Val Venegia, col passeggino in paradiso

Val Venegia

La Val Venegia, splendidamente immersa nel Parco Naturale di Paneveggio e ai piedi delle Pale di San Martino, uno dei gruppi montuosi più famosi delle Dolomiti del Trentino, si può davvero definire il paradiso dei bambini: i suoi verdeggianti prati, il gorgheggiante torrente, gli animali al pascolo, i facili sentieri percorribili tutti col passeggino… Non manca proprio nulla: seguiteci alla sua scoperta, ve ne innamorerete!

  • Località di partenza: Malga Venegia (m. 1778)
  • Parcheggio: alla località di partenza (Pian dei Casoni o Malga Venegia, grandi ed entrambi a pagamento)
  • Mezzi utilizzati: passeggino da trekking
  • Tempo medio: 30 minuti Pian dei Casoni – Malga Venegia / 35 minuti Malga Venegia – Malga Venegiota / 40 minuti Malga Venegiota – Campigol della Vezzana
  • Difficoltà: facile
  • Dislivello: 220 metri – Pian dei Casoni m. 1693 – Malga Venegia m. 1774 – Malga Venegiota m. 1824 – Campigol della Vezzana m. 1918
  • Tipologia di percorso: larga forestale con alcuni tratti in leggera salita

Val Venegia, la valle più bella delle Dolomiti

La Val Venegia è uno dei gioielli del Parco Naturale di Paneveggio: dalla strada per il Passo Valles infatti, consente di arrivare ai piedi delle Pale di San Martino e, successivamente, a Baita Segantini, altro luogo di indubbio fascino e bellezza. Immersa in una contesto paesaggistico meraviglioso, è ideale per un’escursione in famiglia: i ridotti dislivelli infatti consentono di passeggiare senza fatica e anche ai bimbi piccini di muovere i loro primi passi!

Una volta parcheggiato (il nostro consiglio è di lasciare l’auto nell’area sosta di Malga Venegia), sarete già stati catapultati in questo fantastico mondo; la Val Venegia è senza dubbio il nostro luogo preferito perché offre veramente panorami incredibili. Il gruppo delle Pale di San Martino è proprio di fronte a noi, che ci guarda in tutta la sua maestosa bellezza, con verdi prati a completare il quadro già perfetto… Il torrente Travignolo, che scorre accanto al sentiero poi, dà quel tocco in più che rende il tutto ancor più magico.

Val Venegia
Malga Venegia, raggiungibile dal parcheggio in 5 minuti
Val Venegia
Mucche al pascolo a Malga Venegia

La facile escursione in Val Venegia sino a Malga Venegiota

La valle si presta davvero benissimo ad una gita con bambini di ogni età e il passeggino scorre sul sentiero con molta facilità, data la pendenza veramente modesta e il fondo livellato. Appena scesi dall’auto avremo  due possibilità: o fare immediatamente una sosta a Malga Venegia (poco sopra di noi ma ben visibile e accessibile tramite una comoda strada forestale) oppure proseguire per Malga Venegiota.

Iniziamo dunque il nostro viaggio in questo luogo incantato!
La via, assolutamente ampia, levigata e dalla pendenza nulla, lascia l’ampio pianoro di Malga Venegia (m. 1776) per addentrarsi nel bosco, profumato e verdissimo. Alti pini e abeti regalano una piacevole frescura lasciando intravedere le cime delle Pale, che sembrano quasi invitarci a salire da loro…

Val Venegia
Le mete che si possono raggiungere dalla Val Venegia
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Scorci meravigliosi e il torrente Travignolo
Val Venegia, col passeggino in paradiso
La meravigliosa Val Venegia

Ma le escursioni sul gruppo montuoso però le lasciamo, per oggi, ai trekker esperti (sono itinerari infatti incantevoli ma assai impegnativi) mentre noi ci rilassiamo in mezzo a contanta meraviglia. Passeggiando, non potremo fare a meno di lasciarci ammaliare dal borbottante Travignolo che, qua e là, offre accessi alle sue rive con praticelli che invogliano a fermarsi e fare un picnic.

Camminando con il naso all’insù (come potrebbe essere diversamente?) arriveremo in breve al diradarsi del bosco, dove il colpo d’occhio sulle Pale sarà incredibile. È quasi impossibile credere che questo luogo sia reale! Eppure è così: e poco oltre, ecco Malga Venegiota (m. 1824) ad aspettarci: una sosta qui è davvero d’obbligo.

