Ammirare il foliage d'autunno: coi bambini all'Oasi Zegna

Ammirare il foliage d’autunno: coi bambini all’Oasi Zegna

Quando l’estate cede il passo all’autunno meravigliose cose accadono: gli alberi si svestono per aspettare di imbiancarsi e così le foglie cadono dai rami, creando delle tavolozze di colori che sembrano uscite dalla sapiente mano di un pittore. Dal giallo all’oro, dal bronzo all’ocra… Sicuramente questa è la stagione più variopinta e affascinante! Dove ammirare quindi questo spettacolo naturale? Di luoghi ce ne sono moltissimi, ma noi vogliamo portarvi in uno davvero d’eccezione: l’Oasi Zegna, in provincia di Biella, a poco più di un’ora e mezza d’auto da Milano. Venite con noi?

Avete mai sentito parlare dell’Oasi Zegna?
Si tratta di un progetto fortemente voluto dall’imprenditore tessile Ermenegildo Zegna che, innamorato della sua terra natia e grande amante della natura, ha voluto creare qui un parco naturale (accessibile a tutti senza costo alcuno) che potesse essere specchio della bellezza di questi luoghi. Incastonata tra Trivero e la Valle Cervo, si estende per ben 100 kmq e aspira ed essere un’area ideale per famiglie coi bimbi, che possano quindi trovare qui pace e relax, nonché divertirsi e imparare i segreti del bosco.

Quale migliore occasione allora dell’autunno, che veste gli alberi nei torni dal marrone al viola, regalando riflessi che mai più si dimenticheranno?

Proprio per questo sono state pensate diverse attività e passeggiate guidate dedicate ai più piccini: camminando tra gli alti fusti si potranno imparare i cicli naturali, il perché cadono le foglie (e, attraverso i workshop dedicati, anche capire che impiego possano avere nell’ecosistema) e cosa abbiano da raccontarci pini, abeti e larici, quali storie, quali fantasie…

Ammirare il foliage d'autunno: coi bambini all'Oasi Zegna

Proprio per soddisfare la curiosità dei più piccini e la loro fame di sapere, Oasi Zegna ha organizzato ben 3 giornate completamente votate alla scoperta dei colori autunnali del foliage: 1- 8 – 15 ottobre. Non mancherete, vero? Noi siamo stati proprio il primo ottobre a camminare nel Bosco del Sorriso, una delle zone più particolari (resa ancor più affascinante dalla fitta nebbia): qui infatti è stato studiato e ideato un percorso che aiuti a ritrovare l’energia e l’armonia col proprio corpo. Sì perché é bene sapere che è stato appurato che le piante emettono campi elettromagnetici i quali, interferendo con quelli da noi prodotti, possono migliorare il nostro stato fisico e mentale. Non male no? E non si tratta di magia, ma di scienza: tutto è infatti monitorato dal particolare metodo Bioenergetic Landscape ideato dal prof. Marco Nieri, pioniere italiano della tecnica di utilizzare consapevolmente il potere terapeutico della natura.

Quindi se già avevamo la sensazione che camminare facesse bene, ora ne abbiamo la certezza!
Nel Bosco del Sorriso, dicevamo, è stato allestito un particolare percorso lungo quasi 5 km e prettamente ad uso delle famiglie, che lo possono percorrere anche con passeggino: ben 3 suggestive aree sosta aspettano poi i più piccini con grandi libri in legno di cedro per poter leggere le favole che tanto piacciono, ispirate alle piante più presenti e certamente maggiormente riconoscibili. Inoltre, disseminati lungo l’itinerario si ergono dei totem che raccontano le peculiarità delle varie tipologie di alberi (faggio, abete bianco, abete rosso, larice, pino…) e dai quali è possibile apprendere anche curiosità e addirittura aneddoti.

