poco panoramico.

Quindi continuiamo lungo il “giro del lago” e saliamo leggermente. Qui incontreremo anche alcune installazioni che ci permettono di conoscere meglio flora e fauna locali, con anche qualche piccolo gioco! Certamente manna dal cielo per i bimbi che, invece della vista superlativa, si potranno godere momenti ludici.

Lago di Anterselva
Lago di Anterselva
Lago di Anterselva

Per completare l’itinerario per Steinzgeralm ci vogliono almeno 2 orette e 260 metri di dislivello 

In ogni caso, nessuna fatica: in breve riperderemo quota per arrivare proprio a Enzian Hutte (m. 1650) dove una buona merenda non ce la può togliere nessuno.

Enzianhutte
Ed eccoci alla deliziosa Enzianhutte, dove si mangia benissimo
Enzianhutte
Enzianhutte può essere un’ottima tappa prima di dedicarsi alla salita

Ad Enzian Hutte (anche detto Rifugio Genziana) troviamo anche la regolamentazione semaforica per salire a Passo Stalle (infatti vi si può accedere solo a senso unico alternato con la macchina —-> maggiori info sulla viabilità su www.anterselva.net) e anche un grande parcheggio (verso il lago) per chi volesse saltarsi tutta la prima parte di escursione.

Noi invece proseguiamo felici, sempre tra gli alberi. Anche qui dobbiamo tralasciare un’altra deviazione (direttissima e pendentissima) per Steinzgeralm seguendo le indicazioni per Passo StalleStaller Alm. Il bosco regala giochi di luce meravigliosi e anche il borbottante torrentello ci tiene compagnia!

Steinzgeralm
Riprendiamo dunque la strada, stavolta lungo un bel sentierino
Steinzgeralm
Meravigliosi giochi di luce nel bosco
Steinzgeralm
Una deliziosa frescura durante le giornate più calde

Fino a Enzian Hutte la strada è pressoché pianeggiante, poi si inizia a salire 

La pendenza aumenta un pochino, anche perché dobbiamo ancora superare oltre 200 metri di dislivello. Ad un certo punto sbucheremo proprio nei pressi della carreggiata che conduce a Passo Stalle: infatti, il sentiero che sale al passo, prende un’altra direzione mentre noi dovremo seguire finalmente per Steinzgeralm ottimamente segnalata, anche con fotografie.

Steinzgeralm
Si cammina tranquillamente ai piedi degli alberi
Steinzgeralm
E poi ritroviamo la forestale, ultimo tratto dell’ascesa

La tempistica è di 25 minuti: un po’ ottimistica coi bambini, ma sappiate che non ci metteremo più di 45 minuti, pur andando pianissimo. Volendo, qui c’è un ultimo parcheggio per evitarsi tutta la strada e riservarsi l’ultimo pezzetto ma…, no non ne vale la pena. Il panorama è talmente bello che vale tutto il tempo speso!

L’itinerario riprende quindi ad essere una forestale e, dopo una discesa breve, ecco che ci farà subito capire che qui bisogna faticare un pochettino. In inverno questa è una super divertente pista da slittino e quindi, necessariamente, un po’ ripida deve essere. Ma il giusto, non temete.

Steinzgeralm
Steinzgeralm
Steinzgeralm

A Steinzgeralm non si arriva col passeggino perché c’è un tratto sconnesso da fare nel bosco

Le alte Vedrette di Ries sono sempre più belle: ci troviamo al cospetto anche del Parco Nazionale degli Alti Tauri. Sì perché l’Austria è praticamente a due passi e la sua più grande area montana protetta lambisce il confine con l’Italia.

Steinzgeralm
La salita è pendente ma non troppo impegnativa
Steinzgeralm
Ci troviamo a ridosso del Parco Nazionale Alti Tauri

E quindi, salendo salendo con anche qualche opportuna pausa, alla fine la nostra via effettuerà una curva. Eccoci, siamo praticamente arrivati! Infatti, dopo qualche decina di metri, si parerà dinanzi a noi l‘inconfondibile sagoma di una casetta. Benvenuti a Steinzgeralm!