L’ampia e soleggiata terrazza, munita di moltissimi tavoli, è l’ideale per fermarsi a mangiare gli ottimi prodotti tipici locali o anche i superlativi dolci. È sempre una meta gettonatissima quindi, qualora foste interessati al pranzo, è meglio prenotare oppure arrivare molto presto (o molto tardi, se riuscite a trattenere la fame).

Val Venegia, col passeggino in paradiso
Al limitare del bosco, un panorama eccezionale
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Malga Venegiota, ai piedi delle Pale
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Malga Venegiota, luogo rustico e caratteristico

Da Malga Venegiota al Campigol della Vezzana

Se però vi stuzzica l’idea di un bucolico picnic (e qui vale proprio la pena farlo), un’ idea per il pranzo a sacco può essere raggiungere il Campigol della Vezzana (m. 1918), circa 30/40 minuti oltre. Da Malga Venegiota quindi bisogna continuare lungo l’ampia forestale che, in breve, rientra nel fitto bosco.

Questo è senza dubbio il tratto più faticoso (ma assolutamente nulla di impegnativo) di tutta la passeggiata odierna. Fortunatamente i rami degli alberi regalano una gradevolissima frescura e il dislivello di quasi 100 metri sarà coperto in un tempo abbastanza breve.

Dopo aver superato una casetta (base della teleferica per il Rifugio Mulaz), ecco che pian piano il bosco si direderà e nuovamente ci troveremo dinanzi un panorama davvero magnifico. Le Pale ora sono alla nostra sinistra e, dinanzi a noi (in fondo) si può scorgere la sella ove sorge Baita Segantini, punto d’arrivo della forestale sulla quale stiamo camminando.

Val Venegia, col passeggino in paradiso
In salita verso il Campigol della Vezzana
Val Venegia, col passeggino in paradiso
La casetta della teleferica verso il Rifugio Mulaz
Val Venegia, col passeggino in paradiso
L’iniziale lunare paesaggio del Campigol della Vezzana

Lo sterminato pianoro ove ci troviamo è il Campigol della Vezzana ed è uno spettacolo naturale incredibile. Poco distante infatti le Pale precipitano le loro pareti rocciose sino ai verdi prati e il Travignolo si dirama in tanti piccoli ruscelletti, creando un paesaggio da sogno.

E qui senza dubbio si può posare la tovaglietta e consumare il nostro panino. Il sole dona sfumature meravigliose e il relax qui è davvero assicurato. Come anche le possibilità di gioco per i più piccini: i prati a perdita d’occhio sono infatti ideali per mille attività ludiche.

Chi avesse ancora fiato, potrebbe sicuramente spingersi sino a Baita Segantini ma assolutamente non col passeggino. Alla fine del Campigol della Vezzana infatti, la via inizia a salire molto ripidamente a tornanti, richiedendo parecchia fatica! Se l’idea è trascorrere una bellissima giornata in famiglia fermatevi qui, respirate, fate il pieno di meraviglia e poi, trascorso il giusto tempo, rientrate. Siamo certi che la Val Venegia vi entrerà nel cuore!

Val Venegia, col passeggino in paradiso
Il meraviglioso pianoro del Campigol della Vezzana
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Il Campigol della Vezzana verso il Mulaz

Come arrivare in Val Venegia

L’imbocco della Val Venegia è quasi nascosto, al km 3 della SP 81 del Passo Valles (comunque ben indicato dalla cartellonistica). Salendo dalla Val di Fiemme dovremo seguire la strada per il Passo Rolle e, all’incrocio subito dopo Paneveggio, successivamente voltare a sinistra per Falcade. Invece, arrivando dal Veneto, la via è obbligata: scendendo da Passo Valles noteremo la deviazione sulla sinistra, ben oltre la sommità del valico.

I parcheggi disponibili sono due: il primo è Pian dei Casoni (m. 1693) e si trova appena dopo il bivio per la valle. L’altro invece è un paio di chilometri più a monte, nei pressi di Malga Venegia (m. 1774). Vi consigliamo sicuramente quest’ultimo (sono comunque entrambi a pagamento): eviterete il primo tratto meno panoramico e percorso dalle auto in transito che sollevano purtroppo del gran polverone.

Se però voleste comunque lasciare l’auto a Pian dei Casoni, nessun problema: è stato realizzato un sentierino nel bosco che consente di arrivare, in circa 40 minuti, a Malga Venegia senza incontrare i veicoli di passaggio. Non è però percorribile con passeggino.

