Latemar Panorama: coi bambini per scoprire il mondo roccioso del Latemar

Latemar Panorama

Il Latemar è la montagna simbolo di ben due valli: la Val di Fiemme e la Val d’Ega. Con le sue guglie, il suo selvaggio e roccioso mondo da sempre affascina gli escursionisti e i turisti… E non a caso: la sua bellezza infatti è straordinaria. Oggi effettueremo un’escursione per godercelo nel pieno della sua bellezza: da Obereggen infatti saliremo al Rifugio Oberholz e, da lì, raggiungeremo il Rifugio Passo Feudo servendoci del bellissimo itinerario Latemar Panorama che transita proprio sotto i suoi pennacchi. Per poi rientrare con altri due splendidi percorsi: seguiteci!

  • Località di partenza: Rifugio Oberholz
  • Parcheggio: Obereggen – impianti di risalita Ski Center Latemar
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Parkplatz Obereggen
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino da trekking non possibile)
  • Tempo medio: quattro ore circa (percorso ad anello)
  • Difficoltà: medio
  • Dislivello: 350 metri – Rifugio Oberholz m. 2096 – punto più alto m. 2350 – Rifugio Passo Feudo m. 2200 – Pampeago m. 2000
  • Tipologia di percorso: sentiero classico non troppo impegnativo con un paio di salite erte e discese sino al Rifugio Passo Feudo. Costante discesa sino a Weigler Schupt e poi salita verso Mayrl Alm. Pianeggiante poi il rientro verso l’Oberholz

Latemar Panorama ed escursioni sul Latemar: dove parcheggiare e come arrivare

Per arrivare al punto di partenza, il Rifugio Oberholz, dobbiamo seguire la strada provinciale che ci conduce al piccolo ma delizioso paese di Obereggen, molto importante sia per le escursioni estive che come località di villeggiatura invernale.

Parcheggiata la nostra autovettura, dovremo acquistare il ticket per la seggiovia che, in pochi minuti, ci condurrà ai 2096 metri del Rifugio Oberholz, dove la vista sulla Val d’Ega è davvero formidabile.

Prezzo ticket impianti Obereggen —-> www.latemar.it

  • adulti: 15 euro a/r – 11 euro sola andata
  • bambini al di sopra degli 8 anni: 12 euro a/r – 9 euro sola andata
  • bambini al di sotto degli 8 anni: gratuiti

Indicazioni parcheggio Google Maps: Parkplatz Obereggen

Latemar itinerario
L’itinerario di oggi – Geoflyer Europe 3D Maps

Latemar Panorama è una delle passeggiate sul Latemar. Si parte dal Rifugio Oberholz e si arriva a Passo Feudo

Dopo essere arrivati in seggiovia ai 2096 metri del Rifugio Oberholz, non potremo non perdere qualche minuti ad ammirare la bellezza del paesaggio. Ma ancor meglio sarà salire subito al punto panoramico poco sopra, opportunamente segnalato dalle indicazioni “Latemar Panorama“: partiamo!

Rifugio Oberholz
Appena arrivati al Rifugio Oberholz si parte!
Rifugio Oberholz
Impossibile sbagliare direzione

In poco meno di 10 minuti saremo già giunti alla stupenda piattaforma che permette di lasciar spaziare la nostra vista dal Corno Nero al Corno Bianco e verso tutta la Val d’Ega, abbracciando (in giornate limpide) anche le vette della Val Venosta e quelle lontane austriache. Un vero spettacolo!

E quindi, dopo aver fatto il pieno di tanta bellezza, saremo pronti per cominciare il nostro lungo itinerario verso Passo Feudo, cui perverremo dopo due ore abbondanti (anche se i cartelli riportano solo un’ora e venti minuti).

Latemar Panorama
E alla piattaforma si ammira un bellissimo panorama
Latemar Panorama
Siamo sulla piattaforma Latemar 360

Sul Latemar Panorama non si può usare il passeggino. L’itinerario dura circa due ore 

La prima parte del nostro sentiero Latemar Panorama è comune a quello di Latemar Natura ed è percorribile anche col passeggino da trekking. Infatti noteremo immediatamente le installazioni: i bambini ovviamente non staranno più nella pelle.

Latemar Panorama
La prima parte dell’itinerario è comune al percorso Latemar Natura
Latemar Panorama
Latemar Panorama
Latemar Panorama

Così, piano piano e scoprendo sempre nuove stazioni, cammineremo senza accorgercene superando anche brevi dislivelli. Il fondo è ben levigato e le installazioni permettono anche ai bambini più pigri di correre sino a quella successiva.

Noi dovremo sempre seguire le indicazioni per Passo Feudo. Infatti ad incerto punto, dopo una decisa discesa, arriveremo in località Absam – Mayerl: noi dovremo continuare in salita (e qui c’è quella più impegnativa di tutto l’itinerario) mentre invece il percorso Latemar Natura scende verso Malga La Mens – Mayrl Alm.

Latemar Panorama
Si continua tra meravigliose installazioni
Una più bella dell’altra
Latemar Panorama
In località Absam abbandoniamo Latemar Natura e proseguiamo su Latemar Panorama

Ci sono parecchi percorsi tutti ai piedi del Latemar: noi percorriamo Latemar Panorama, Natura e Alp

Chi seguirà il percorso Latemar Natura continuerà ad utilizzare il passeggino perché noi invece sul Latemar Panorama, non possiamo più: da qui in poi solo zaino portabimbo.

Latemar Panorama
Non possiamo errare: sono presenti i cartelli
Latemar Panorama
C’incamminiamo nel roccioso mondo del Latemar

Ci avviciniamo quindi sempre più alle alte guglie del Latemar ed entriamo nel vivo della nostra via: ora siamo in un mondo lunare e selvaggio. Il silenzio la fa da padrone, interrotto solo dal fischiare delle marmotte.

Il panorama ora volge verso le cime della Val di Fiemme mentre quelle della Val d’Ega divengono sempre più lontane. Tra diversi saliscendi, incontreremo poi anche il bivio per il Rifugio Torre di Pisa, uno dei più arditi di questa parte di Dolomiti: stupendo e panoramico, ma adatto solo a bambini che abbiano ottima dimestichezza con la montagna.

Latemar Panorama
Coi cannocchiali scrutiamo l’infinito
Latemar Panorama
Il panorama diviene sempre più bello

Lungo l’escursione Latemar Panorama, troviamo anche la deviazione per il Rifugio Torre di Pisa

Noi camminiamo sempre superando diversi saliscendi: poi finalmente inizierà la discesa verso la meta, che già vediamo da lontano. Le rocce si trasformano in prati e il panorama si addolcisce: dopo due ore abbondanti il Rifugio Passo Feudo (m. 2200) è conquistato (e il sentiero Latemar Panorama terminato).

Latemar Panorama
Ed ecco che la vista si posta sul Lagorai
Latemar Panorama
Ma anche sulla sottostante Alpe di Pampeago
Rifugio Passo Feudo
Il Rifugio Passo Feudo, con vista sull’Alpe di Pampeago e Gardonè

Dal Rifugio Passo Feudo si dipartono numerose escursioni sul Latemar:

Si potrebbe anche tornare indietro verso il Rifugio Oberholz da cui siamo arrivati, ma noi vi proponiamo un’alternativa più bella e ghiotta (e sicuramente più facile). Scendiamo quindi molto facilmente in mezz’oretta a Ganischger Alm e Zischgalm sulla meravigliosa Alpe di Pampeago.

Ganischger Alm
Iniziamo la discesa verso l’Alpe di Pampeago con Ganischger Alm e Zischgalm
Alpe di Pampeago
L’Alpe di Pampeago regala verdissimi prati e pascoli

Ganischger Alm e Zischgalm si trovano sull’Alpe di Pampeago e lì inizia il percorso Latemar Alp

Appena giunti a questi due ristori immersi in prati spettacolari, potremo magari concederci o un picnic oppure anche un buon piatto tipico. Sono molto ben attrezzati con anche parchi giochi per i più piccini e i prezzi nella norma.

Alpe di Pampeago
I due rifugi offrono bei giochi per i bambini
Alpe di Pampeago
Sia Ganischger Alm che Zischgalm sono ottimi per mangiare

Dopo un’opportuna sosta (anche per far riposare i piccoli, bravissimi ad essere arrivati sin qui) potremo procedere col rientro, passeggiando in maniera tranquilla tra gli spettacolari pascoli dell’Alpe di Pampeago.