Ammirare il foliage d'autunno: coi bambini all'Oasi Zegna

Ma ovviamente non è finita qui: nel pomeriggio delle medesime date sono stati previsti anche degli interessanti laboratori per tutta la famiglia, ispirati ai principi dell’educazione montessoriana, dal titolo “Le foglie diventano ali“. Ecco quindi i tre appuntamenti:

  • 1 ottobre – “Sfogliare il Primo Libro delle Foglie“, età 4/8 anni: dopo una bella passeggiata nel bosco (presso la Conca dei Rododendri,  a Cascina Caruccia) per raccogliere foglie e tutto quanto presente nel sottobosco, si è realizzerà un “libro delle foglie” personalizzato e plasmato secondo la propria inclinazione
  • 8 ottobre  – “Il paesaggio RI-Suona8/13 anni: i ragazzi, presso Casa Zegna , potranno creare delle composizioni sonore utilizzando registrazioni effettuate direttamente nell’Oasi Zegna, per comporre un brano musicale completamente naturale
  • 15 ottobre – “Siamo fatti di foglie?6/10 anni: a Cascina Caruccia si imparerà il ciclo della vita del fogliame che, con la sua caduta dai rami, è parte essenziale incredibilmente anche della vita dell’essere umano. Successivamente poi i bambini potranno utilizzarle per trasformarle in veri personaggi delle favole, donando loro una seconda vita

Noi abbiamo partecipato al primo ed è stato davvero bello vedere i visini dei bimbi attenti e interessati nello scoprire le varie forme dei semini (che daranno poi vita ai fiori e agli alberi) e, successivamente, andare a cercarli nel bel bosco rosso della Conca dei Rododendri… Poi, con le foglie, i rametti, le castagne (e quante ce ne sono) hanno potuto realizzare un vero e proprio libretto (colla e pennarelli alla mano) che, portato a casa, mostreranno sicuramente orgoglioso ai loro amichetti di asilo e scuola.

Se poi si volesse conoscere la storia della famiglia Zegna allora non si potrà che recarsi a visitare la mostra museale allestita all’interno di Casa Zegna (nel centro del paese di Trivero): dalla fondazione della maison da parte del capostipite Ermenegildo (passando poi per i suoi figli e nipoti e arrivando sino ai giorni nostri con i nipoti) alla creazione dell’impero per finire con la ricerca costante della qualità. L’industria infatti non è leader del mercato solo per la raffinatezza e qualità dei propri capi, ma anche per il desiderio costante di migliorarsi, scoprendo e utilizzando sempre nuove fibre che possano rendere unici i propri prodotti. E mettere le manine nella morbidissima lana merino, lasciarsi accarezzare dal soffice cachemire beh… Per i bambini non ha prezzo!

Insomma: Oasi Zegna si candida a diventare uno dei punti di riferimento per le famiglie coi bambini tra Lombardia e Piemonte, offrendo sia tanti sentieri didatticipercorsi tematici che workshop volti all’insegnamento del rispetto per la natura e all’apprendimento dei suoi cicli, delle sue stagioni e di quanto di bello abbia da offrire. Sul sito www.oasizegna.com/it  sono naturalmente presenti tutte le informazioni in dettaglio, per poter programmare al meglio la propria esperienza.

Ammirare il foliage d'autunno: coi bambini all'Oasi Zegna

Se durante l’autunno ci sono così tanti avvenimenti… Aspettiamo solo di scoprire cosa ci riserveranno l’inverno e la prossima primavera!

 

Post realizzato in collaborazione con Oasi Zegna

Altre idee interessanti

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someone

Comments

    • andrea
    • 12 ottobre 2017
    Rispondi

    ..e cogliere le castagne per la prima volta assieme con i piccolini.. non ha prezzo! Bella giornata!

    1. Azzurra
      • Azzurra
      • 12 ottobre 2017
      Rispondi

      Concordo! Bello tutto, poi stare coi bimbi all’aria aperta non ha prezzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *