posti da cartolina sulle Dolomiti da vedere coi bambini

Venti posti da cartolina sulle Dolomiti da vedere coi bambini

Che le Dolomiti siamo montagne piene di fascino è assolutamente fuori discussione… Che offrano poi panorami da cartolina anche: ma sapete che moltissimi fra quelli maggiormente fotografati e conosciuti sono anche facilmente (più o meno) raggiungibili anche dalle famiglie coi bambini? Ecco allora una breve carrellata sui più belli, secondo noi: se ne avete altri da aggiungere non esitate, saremo felicissimi di conoscere nuovi magnifici luoghi!

  1. Tre Cime di Lavaredo

Impossibile non riconoscerle: sono il simbolo delle Dolomiti e ce le invidia tutto il mondo! La classica vista immortalata dai migliori fotografi è possibile dal Rifugio Locatelli, in Alto Adige, raggiungibile in circa un’ora e mezza dal Rifugio Auronzo di semplice passeggiata quasi pianeggiante. Si passa dal Rifugio Lavaredo, dal quale inizia l’unico tratto di salita maggiormente impegnativa (breve però) sino all’omonima forcella: la meraviglia del contesto vale sicuramente la fatica spesa!

Tre Cime di Lavaredo

2. Baita Segantini

La meravigliosa Baita Segantini è raggiungibile sia dalla Val Venegia che da Passo Rolle; da qust’ultimo la salita è molto facile e possibile addirittura (con un po’ di fatica) in passeggino. Quello che però ammirerete una volta arrivati sarà incantevole: le Pale di San Martino si offrono a noi in maniera sublime e il Cimon (noto anche come Cervino delle Dolomiti) troneggia splendido svettando verso il cielo. Quanti picnic poi sarà possibile fare sulle sponde del grazioso laghetto!

La bellezza delle Pale col passeggino: baita Segantini

3. Lago di Carezza

Nessuna fatica per ammirare lo splendido lago in Val d’Ega celebre, oltre che per la sua bellezza, anche per la famosa leggenda che lo lega alla ninfa Ondina e allo stregone di Masarè, suo innamorato. Dal parcheggio ci vorranno meno di cinque minuti per raggiungerlo ma una vita per dimenticarlo: nelle sue acque si dice risplenda l’arcobaleno spezzato dallo stregone  folle d’amore e effettivamente i riflessi che il Latemar offre specchiandosi sono davvero incredibili.

Lago di carezza

4. Le Odle

La Val di Funes è una delle più belle laterali della Valle Isarco e le Odle il suo simbolo: Geisleralm e Malga Casnago, ai loro piedi, offrono un paesaggio talmente bello da meritare ore e ore di sosta. Si possono raggiungere da Malga Zannes sia lungo la facile forestale oppure servendosi dell’Adolf Munkel Weg transitando da Glatschalm: due passeggiate abbastanza lunghe ma poco impegnative e decisamente remunerative dal punto di vista paesaggistico.

Coi bambini in Val di Funes: il giro delle malghe sotto le Odle

5. Lago di Braies

Anche qui nessuna fatica: dal parcheggio retrostante ci vorranno meno di cinque minuti per raggiungere il lago più fotografato e celebre delle Dolomiti. Certamente la sua fama non è causale: la Croda del Becco che precipita le sue scoscese pareti nelle limpide acque da sempre regala un paesaggio fiabesco e, in tempi più recenti, la fiction “A un passo dal cielo” ha contribuito a rendere ancor più noto questo piccolo angolo di paradiso. Sarà bellissimo anche compiere il periplo del lago oppure spingersi facilmente sino alla Malga Foresta, altro luogo da sogno.

Giro del lago di Braies coi bambini: ad un passo dal cielo
Lucienne Champ – licenza Creative Commons

6. Rauchhutte

L’Alpe di Siusi è uno dei luoghi più magici delle Dolomiti, contornata da montagne pazzesche e ideale per facili passeggiate in famiglia. Rauchhutte è uno dei rifugi più semplicemente raggiungibili, anche con passeggino: la vista meravigliosa su Sassolungo e Sassopiatto saprà soggiogare chiunque! Mentre i bimbi si svagheranno giocando al delizioso piccolo playground, mamma e papà avranno modo di gustare un buon piatto tipico o un bucolico picnic davvero panoramico.