La via qui è in leggera discesa: come abbiamo visto, il percorso Latemar Panorama è terminato a Passo Feudo ma ora possiamo calcare il Latemar Alp che, dolce e strepitoso, ci accompagnerà sino a Mayrl Alm.

Alpe di Pampeago
C’incamminiamo sulla meravigliosa strada dell’Alpe di Pampeago
Alpe di Pampeago
Il panorama è rilassante e strepitoso

L’Alpe di Pampeago è molto pittoresca e percorribile con passeggino

Quindi scendiamo sulla larga strada asfaltata sino ad arrivare all’attrazione più spettacolare, l’occhio del Latemar (dentro cui si può pure entrare) dopo averne superate altre davvero divertenti e tutte da giocare (come i campanacci sonanti e il balance sui fusti lignei di latte).

Latemar Alp
Saltiamo sui fusti e rimaniamo in equilibrio!
Suoniamo i campanacci!
Latemar Alp
Ecco l’occhio del Latemar, l’Eye to the Dolomites

Appena prima della malga Weigler Schupt, dovremo deviare verso destra (indicazioni presenti) per raggiungere Mayrl Alm (anche conosciuta come Malga La Mens). Anche qui troveremo belle installazioni dove i bimbi si divertiranno un mondo. E pure correranno per conoscere quella successiva!

In circa 40 minuti da Ganischger Alm e Zischgalm giungeremo quindi a Mayrl Alm (m. 2037) dove potremmo magari concederci una fetta di strudel o un ottimo succo di mela. Ormai siamo quasi a fine itinerario quindi possiamo tranquillamente prendercela con calma e permettere ai bimbi di divertirsi senza alcuna fretta.

Latemar Alp
Ma non è finita poiché verso Mayrl Alm troviamo le installazioni di Latemar Alp
Latemar Alp
Anche giochi d’acqua… Un vero paradiso
Mayrl Alm
Ecco Mayrl Alm, ultima tappa della nostra escursione

A Mayrl Alm finisce il percorso Latemar Alp, fattibile in passeggino da Ganischger Alm e Zischgalm

Qui infatti c’è un bel parco giochi e pure una canalina per giochi d’acqua. Inutile dire che la vista è strepitosa: siamo proprio sotto le appuntite guglie del Latemar.

Mayrl Alm
E a Mayrl Alm è necessaria una dolce sosta
Mayrl Alm
Mayrl Alm si trova proprio sotto il Latemar

E il percorso Latemar Alp finisce qui, ma per tornare all’Oberholz le sorprese non sono finite. Vi ricordate di Latemar Natura, l’itinerario che abbiamo calcato all’inizio, insieme al nostro Latemar Panorama?

Ebbene, in località Absam scendeva a Mayrl Alm: da qui continua proprio verso il Rifugio Oberholz e quindi possiamo servircene pure noi! Lo imbocchiamo quindi (segnavia 23) e c’inoltriamo nel bel bosco profumato.

Latemar Natura
Da Mayrl Alm torniamo al Rifugio Oberholz col sentiero Latemar Natura
Latemar Natura
Panorami da sogno

L’itinerario Latemar Natura invece da Mayrl Alm arriva al Rifugio Oberholz, Anche col passeggino

Anche qui, una dopo l’altra, ci attendono stupende installazioni tutte da scoprire e giocare: un ultimo regalo ai nostri bimbi che, oggi, son stati davvero bravissimi ad affrontare tutta questa strada!

In breve (nemmeno mezz’ora) saremo già rientrati al Rifugio Oberholz, pronti per prendere la seggiovia e scendere ad Obereggen… Per scoprire altri sentieri nella splendida Val d’Ega.

Scopri tutti gli itinerari del Latemarium —–> www.latemarium.com

Latemar Natura
Latemar Natura
Latemar Natura

Orari di apertura del Rifugio Oberholz, Rifugio Passo Feudo, Ganischger Alm, Zischgalm e Mayrl Alm

Rifugio Oberholz
Il Rifugio Oberholz, punto di partenza dell’itinerario
Rifugio Passo Feudo
Al Rifugio Passo Feudo si mangia molto bene
Ganischger Alm
A Ganischger Alm si può mangiare con prezzi bassi
Alpe di Pampeago
Zischgalm è davvero molto carina
Mayrl Alm
Mayrl Alm si trova proprio in posizione invidiabile

Tutte le escursioni sul Latemar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.