Escursione invernale a Wurzeralm, nel cuore della Val Ridanna

Wurzeralm

Vi abbiamo già parlato tante volte di quanto sia bella la Val Ridanna. E non solo: assieme alle zone limitrofe (Vipiteno, Racines) è senz’altro una delle aree che più possono stupire se si sceglie di trascorrere una vacanza lontana dal caos, senza Dolomiti ma con montagne dall’indubbio fascino. Proprio per questo oggi vi portiamo con noi a fare una deliziosa escursione invernale a Wurzeralm: siamo certi che, ancora una volta, non potrete non innamorarvi di questo piccolo angolo di paradiso.

  • Località di partenza: Gasse – Entholz
  • Parcheggio: Obere Gasse (medio – gratuito)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Gasse Parkplatz
  • Mezzi utilizzati: ramponcini – neve battuta
  • Tempo medio: due ore circa andata – un’ora e mezza ritorno
  • Difficoltà: medio
  • Dislivello: 400 metri – Entholz m. 1438 – Wurzeralm m. 1822
  • Ritorno in slittino: SI
  • Tipologia di percorso: forestale ben battuta sempre in leggera salita

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Wurzeralm: come arrivare, da dove partire e dove parcheggiare

Per arrivare al nostro punto di partenza, è necessario salire in Val Ridanna e, successivamente, superare i vari piccoli abitati sino a raggiungere Ridanna.

Superato l‘Hotel Plunhof, dobbiamo voltare a sinistra in direzione dell’Hotel Taljorgele e, successivamente, oltrepassarlo. Continuiamo quindi ancora per poco e, al primo bivio, si gira a sinistra, raggiungendo così il parcheggio nei pressi di un grande edificio adibito a stalla.

Attenzione: arrivare presto alla mattina poiché l’area sosta non è grande e si riempie in fretta

Wurzeralm
Il nostro punto d partenza a Gasse: una favola

Per salire a Wurzeralm in inverno, la strada è battuta e si parte da Gasse, sopra Ridanna

Una volta posteggiata la nostra autovettura, iniziamo la piacevole passeggiata: la via è battuta nei periodi d’apertura di Wurzeralm, per cui non ci si può proprio sbagliare. Imbocchiamo così il segnavia 25 che, largo e tranquillo, inizialmente perde addirittura un po’ di quota.

Wurzeralm
Si parte in leggera discesa su strada battuta
Wurzeralm
La direzione è inequivocabile

La passeggiata è la medesima che abbiamo già testato in estate, ossia il giro delle malghe della Val Ridanna: Wurzeralm, Kerschbaumeralm e Joggelealm. La via, in inverno, è tracciata sino a Wurzeralm e, dopo, bisogna procedere con le ciaspole o gli sci da alpinismo… Vedremo se proseguire quando saremo arrivati.

Pian piano quindi, dopo il leggero declivio, si inizia a salire. La pendenza è sempre molto lieve e non vi sono mai punti difficili o impegnativi. Anzi, qua e là gli alberi (che cingono il sentiero) si diradano, permettendo ampie vedute sulla Val Ridanna sino Vipiteno.

Wurzeralm
Qua e là gli alberi lasciano intravedere un panorama incredibile
Wurzeralm
Gli scorci sono veramente super

Wurzeralm: si superano circa 400 metri di dislivello in circa 2 ore

Durante i mesi freddi il percorso è spesso in ombra, in quanto il sole non riesce a sorgere da dietro il Sasso di Mareta, che domina il territorio. Poco male, così non si corre il rischio di sudare troppo!

Wurzeralm
In inverno, spesso il sole non sorge da dietro il Sasso di Mareta
Wurzeralm
Qua e là però, qualche raggio lo si incrocia!

I raggi però illuminano in maniera sublime l’altro versante della valle, con le Cime di Telves e il Monte Cavallo: lo spettacolo è davvero assicurato! E, nelle giornate particolarmente limpide, lo sguardo può spingersi sino al Gran Pilastro e le vette della Zillertal.

Così, alternando il panorama sul fondovalle e sul Sasso di Mareta, piano piano (senza nemmeno accorgerci) supereremo i quasi 400 metri di dislivello. Dovremo sempre seguire per Aussere Wurzeralm, ma è impossibile sbagliarsi: la via che calchiamo è l’unica battuta.

Wurzeralm
L’itinerario è sempre semplice e mai troppo pendente
Wurzeralm
Alla fine però… Ecco che spunta Wurzeralm

Wurzeralm è aperta in inverno e si può mangiare. Il panorama è sublime

Tornate dopo tornante, ecco che infine l’inconfondibile sagoma di una casetta comparirà dinanzi ai nostri occhi: siamo arrivati! E il panorama da Wurzeralm (m. 1822) è assolutamente incredibile. Si domina tutta Vipiteno e gran parte della Valle Isarco.

Wurzeralm
Il panorama da Wurzeralm è davvero meraviglioso
Wurzeralm
Wurzeralm è aperta in inverno e si può mangiare

Wurzeralm è aperta in inverno e quindi il consiglio è assolutamente di fermarsi e mangiare. Se però non foste stanchi (e le condizioni della neve lo permettessero) potreste anche decidere di proseguire per mezz’oretta sino a raggiungere anche Kerschbaumeralm.

Se sin qui però la via è battuta dal gatto e quindi molto facilmente affrontabile, oltre non è così. La via è tracciata solo dagli escursionisti, per cui è necessario munirsi di ciaspole per non affondare (e conseguentemente faticare parecchio).

Wurzeralm
Sino Wurzeralm la via è battuta dal gatto delle nevi
Wurzeralm
Volendo, si può continuare verso Kerschbaumeralm, ma con le ciaspole

Con le ciaspole invece, si può raggiungere anche Kerschbaumeralm, chiusa in inverno

Dopo un primo tratto nel fitto bosco, si aggira la collinetta e… Oh meraviglia! Kerschbaumeralm compare sulla cima della piccola altura e tutt’intorno possiamo ammirare la Val Ridanna (sottostante) baciata dal sole, così come la vallata in cui ci troviamo.

Kerschbaumeralm
Poco dopo, ecco comparire la meravigliosa Kerschbaumeralm
Kerschbaumeralm
Kerschbaumeralm è però chiusa in inverno e non vi sono possibilità di ristoro

Kerschbaumeralm (m. 1900) è chiusa in inverno, per cui non c’è alcuna possibilità di ristoro. Però vale senz’altro la pena spingersi sin qui per ammirare la gran bellezza del paesaggio e ascoltare il suono dei passi che calpestano in candido manto.

Dopo una doverosa pausa inondati dai caldi raggi, si sarà pronti per rientrare a Wurzeralm: ora la via è tutta in discesa e in nemmeno venti minuti saremo arrivati. Giusti giusti per goderci un ottimo pranzo a base di piatti tipici nella calda stube: cosa c’è di meglio?

Kerschbaumeralm
Il panorama da Kerschbaumeralm è veramente emozionate
Kerschbaumeralm
Un incanto di neve e sole
Kerschbaumeralm
Vie invernali riservate però agli esperti con gli sci

Da Wurzeralm si scende in slittino lungo la pista naturale

Dopo aver mangiato, ora ci tocca la discesa verso Ridanna. Che si può fare in due modi. O classicamente a piedi in circa un’ora e trenta (anche meno) oppure con lo slittino. Indovinate quale vi suggeriamo?

Kerschbaumeralm
Si rientra poi verso Wurzeralm per mangiare
Wurzeralm
E che mangiata!

Lo slittino però non si può prendere a Wurzeralm: bisogna già averlo con sé al momento della salita. In Val Ridanna però non temete, troverete senz’altro un buon noleggio dove riconsegnarlo poi a fine giornata (il negozio Sepp’s si trova proprio presso la sciovia di Gasse).

E via! In men che non si dica quindi ritornerete al parcheggio, godendovi un’emozionante avventura tra gli alberi ma con scorci paradisiaci. E senza nessuna fatica. Pronti per la prossima esplorazione in questo magnifico territorio.

Wurzeralm
Da Wurzeralm si può scendere con lo slittino

Wurzeralm: orari di apertura, contatti e informazioni utili

Wurzeralm
Itinerario per Wurzeralm – Geoflyer Europe 3D Maps

Altre idee interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.