Rauchhutte, Alpe di Siusi a portata di passeggino (e che panorami!)

7. Val Venegia

La Val Venegia è sicuramente una delle più belle valli trentine, splendidamente ubicata ai piedi delle Pale di San Martino: percorribile tranquillamente in passeggino (almeno sino al Campigol della Vezzana, prima dell’ascesa a Baita Segantini), è un paradiso per le famiglie e, specialmente, per i bambini. Il torrente Travignolo infatti si presterà a mille avventure e i lussureggianti prati inviteranno a sereni picnic. Una volta andati non si vedrà l’ora di tornare!

Val Venegia, col passeggino in paradiso

8. Val Fiscalina

Luis Tenker, noto alpinista del secolo scorso, l’ha definita la valle più bella del mondo: chi siamo noi per dissentire? La Val Fiscalina, laterale della notissima Val Pusteria, accoglie le famiglie con il suo sconfinato splendore, dato dalle cime che compongono la celeberrima Meridiana di Sesto (cima Nove, Dieci, Undici, Dodici e Una). In passeggino si arriva facilmente sino al Rifugio Fondovalle in circa un’oretta, dove un bellissimo parco giochi aspetta tutti i più piccini.

Val Fiscalina

9. Hagneralm

Il Catinaccio è una delle montagne simbolo della Val d’Ega: Hagneralm è uno dei punti privilegiati per ammirarlo in tutta la sua maestosità. Si parte da Passo Nigra e in circa due ore di facile camminata (fattibile anche con passeggino) si raggiunge la meta: la baita, nota anche per la produzione di formaggio, è ideale per le famiglie e per i bimbi, che troveranno anche tanti giochi e animali di cui fare la conoscenza.

Col passeggino ad Hagneralm, la malga più bella di fronte al Catinaccio

10. Malga Ces

Facilmente raggiungibile anche con passeggino da San Martino di Castrozza (ma anche, per i più pigri, direttamente in automobile), offre un panorama pazzesco sulle Pale nonché verdi prati su cui fermarsi a fare un picnic e un delizioso parco giochi per i più piccini. A breve sarà anche disponibile, realizzato dal proprietario, un sentiero dedicato ai diversamente abili da poter percorrere interamente in carrozzina, affinché tutti possano godere delle favolose meraviglie offerte dalla valle. Poco sotto, un pittoresco laghetto nel quale si riflettono le Pale: assolutamente da non perdere!

Malga Ces

11. Lago Sorapis

E’ forse il più noto dei laghi di montagna delle Dolomiti Bellunesi e un motivo ci sarà: nelle sue acque turchesi si specchia il Dito di Dio, regalando un paesaggio che definire fiabesco è poco… Da vedere assolutamente una volta nella vita! Contrariamente agli altri luoghi, il lago Sorapis (e il vicino Rifugio Vandelli) sono più difficili da raggiungere a causa di tre tratti attrezzati (da Passo Tre Croci), sebbene non impegnativi. Da valutare secondo e proprie attitudini abitudini di camminata, soprattutto con i bambini.

Sorapis

12. Rifugio Fuciade

La conca di Fuciade, tra Val di Fassa e Agordino, è una delle più belle delle intere Dolomiti: partendo dal Passo San Pellegrino, in un’oretta abbondante (anche con passeggino) si giungerà all’omonimo Rifugio, meta ogni estate di migliaia di visitatori. Il panorama idilliaco verso le Pale di San Martino, le bianche cime retrostanti di Cima Uomo, i verdissimi e sterminati prati e i masi meravigliosi: ingredienti ottimi per una ricetta panoramica dal risultato assicurato.

Tutti a Fuciade col passeggino!

13. Lago di Misurina

Non ha bisogno di presentazioni il magnifico panorama sul Sorapis con, dinanzi, il lago di Misurina: anch’esso legato ad una delle più famose leggende dolomitiche, è accessibile direttamente in automobile. Sarà altresì splendido poter passeggiare tutt’intorno e fermarsi magari in qualche prato lontano dalla strada: la magia di questo luogo vi avvolgerà, regalandovi deliziose sensazioni.

https://www.babytrekking.it/rifugio-locatelli-cime-di-lavaredo-passeggino/

14. Cinque Torri

Dal Rifugio Scoiattoli (raggiungibile tranquillamente in seggiovia da Bai de Dones) si gode di una vista incomparabile sui più famosi monoliti delle Dolomiti, a ridosso della conca di Cortina d’Ampezzo. La passeggiata può proseguire sino all’omonimo Rifugio Cinque Torri per poi completare il percorso ad anello scendendo vero il punto di partenza, attraversando magnifici prati e boschi con vista sulle Tofane, anch’esse celeberrime montagne del bellunese.

