Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

Cosa c’è di più bello che fare una breve passeggiata assolutamente panoramicissima e poi lanciarsi, come ricompensa, in un’adrenalinica discesa in slittino su una pista nuova di zecca, completamente dedicata? Beh, allora la salita allo Gitschhutte fa per voi: da Nesselhutte, punto d’arrivo della cabinovia che parte da Maranza (sopra Rio di Pusteria) si salirà sino al panoramico rifugio e, una volta rientrati, ecco che la discesa a valle avverrà con un velocissimo slittino lungo ben 6 km di tracciato. Pronti per questa nuova avventura?

  • Località di partenza: Nesselhutte
  • Parcheggio: alla partenza degli impianti Gitschberg di Maranza (molto grande, gratuito)
  • Mezzi utilizzati: ciaspole in caso di molta neve, altrimenti scarponi da montagna
  • Tempo medio: trenta minuti circa
  • Difficoltà: facile
  • Dislivello: 100 metri – Nesselhutte m. 2117 – Gitschhutte m. 2210
  • Tipologia di percorso: costante salita

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Dopo aver parcheggiato la nostra autovettura nell’amplissimo parcheggio degli impianti di risalita di Maranza (e aver noleggiato lo slittino) , subito saliamo sulle cabine che, in men che non si dica, ci trasporteranno sino ai 2117 metri di Nesselhutte, splendida baita baciata dal caldo sole che qui risplende per ben 300 giorni all’anno.

L’altopiano ove sorge Maranza infatti (all’inizio della Val Pusteria sopra Rio, poco lontano da Bressanone) e, conseguentemente le sue montagne, sono rivolti a sud e sono senz’altro l’ideale per una vacanza all’insegna del bel tempo: spesso infatti quassù si è al di sopra delle nuvole e un cielo che più azzurro non si potrebbe accompagna gli escursionisti e gli sciatori.

Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

E anche per noi è stato così: da Nesselhutte infatti abbiamo prontamente iniziato la nostra passeggiata verso Gitschhutte, che è già visibile, dirigendoci verso il Klein Gitsch (m. 2262) e ammirando i pendii innevati del Kleinberg; sotto di noi Zassler Hutte (m. 2050), raggiungibile però solamente con le ciaspole.

La salita comincia, non molto impegnativa regalandoci, alle nostre spalle, un paesaggio davvero incredibile: da qui infatti la vista spazia a ben 180 gradi sulle Dolomiti e, nei giorni particolarmente limpidi, non è raro poter riconoscere le cime più note. Lo Sciliar, il Sassolungo e il Sassopiatto, il Latemar… E sono solo le prime che riusciamo a vedere perché, poco più avanti, lo spettacolo sarà ancor più bello!

Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

Pian piano quindi ci alziamo di quota e ci sembrerà di andare dritto dritto verso la montagna… E invece no, giacché una curva ci consente di cambiare completamente direzione con, ora, dinanzi ai nostri occhi lo splendore delle montagne altoatesine. E, poco sopra, ecco una panchina: chi non desidererebbe fermarsi e sedersi per fare il piano di tranquillità e relax?

Difatti non si potrà avanzare senza dedicare qualche minuto alla contemplazione: con i bimbi non sarà proprio semplicissimo ma ne varrà la pena, soprattutto sarà interessante tentare di indovinare le varie vette che ora sono davvero tutte pronte per mostrarsi a noi. E quindi: alla nostra sinistra la Val Pusteria sino a Brunico e oltre mentre, oltre ai già citati Sassolungo, Sassopiatto, Sciliar e Latemar, ecco comparire il Sass de la Crusc, il Sass de Putia, le Odle, il Seceda e addirittura il Civetta! Una vista impareggiabile, che davvero riesce a mozzare il fiato.

Manca ormai poco per arrivare allo Gitschhutte, solo l’ultima salita; di fianco a noi ecco gli sciatori intenti nel loro sport preferito lanciarsi in temibili discese: noi invece tiriamo dritto, certi di arrivare ormai in men che non si dica a destinazione.

E Gitschhutte (m. 2210) è ormai conquistato!
Dalla sua terrazza panoramica si può continuare ad ammirare la bellezza del paesaggio regalandosi anche un bagno di sole oppure anche gustando una buona merenda o delizioso piatto tipico; in estate è meta di molte famiglie coi bimbi data la facilità d’accesso e il grazioso parco giochi (ora innevato). Da qui si potrebbe (secondo il proprio grado di preparazione e certamente senza bambini) proseguire sino alla sommità dello Gitschberg (m. 2510) dove la vista potrebbe spaziare addirittura a 360 gradi anche sulle Alpi austriache dello Zillertal… Insomma, certamente una zona ad alto tasso di spettacolarità!

Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

Dopo esserci ristorati e riposati a dovere, sarà il momento di tornare verso Nesselhutte per regalare ai bimbi la favolosa esperienza della discesa in slittino: proprio nel corso dell’inverno 2018 infatti è stata inaugurata la nuovissima pista che scende verso la Mittelstation (stazione intermedia della cabinovia), congiungendosi così a quella (già esistente) che da lì riconduceva a Maranza e allungando il percorso totale a ben 6 chilometri.

6 chilometri di tracciato assolutamente favoloso, disegnato dapprima per arrivare a Pichlerhutte (m. 1918) e poi via verso valle, passando dall’apertissimo panorama verso le montagne circostanti al bosco e infine nuovamente al paesaggio dolce e bucolico di Maranza. Per poi ovviamente ritornare agli impianti e ripeterlo: non si vorrà certo farlo una volta soltanto, no?

Gitschhutte: coi bambini sullo Gitschberg e discesa in slittino

La pista parte proprio di fianco alla stazione di monte della cabinovia ed è inibita a chiunque non sia provvisto di slittino (no sciatori, no pedoni): un’ulteriore sicurezza per godersi la discesa in tutta tranquillità. E allora via! Sino a rientrare a valle. Chi arriverà per primo?

Informazioni utili:

  • dove noleggiare lo slittino? Noi ci siamo serviti di Sport Peppi proprio sotto alla partenza della cabinovia Gitschberg e ci siamo anche fatti consegnare i caschetti per i bimbi; il prezzo del giornaliero è di 12 euro
  • dove metto lo slittino per fare la passeggiata? Una volta caricato sulla cabinovia e portato sino in cima, si può tranquillamente chiedere al personale degli impianti di custodirlo sino al momento di iniziare la discesa
  • e lo skipass? I babies al di sotto degli 8 anni non pagano in caso di contestuale acquisto di uno da parte di mamma o papà. E’ sempre opportuno consultare il sito www.riopusteria.it per i dettagli e le promozioni in corso
  • chi può utilizzare la pista da slittino? Tutti naturalmente: basterà avere con sé il mezzo di trasporto (noleggiato o proprio)!

Altre idee interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.