Baby Jogger City Elite, il perfetto passeggino da trekking

Baby Jogger City Elite, il passeggino perfetto per il trekking

La scelta del passeggino da trekking per le gite in montagna è sempre molto importante (visti anche i costi!), per cui oggi cercherò di darvi la mia opinione sul Baby Jogger City Elite, studiato apposta per i terreni accidentati, per essere un valido aiuto nel caso stiate meditando l’acquisto. Se avete bisogno d’altre informazioni, scriveteci!

Innanzitutto un po’ il nome inganna: City Elite infatti non è un passeggino da città, tutt’altro! Le sue grandi tre ruote (quella davanti piroettante, ma facilmente bloccabile con una levetta) da 30,5cm con cuscinetti a sfera sigillati consentono il transito anche sui terreni più impervi, e vantano un’ammortizzazione eccellente: seppur in condizioni fondo sconnesso, sono riuscita a far dormire entrambi i miei bimbi (e si sa che i bimbi adorano il “traballìo, chissà perchè!)

Baby Jogger City Elite, il passeggino perfetto per il trekking

Come tutti i passeggini sportivi, non è un peso piuma e la stazza è abbondante: siamo appena sotto ai 12kg; però la chiusura brevettata Quick-Fold Technology ad una mano (unica al mondo), unita ad un rapidissimo sgancio di tutte e tre le ruote, consente una maneggevolezza davvero fuori dal comune ed una compattezza mai vista: per trasportarlo in vacanza, tutto smontato, ingombra poco e lascia quindi spazio alla miriade di altri oggetti che, con figli piccoli, è necessario portare. Reinserire tutto poi è davvero un gioco da ragazzi, perchè è ad incastro e dei sonori “clac” fanno capire che si è agito nel modo corretto.

La seduta è decisamente ampia e si reclina quasi a 180° con un semplice sistema “a zainetto” in pochissimi secondi; la cappottina parasole è molto grande e ed avvolgente, mentre il poggiagambe sollevabile fa sì che durante i sonno il comfort sia assicurato al 100%; il maniglione è regolabile in diverse posizioni ed è dotato di freno, per una sicurezza ancora maggiore su pendii particolarmente impegnativi. Dal momento che è esclusivamente fronte-strada, sulla cappottina è presente un’oblò  che fa sì che si possano sbirciare le attività del cucciolo mentre si passeggia.

In dotazione viene fornita un marsupio (aperto) da montare tra il manubrio e la cappottina, nella quale possiamo facilmente tenere a portata di mano gli oggetti di maggior uso, mentre il cestello è abbastanza capiente e si riescono a trasportare una buona quantità di cose (copertina, ombrello, giochini…); non è incluso ahimè nè il telo parapioggia, nè la barra anticaduta, che sono da acquistare a parte.

Baby Jogger City Elite, il passeggino perfetto per il trekking

In definitiva, direi che è veramente un buon mezzo: la cosa che più preferisco è il freno “a mano”, che davvero aiuta in caso di discese ripide…testato sull’impegnativo sentiero dal Rifugio Scotoni, devo ammettere che si è comportato egregiamente, evitandoci molta fatica. Posso confermare che è davvero perfetto per il trekking!

Altre idee interessanti

12 pensieri su “Baby Jogger City Elite, il perfetto passeggino da trekking

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Ciao Antonio! Guarda, noi abbiamo acquistato il passeggino nel giugno 2014 e lo pagammo 599 euro, onestamente non saprei dirti se i prezzi siano o meno scesi ma secondo me online lo puoi trovare anche a meno! Altri passeggini simili ce ne sono, dipende cosa è per te più importante: se lo utilizzi principalmente per il trekking, non puoi prescindere dall’avere il freno sul maniglione che, a parer mio, in alcuni sentieri è assolutamente essenziale (e sicuro). Se l’utilizzo sarà principalmente su sterrato ma prevalentemente in piano, allora la gamma senz’altro si amplia…Dimmi tu, e vedo di darti qualche consiglio!

  1. Giovanni dice:

    Ciao,a partire da quale età è utilizzabile? Sto cercando qualcosa che possa essere utilizzabile da 3/4 mesi (sterrato piano) da sfruttare poi anche per gite più impegnative. Grazie mille in anticipo!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Guarda, in genere tutti i produttori di passeggini raccomandano dai sei mesi in avanti. Il City Elite è quasi completamente reclinabile (non è 180 gradi ma poco ci manca) però 3/4 mesi mi pare un po’ piccolino per metterlo già in passeggino (tieni presente che la seduta è abbastanza larga, per cui “ballerebbe” al suo interno. Puoi eventualmente valutare il city Elite ma montare, per ora, un ovetto con gli adattatori magari!

  2. Eliana dice:

    Ciao! Ho visto che questo passeggino è ottimo per il trek, ma per il resto risulta comunque maneggevole? Ne sto cercando uno abbastanza versatile da usare anche in città nei parchi e al mare. La mia preoccupazione è che risulti troppo pesante e ingombrante.
    Grazie Eliana

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Ciao Eliana! Allora, il passeggino è un “taglia forte” nel senso che non è di sicuro uno compatto, ma occupa il suo spazio. Però quando lo chiudi (e togli le ruote) entra tranquillamente in un bagagliaio medio senza problemi. La chiusura a una mano è senz’altro un gran plus, io l’ho trovata sicuramente comoda e, decisamente migliore di tanti altri passeggini. E’ molto maneggevole: io, oltre che in montagna, l’ho usato anche qui in città (dove vivo) e mi sono sempre trovata bene: le ruote grandi sono state utili anche sul pavè e sui marciapiedi dal manto non sempre uniforme. Io lo consiglio, soprattutto se hai in mente di utilizzarlo anche in montagna, dove sicuramente fa la differenza.

  3. Serena dice:

    Ciao! Adoro il tuo blog, fantastica!! Sono alla ricerca di un passeggino da trekking essendo una amante della montagna (nascerà a maggio), ma ho un dubbio: non è meglio il marsupio o uno zaino? Sono molto indecisa xkè ho paura che poi non sfrutterei il passeggino e andrei solo di zaino.. Consigli? Grazie mille!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Ciao! Quando sono molto piccoli puoi usare il marsupio ergonomico per portarli con te in montagna. Ce ne sono di diverse marche, puoi provarne qualcuno per capire quale per te sia meglio. Lo zaino si usa dopo che riescono a stare correttamente seduti (quindi a partire dai 6/7 mesi in avanti), assolutamente non prima. Per il passeggino dipende da che uso pensi di farne: io l’ho utilizzato moltissimo (è comodo per far dormire i bimbi oppure per farli mangiare), soprattutto quando sono un po’ più pesantini o magari hanno voglia di scendere spesso e provare a camminare da soli (e lì il passeggino diventa una mezzo da usare solo all’occorrenza). Fammi sapere e congratulazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.