Cinque Torri

15. Sattler Schwaige

Oltre a Sassolungo e Sassopiatto, l’Alpe di Siusi è dominata dalla piatta mole dello Sciliar che, un tempo, si diceva abitato dalle streghe. Che sia vero o meno resta un mistero: certamente il suo fascino è innegabile e una passeggiata alla Sattler Schwaige (fattibile anche con passeggino) consentirà d’ammirarlo in tutta la sua meravigliosa possenza. Gli ampi prati e pascoli assicureranno divertimento ai più piccini e relax a mamma e papà.

Malga Sattler Schwaige, col passeggino sull'Alpe di Siusi

16. Rifugio Salei

Il Gruppo del Sella è uno dei più riconoscibili e famosi di tutte le Dolomiti: i punti per ammirarlo sono molteplici ma, se  incapperete in una giornata limpida, dal Rifugio Salei (raggiungibile da Passo Sella anche in passeggino) la vista è assolutamente mozzafiato. Ideale punto d’appoggio per famiglie, vanta un parco giochi di tutto rispetto e amplissimi prati ove riposare e godere del fantastico paesaggio.

Da Passo Sella al Rifugio Friedrich August, col passeggino tra stupendi panorami

17. Rifugio La Crusc

Salendo dai prati dell’Armentara (che già, da soli, meritano una visita) in circa due orette si arriverà facilmente al Rifugio La Crusc con accanto la sua deliziosa e caratteristica chiesetta, meta nei secoli pellegrinaggi da parte dei fedeli. Come non riconoscere a questo luogo un’aura spirituale e magica? Il Sasso di Santa Croce, proprio dietro, regala scorci incredibili, per i quali vale assolutamente arrivare sin qui dove, certamente, la cucina sazierà con le sue leccornie oppure ci si potrà godere il relax in mezzo ad un idilliaco prato.
Rifugio La Crusc

18. Prà de Putia

Dal Passo delle Erbe (valico che mette in comunicazione la Val Badia con la Val di Funes) non si potrà fare a meno di salire senza fatica (anche con passeggino) sino agli idilliaci Prà de Putia: l’omonimo Sass si erge maestoso dinanzi a noi e ci sembrerà di essere stati catapultati direttamente in paradiso. Tutt’intorno magnifici prati e pascoli ove riposarsi e rifocillarsi nonché due caratteristici rifugi con animali da incontrare e conoscere.

Passo delle Erbe

19. Rifugio G. Palmieri alla Croda da Lago

Non si può non conoscere il magnifico Rifugio Croda da Lago, splendidamente posto sulle rive del pittoresco lago Federà, nelle cui acque si specchia il lontano Bec di Mezdì! Raggiungibile da diversi punti (tra cui uno da Cortina direttamente in navetta), è una delle mete delle Dolomiti d’Ampezzo che non possono assolutamente mancare nel vostro palmares. Tutt’intorno sono presenti stupendi prati ove è possibile effettuare bucolici picnic, avvolti da uno scenario che è davvero assai difficile dimenticare.

Croda da Lago

20. Rifugio Viel dal Pan

Con vista privilegiata sulla regina delle Dolomiti, la Marmolada, il Rifugio Viel dal Pan è uno dei più apprezzati in Val di Fassa; raggiungibile con una semplice passeggiata a mezza costa dalla Baita Fredarola (accessibile anche dal Passo Pordoi), offre anche una panoramica splendida sul lago Fedaia, bacino costruito nel corso degli anni ’50 del secolo scorso e oggi parte integrante del paesaggio dell’omonimo passo alpino.

Vel del Pan

Tutte le Dolomiti sono da cartolina ma abbiamo cercato di raccontare i luoghi più famosi e conosciuti accessibili anche alle famiglie. Se ne conoscete altri, diteceli: non vediamo l’ora di pianificare una visita per inserire anche quelli!
.

Ringrazio la cara amica Stefania Giatti per la gentile concessione delle foto di Baita Segantini e Malga Ces

Altre idee interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.