Val Venegia, col passeggino in paradiso
Val Venegia e il parcheggio di Malga Venegia: le indicazioni facili
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Segnaletica facile presente ovunque
Val Venegia, col passeggino in paradiso
La Val Venegia il suo impareggiabile panorama

Cosa fare in Val Venegia: le escursioni

Se per molti la Val Venegia rappresenta un’escursione a sé stante, per tanti è solo un punto di partenza. Sono moltissimi infatti i sentieri percorribili e tutti conducono in luoghi davvero affascinanti.

  • Baita Segantini (m. 2200): è il classico punto d’arrivo per chi percorre la Val Venegia in tutta la sua interezza. Dal parcheggio di Pian dei Casoni sono circa 3 le ore che occorrono per conquistarla, che scendono a due e mezza qualora optaste per lasciare la vostra autovettura a Malga Venegia. Balcone panoramico privilegiato sulle Pale, è un luogo che va visto almeno una volta nella vita!
La bellezza delle Pale col passeggino: baita Segantini
L’incantevole Baita Segantini – Ph s. Giatti
  • Malga Juribello (m. 1867): sono molti i sentieri che la raggiungono dalla Val Venegia. Uno parte direttamente da Pian dei Casoni ma ulteriori vi sono sia da Malga Venegia che dalla Venegiota (sempre naturalmente segnalati). Più si sale verso le Pale, più il dislivello sarà ridotto: è un paradiso per i bimbi, con tanti animali da vedere e conoscere
Malga Juribello
L’incantevole Malga Juribello
  • Rifugio Mulaz (m. 2572): ai piedi della triade del Focobon, è uno dei grandi classici delle Pale di San Martino. Si raggiunge dalla casetta della teleferica (di cui abbiamo accennato) poco dopo Malga Venegiota lungo il rinnovato sentiero Quinto Scalet. La via è davvero faticosa e non concede mai tregua (alcuni tratti sono anche attrezzati con fune metallica). Da lassù però il panorama è qualcosa di assolutamente eccezionale!
Rifugio Mulaz da Passo Valles, un trekking spettacolare
Il Rifugio Mulaz tra le rocce delle Pale
  • Trekking del Cristo Pensante (m. 2333): una volta giunti a Baita Segantini, si può proseguire per la cima del Castellaz (la conica montagna che, da Malga Venegia, potevamo notare alla nostra destra). Sulla sommità, la statua del Cristo Pensante: un itinerario spirituale alla scoperta del proprio io, immerso in un contesto paesaggistico incredibile
Val Venegia, col passeggino in paradiso
Il Cristo Pensante sulla cima del Castellaz

(Curiosità: qui è stato girato parte del film del 2000 “Mirka” con Gerard Depardieu, Vanessa Redgrave e Barbara Bobulova).

Altre idee interessanti

8 pensieri su “Val Venegia, col passeggino in paradiso

  1. francesca dice:

    Ciao! Abbiamo fatto oggi questa favolosa passeggiata. Noi avevano zaino e marsupio ma c’erano anche un sacco di passeggini 🙂 stupenda davvero
    A campigol della vezzana ci sono state due frane recenti e il paesaggio è quasi lunare all’arrivo, ma scavalcata la prima frana ( c’è comunque la strada percorribile con passeggino ) si apre tutto il meraviglioso prato. Grazie per tutte le preziose indicazioni del sito!!!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Sono contenta che vi sia piaciuta! La Val Venegia è un posto favoloso, direi senz’altro uno dei miei preferiti in assoluto. Sai che ero anch’io lì il giorno prima? Di ritorno però dal Rifugio Mulaz (senza bimbi)!

  2. Chiara dice:

    Veramente un luogo d’incanto! Peccato, ieri, non ci fosse il sole, ciò nonostante, i panorami che offre questa strepitosa camminata, sono incomparabili! Arrivati alla malga abbiamo pranzato “al sacco” in uno dei tavoli con panche disponibili a tutti, con tantissimi di bimbi che scorazzavano intorno. Da rivisitare sicuramente, anche perché, avremmo voluto arrivare a Campigol Della Vezzana, ma le condizioni meteo ce lo hanno impedito (si può fare il percorso anche con la carrozza e cavalli ).
    Grazie per questo meraviglioso sito web, in quanto è il nostro punto di riferimento, per organizzare le nostre giornate in montagna.

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Grazie mille Chiara! Mi fa molto piacere che la passeggiata vi sia piaciuta e i tuoi complimenti mi riempiono d’orgoglio!!

  3. Saioni Silvia dice:

    Grazie…per i preziosi consigli! Questo sito é fantastico pieno di idee e suggerimenti veramenti utili! Noi l’abbiamo usato tantissimo durante le nostre vacanze in Trentino con due bimbi piccoli!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.