Steinzgeralm (m. 1891) sorge in magnifica posizione con vista eccelsa sulle Vedrette di Ries e sul lago di Anterselva, proprio sotto. Provate a salire per qualche metro sopra la malga e il panorama che ammirerete non lo dimenticherete di certo.

Steinzgeralm
Eccoci finalmente arrivati a Steinzgeralm!
Steinzgeralm
Steinzgeralm è di una bellezza veramente rara

Steinzgeralm offre un panorama meraviglioso sul lago di Anterselva

L’anfiteatro roccioso è qualcosa di spettacolare. Vale proprio la pena salire fin qui per contemplarlo! Così come vedere il blu cobalto del lago sotto… Una visuale alternativa che vi consigliamo con tutto il cuore.

Steinzgeralm
Altissime montagne tutto intorno a noi
Steinzgeralm
E che panorama da Steinzgeralm

Naturalmente qui possiamo fermarci a mangiare qualche ottimo piatto tipico (che profumino che arriva dalla cucina) o anche assaggiare una fetta di strudel, o ancora solo bere un dissetante succo di mela per poi consumare il pranzo al sacco accomodati nel prato. Tutte saranno ottime scelte!

Dopo aver fatto il pieno di meraviglia e bellezza, saremo pronti per rientrare. E anche qui abbiamo diverse possibilità:

  • scegliere l‘almenweg e rientrare al primissimo bivio che abbiamo visto dopo circa 20 minuti dall’inizio della passeggiata
  • tornare sui nostri passi e giungere a Enzian Hutte e percorrere la sponda del lago di Anterselva che non abbiamo visitato all’andata
Steinzgeralm
Intorno a Steinzgeralm tanti prati dove riposarsi
Steinzgeralm
Chi volesse continuare verso altre mete, può farlo

Per tornare al punto di partenza si può percorrere l’Almenweg

La prima opzione è naturalmente quella che ci permettere di concludere l’escursione in meno tempo, poiché il rientro al parcheggio sarò velocissimo. La seconda invece è quella che vi suggeriamo, anche perché un luogo così bello merita davvero tutto il nostro tempo.

Steinzgeralm
Esplorare i dintorni di Steinzgeralm è una ottima idea
Steinzgeralm
Un ultimo sguardo a Steinzgeralm prima di rientrare

Scendiamo quindi lungo la forestale dell’andata e col sentiero nel bosco poi per riguadagnare Enzian Hutte. Da qui, proseguiamo ancora verso il lago per arrivare a Platz Am See (m. 1650) altro ristoro affacciato direttamente sulle rive: ecco, qui preparatevi a incontrare parecchia gente.

Se a Steinzgeralm non c’era quasi nessuno, sulle rive del lago incapperete in una “quasi” folla. Nulla di paragonabile al lago di Braies, ma faticherete forse a trovare un fazzoletto di terra libero.

Lago di Anterselva
Ritorniamo al lago ed ecco le indicazioni “Rundweg”
Lago di Anterselva
Assolutamente rilassante riposarsi sulle sue spiaggette

Oppure si può percorrere la sponda opposta del lago di Anterselva, dove si può anche fare il bagno

Perché molte persone arrivano qui, specialmente nelle belle giornate, proprio per rilassarsi e fare il bagno: non volete provare? Almeno i piedini? Beh, nessun problema: riprendiamo quindi il cammino verso Huber Alm e il parcheggio, godendoci un panorama completamente diverso da quello dell’andata al mattino, ma egualmente meraviglioso.

Così, in un’oretta scarsa, torneremo al punto di partenza, pronti per scoprire qualche altra perla della Val Pusteria.

Lago di Anterselva
Si prosegue quindi sulla sponda opposta per rientrare al parcheggio
Lago di Anterselva
Il lago di Anterselva regala sempre emozioni intense

Steinzgeralm: orari di apertura, contatti e informazioni utili

Steinzgeralm
Itinerario per Steinzgeralm – Geoflyer Europe 3D Maps

Altre idee interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

due × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.