Lago di Pianozes: col passeggino sopra Cortina tra le Dolomiti d'Ampezzo

Lago di Pianozes: col passeggino sopra Cortina tra le Dolomiti d’Ampezzo

Intorno a Cortina, la regina delle Dolomiti, c’è un mondo che aspetta solo di essere scoperto: passeggiate, laghi… Tutto naturalmente fattibile assieme ai nostri bimbi! E così oggi Teresa, autrice della rubrica Trekking a 6 zampe, ci accompagna ad esplorare queste splendide zone, camminando facilmente tra boschi e prati sino ad arrivare al pittoresco lago di Pianozes.

Incastonato tra le Dolomiti Ampezzane e il verde dei boschi di abete, il piccolo lago di Pianozes è un gioiello che vale la pena visitare per una passeggiata in famiglia. Un luogo tranquillo ed affascinante, dove ricaricare le energie godendosi un po’ di relax immersi nella natura.

  • Località di partenza: località Campo di Sopra, frazione di Cortina
  • Parcheggio: in prossimità della chiesetta di San Candido
  • Mezzi utilizzati: passeggino da trekking
  • Tempo medio: 30 minuti + ulteriori 10 minuti per il giro del lago
  • Difficoltà: facile
  • Dislivello: 50 metri – Campo di Sopra m. 1143, lago di Pianozes m. 1181
  • Tipologia di percorso: strada asfaltata carrabile. Inizia pianeggiante poi in lieve salita fino al lago. In alcuni punti il giro del lago è difficoltoso con passeggino per via del fondo sconnesso.

Situato a 1181 metri sul livello del mare, il lago di Pianozes dista circa 6 chilometri da Cortina d’Ampezzo ed è raggiungibile tranquillamente a piedi e con il passeggino: ci si può infatti arrivare sia con una passeggiata di circa un’ora direttamente dal centro di Cortina oppure, come noi, lasciando l’automobile a Campo di Sopra seguendo la strada che porta al Rifugio Croda da Lago (mezz’oretta circa in lieve salita).

Lago di Pianozes: col passeggino sopra Cortina tra le Dolomiti d'Ampezzo

Partiti da Campo di Sopra, abbiamo attraversato tutto il paesino sino alla località Campo di Sotto da dove, in prossimità del torrente Boite, partono diversi sentieri come quella che conducono anche al lago Federà o al lago d’Ajal, fino alla Malga Fedarè, Rifugio Croda da Lago e al Rifugio Pezie de Parù. Noi, che già conosciamo bene i dintorni per aver già percorso il grazioso sentiero che, proprio da Campo di Sopra conduce sino alla passeggiata pedonale più famosa delle Dolomiti (il celeberrimo Corso Italia di Cortina), decidiamo di rilassarci con una camminata facile e remunerativa: ci dirigiamo quindi verso il lago Pianozes.

La strada è davvero molto semplice: si tratta infatti di una carrabile asfaltata immersa nel bosco con una lieve pendenza che non dà nessun problema, quasi totalmente in ombra e quindi molto adatta anche nei pomeriggi più caldi d’estate. Qui anche i più piccolini potranno provare a muovere i primi passi, generando molta soddisfazione nei genitori e imparando ad assaporare il profumo della montagna!

Lago di Pianozes: col passeggino sopra Cortina tra le Dolomiti d'Ampezzo

Dopo una leggera salita iniziale, in circa 30 minuti di piacevolissima camminata arriviamo al laghetto e subito ci sembra di essere finiti in una fiaba. Quello che più colpisce di questo luogo è varietà di sfumature di verde delle acque che si mischiano con i colori dei boschi che lo circondano a 360°, davvero incantevole. Oltre le fronde degli alberi, fanno capolino le cime dei Monti Pallidi e si riescono ad intravedere le Tofane e il Gruppo del Sorapiss, la perfetta cornice per questo posto da cartolina.

Sulle rive del lago è possibile sostare al Ristorante Lago Pianozes, che offre cucina tipica e una meravigliosa terrazza panoramica, oppure fare una merenda veloce al chiosco più avanti. Sulle sponde sono presenti anche alcune panchine per chi volesse consumare il proprio pranzo al sacco.

Lago di Pianozes: col passeggino sopra Cortina tra le Dolomiti d'Ampezzo

La calma e la tranquillità di questo luogo avranno sicuramente un influsso positivo su tutti i bimbi che, certamente, cadranno in un profondo sonno (come il nostro Lorenzo), lasciando la possibilità a mamma e papà di godersi un po’ di relax e tranquillità prima di dedicarsi alle attività ludiche (e studiare anche i prossimi itinerari in questo contesto paesaggistico davvero incredibile).

Altre idee interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.