Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

L’Alta Pusteria offre moltissime camminate adatte alle famiglie e dover scegliere è davvero sempre molto faticoso…per aiutarvi nella scelta, oggi vi accompagniamo alla scoperta della Val Fiscalina, dominata da cime maestose, e assolutamente a prova di piccolissimi: raggiungeremo il Rifugio Fondovalle col passeggino, dove potremo ristorarci e i bambini dare libero sfogo a tutte le loro energie!

  • Località di partenza: Piano Fiscalina
  • Parcheggio: alla località di partenza (grande, a pagamento)
  • Mezzi utilizzati: passeggino da trekking
  • Tempo medio: quarantacinque minuti circa
  • Difficoltà: facile

Dopo aver lasciato la propria autovettura al grande parcheggio a pagamento di Piano Fiscalina (raggiungibile facilmente da Moso, subito dopo Sesto, grazie alla cartellonistica stradale) in prossimità del Rifugio Piano Fiscalino e dell’hotel Dolomitenhof, subito c’incamminiamo lungo il sentiero 102 che, immediatamente, ci offre uno scorcio incomparabile su Cima Una (m. 2698), che ci fa capire senz’ombra di dubbio in che paradiso stiamo per addentrarci.

Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

La via, inizialmente asfaltata, procede in pendenza quasi nulla, consentendoci di ammirare gli splendidi paesaggi: il bianco/grigio delle montagne si staglia contro l’azzurro del cielo e contrasta il verde dei prati…la passeggiata, proprio per la sua brevità e semplicità, è tranquillamente affrontabile anche a piedi dai più piccini (sempre che abbiamo voglia di camminare!).

Dopo un cartello ligneo che ci indica il giorno di riposo del Rifugio Fondovalle (giovedì), ecco iniziare finalmente il fondo sterrato che, comunque, mai è impegnativo (le ruote del passeggino scorrono senza fatica alcuna); procedendo, notiamo come pian piano il panorama cambi, offrendoci sempre qualcosa di nuovo: ammiriamo infatti anche La Lista (m. 2391) che separa il gruppo di Cima Una da quello del Popera (m. 3046) e, più in là, di Cima Undici (m. 3068); dietro, la Croda dei Toni (m. 3090) di cui però non riusciamo a vedere che le ultime propaggini.

Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

Ad un certo punto il sentiero si biforca: noi terremo la sinistra, dal momento che la via di destra è “riservata” alle mountain bike (ovviamente nulla ne vieta l’accesso, ma coi bimbi – che magari camminano – è meglio attenersi alle indicazioni); inizieremo a passeggiare in un boschetto “appena nato”, data l’altezza degli alberi (qua e là anche qualche pino mugo), per poi sbucare nel pianoro quasi lunare ove, di fianco, scorre il flebile Rio Fiscalina.

Dopo aver superato il pianoro alluvionale, ecco che ormai siamo in dirittura d’arrivo; da dietro gli alberi infatti sbuca l’inconfondibile sagoma di una casetta: siamo giunti al Rifugio Fondovalle (m. 1548) senza quasi accorgercene, tanta era la bellezza del luogo e la facilità del tracciato.

Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

Il Rifugio Fondovalle – Talschlusshütte è l’indiscusso regno dei bambini; oltre ai bei tavoli in legno su cui si possono accomodare mamma e papà per gustare un ottimo piatto tipico o anche solo una fresca bibita dissetante, c’è un vero e proprio parco giochi con moltissime attrazioni: dalla scavatrice agli scivoli, dall’altalena al tappeto elastico, dalla fune (dove camminare in equilibrio) al palo dei pompieri, dal castelletto al recinto di sabbia…ce n’è davvero per tutti i gusti e tutte le età! Il tempo passerà senza nemmeno che ve ne accorgiate e portare via i più piccini sarà un’impresa davvero titanica.

Da qui le escursioni fattibili nel Parco Naturale delle Tre Cime (in cui ci troviamo) sono veramente innumerevoli, ma certamente non adatte al passeggino; seguendo il sentiero 103 si arriverà al Rifugio Comici (m. 2224), dal quale si potrà eventualmente proseguire per il Rifugio Pian de Cengia (m. 2528); continuando sul 102 invece, la meta sarà il Rifugio Locatelli (m. 2405), da cui si ammira l’incantevole veduta classica sulle Tre Cime di Lavaredo. Potremmo elencare altre mille stupendi itinerari e sognare luoghi stupendi, ma già essere al Rifugio Fondovalle sicuramente non è male, e per oggi ci possiamo “accontentare”.

Rifugio Fondovalle coi bambini, in Val Fiscalina col passeggino

Il rientro avverrà lungo la stessa via dell’andata, e ancor più velocemente del mattino riguadagneremo il parcheggio: il vostro cuore però ormai apparterrà a questa valle, che sono sicura vi avrà conquistati.

Altre idee interessanti

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someone

Comments

    • andrea
    • 5 luglio 2016
    Rispondi

    Bellissimo luogo!!!!!! Complimenti!!!

    1. Azzurra
      • Azzurra
      • 5 luglio 2016
      Rispondi

      Un posto magnifico: vale proprio la pena di portarci i bambini, si divertono un sacco!

    • Chiara
    • 22 maggio 2017
    Rispondi

    Un vero paradiso,passaggio con scorci fantastici. Non si sa da quale parte voltarsi per fotografare. Percorso breve e alla portata di tutti, anche dei più piccoli. Peccato non aver potuto vedere il Rio Fiscalina, perché, aimè, completamente in secca.
    Un luogo senz’altro da rivisitare.

    1. Azzurra
      • Azzurra
      • 22 maggio 2017
      Rispondi

      Anch’io tornerei domani! Il luogo è davvero bellissimo, adatto a chiunque, soprattutto ai bambini che qui potranno divertirsi sia lungo il sentiero che una volta arrivati a destinazione. A me piacerebbe tanto vedere la Val Fiscalina in inverno, con tanta neve: chissà che meraviglia!

    • Valentino
    • 4 novembre 2017
    Rispondi

    Ci sono stato anni fa, è un posto incantevole, ho fatto il Giro dei Rifugi Comici, Pian di Cengia e Locatelli, x poi ritornare x il sentiero denominato “Valle del SassoVecchio” facendo ritorno al Rifugio Fondovalle, con calma sono partito verso le 9,30 e sono ritornato al Fondovalle alle 19 circa, soste comprese; stupenda escursione, la consiglio a tutti, con decine e decine di stupende foto da fare. Dal Rifugio Comici, chi lo vorrà, potrà andare con una deviazione, al Rifugio Carducci, dopo circa un ora di cammino…….buon divertimento a tutti.

    1. Azzurra
      • Azzurra
      • 4 novembre 2017
      Rispondi

      Grazie mille Valentino della tua testimonianza, è un giro assolutamente spettacolare. E’ una zona davvero affascinante, chissà quante belle foto hai nel tuo archivio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *