Marsupi, fasce, zaini: portare i bambini in montagna

Marsupi, fasce, zaini: portare i bambini in montagna

Perchè rinunciare a fare trekking in montagna, pur con bimbi piccolissimi?
Se non arriva il passeggino, ci sono un sacco di altre possibilità: fasce, marsupi, zaini…ognuno con le sue caratteristiche e più indicato in alcuni casi piuttosto che in altri. Vogliamo vederli assieme?

Lo zaino.
E’ senz’altro il mezzo più conosciuto ed utilizzato per le escursioni: ha molti, moltissimi vantaggi e qualche limitazione.
Innanzitutto non è possibile inserire bimbi molto piccoli: è consigliato dai 6 mesi in avanti, ma è necessario che il nostro cucciolo stia già bello dritto con la schiena e seduto bene, altrimenti si incasserebbe; coi miei, abbiamo potuto iniziare a 7/8, dato che hanno raggiunto a quell’età il giusto equilibrio. Ma tolto questo particolare, per bambini più grandi, via libera sino a che il papà (o chi per lui!) riuscirà a reggerne il peso: in genere si parla di 18 kg, ma alcuni modelli potrebbero essere più “resistenti”, anche se credo che oltre sarebbe veramente faticoso…e non solo per la pesantezza, ma anche perchè, molto spesso, dentro si muovono veramente tanto, alterando il baricentro!

In montagna con lo zainoMa i pro sono veramente tanti: innanzitutto la cappottina, che aiuta a non far prendere insolazioni ai nostri bimbi, che pure in muniti di cappellino, hanno la pelle molto delicata; poi molti modelli vengono venduti col parapioggia, assolutamente essenziale: si sa che in montagna il tempo è molto ballerino!
Poi le varie tasche, che consentono di inserire il necessario per il genitore, come portafoglio, cellulare, ma anche per il bimbo, come biberon, pannolini, cambi…si sa che, comunque, le cose da portare sono sempre tante, pur cercando di ridurre al minimo!

Il marsupio.
Se i nostri figli sono però più piccolini, abbiamo anche diverse altre alternative, come per esempio il marsupio, ma che sia ergonomico, mi raccomando!

Marsupi, fasce, zaini: portare i bambini in montagna
Infatti, questa tipologia specifica, consente, oltre che il portare davanti (rivolto fronte mamma) nella giusta posizione a M (o a ranocchio), che consente di evitare di scaricare il peso sull’ancor fragile colonna vertebrale, ha anche la variante “sulla schiena”, ideale se la la conduttrice è la mamma: lo scarsissimo peso della struttura (in genere meno di 1 kg) fa si che non si risenta di ulteriori aggravi! (Io infatti sono un’amante del marsupio, quando non posso usare il passeggino)

La fascia.
Ma nemmeno i neonati devono rinunciare all’aria fresca e pulita delle montane.
La fascia lunga, nelle due tipologie rigida ed elastica (che hanno diverse modalità di impiego, a seconda delle posizioni in cui desiderate portare il vostro cucciolo), per esempio, hanno talmente tante varietà di utilizzo che le rendono uno strumento praticamente perfetto: partiamo dalla legatura base, fino ad arrivare a quella sulla schiena, passando per quelle intermedie, seguendo praticamente tutte le fasi di crescita dei nostri bimbi. Un’invenzione eccezionale!

Marsupi, fasce, zaini: portare i bambini in montagna

Anche quella corta monospalla ha certamente molti pregi, ma credo sia più indicata per passeggiate non impegnative piuttosto che per vere e proprie escursioni: infatti, la possibilità di scaricare il peso su entrambe le spalle e sui fianchi è essenziale, se non volete ritrovarvi affaticate anzitempo!
Per il babywearing poi sono a disposizione moltissime consulenti del portare, che sapranno indicarvi certamente ciò che fa meglio per voi e il vostro piccino.

26 pensieri su “Marsupi, fasce, zaini: portare i bambini in montagna

  1. Avatar
    My Escape Dream dice:

    non sapevo si potesse utilizzare la fascia in montagna!!! TOP! Io ho già comprato (anche se il baby deve ancora nascere) lo zaino per la prox estate!!! Ma magari non disdegnerò la fascia per una bella ciaspolata (si può fare con un neonato?) questo inverno!!! Farò il battesimo in Valle d’Aosta e, oltre a farmi una bella sciata (senza pupo eh!), mi piacerebbe coinvolgere da subito il bambino con qualche emozione di montagna :)!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Auguri per la prossima nascita! Il problema della ciaspolata con un neonato secondo me è un po’ il freddo, ma se coperto adeguatamente perché no? E’ sempre bellissimo coinvolgere i figli nelle nostre passioni! Pensa però ad un piano se dovessi allattarlo: in mezzo alla neve, potresti avere freddo! Io la fascia l’ho utilizzata col mio primo bimbo quando aveva un mese, poi ho preferito passare al marsupio ergonomico, che ti consiglierei, dal momento che lo utilizzeresti sicuramente di più ed è più semplice da indossare. Fammi sapere! 🙂

  2. Avatar
    silvia dice:

    Ciao,
    sto per andare in montagna per la prima volta con il mio bimbo di 13 mesi e sono indecisa se acquistare uno zaino da trekking portabebe’ o un marsupio ergonomico da viaggio super leggero. Quando era più piccolo ho usato una fascia lunga elastica e mi sono trovata molto bene, ma ora ho bisogno di qualcosa di più pratico e rapido da indossare. Cosa mi consigli? Grazie!!!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Secondo me 13 mesi puoi già pensare ad uno zaino, lo utilizzerai sicuramente di più nel tempo, ed è espressamente studiato per le passeggiate in montagna. Anche io ho usato il Manduca per le primissime gite del mio bimbo più piccolo, ma aveva 7 mesi; ora che ne ha 18 assolutamente zaino! Il più grande l’ho messo nello zaino a 12 mesi; in più, lo zaino ha anche dei sistemi di “aerazione” che consentono di non avere il piccino direttamente appoggiato sulla schiena, che non è male quando si fa fatica a salire lungo i sentieri!

  3. Avatar
    Emanuele dice:

    Ciao! Chiara ha 14 mesi e ad agosto abbiamo fatto la nostra prima vacanza “babytrekking”, 7 escursioni in cui lo zaino Deuter Kid Comfort 3 ha accolto Chiara che ha resistito comoda senza mai lamentarsi per almeno 95/100 minuti di gita considerando solo la salita/andata(di più non abbiamo fatto per questione di orari, la pappa!). Al rientro spesso si addormentava subito e si svegliava solo arrivati al parcheggio.
    Lo zaino era costoso ma sono rimasto contento dell’acquisto perché per Chiara è molto comodo e per me che dovevo portarla si è rivelato molto valido soprattutto per lo “scarico” del peso ben distribuito con una fascia lombare molto buona e spallacci confortevoli. Il tettuccio a scomparsa ripiegabile è un optional molto funzionale. Abbiamo comprato a parte il parapioggia.

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Grazie mille della tua testimonianza! Acquistare il giusto zaino è un fattore determinante per la buona riuscita di una vacanza-trekking con i bambini: bisogna infatti trovare quello che garantisca il perfetto comfort al baby-passeggero e che non spezzi la schiena del papà (o della mamma). Sono proprio contenta che tu abbia trovato il meglio per entrambi!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Con la fascia, secondo me, bisogna fare un po’ di pratica: io ammetto di averla usata molto poco, avendo optato per il marsupio abbastanza presto, ma è senza dubbio una validissima alternativa!

  4. Avatar
    monia dice:

    Buongiorno, ho una bimba di 7 mesi e tra un mese circa faremo la nostra prima vacanza in montagna con lei. Corre acquistare uno zaino per trasportarla nelle passeggiate e avrei bisogno di qualche suggerimento. Che modelli mi consigliate?

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Ciao Monia, io ho provato lo zaino Rocky Brevi (http://www.babytrekking.it/zaino-rocky-brevi-e-vai-di-trekking-coi-bambini/) e il Carrybaby Marsupio (http://www.babytrekking.it/trekking-con-i-bambini-zaino-marsupio-carrybaby/): con entrambi ci siamo trovati molto bene; probabilmente il Carrybaby è più tecnico od offre senz’altro una cappottina parasole più ampia, anche se ha una seduta più stretta.Ce ne sono anche di altre marche, come Ferrino, Deuter, Vaude e Salewa (solo per citare i più noti), ma non li ho personalmente provati, per cui non saprei darti un consiglio su questi. In ogni caso, su una fascia di prezzo media, quelli che ho provato solo molto buoni!

      • Avatar
        monia dice:

        Grazie mille, ora vado a vedermi le caratteristiche dello zaino… Mi da che lo sfrutto di più del marsupio. Mi sai dire quanto pesa? Perché dovrò portarlo io e corre capire se posso farcela

        • Azzurra
          Azzurra dice:

          Guarda, il peso dello zaino è di 2/3 kg circa: molto leggero, anche se col bimbo dentro, poi il peso totale si farà sentire! Regolalo bene sui fascioni, in maniera tale che il peso scarichi sulle anche e tu abbia sollievo sulle spalle!

          • Avatar
            monia dice:

            Sai che mi da che mi hai convinta? Sembra molto comodo e facile da usare questo zaino. Inoltre online costa davvero poco rispetto ad altri marchi. Mi piacerebbe però vederlo di persona magari in negozio… Proverò a cercare se no rischierò l’acquisto online

          • Azzurra
            Azzurra dice:

            Preferisci il Carrybaby oppure il Rocky? Se riuscissi a trovarlo in negozio, potresti anche chiedere di provarlo assieme alla tua bimba, in maniera che tu possa vedere se lei ti pare comoda!

  5. Avatar
    monia dice:

    Eccomi! Ieri siamo riusciti a provare il Rocky brevi da prenatal. La bimba era comoda e disinvolta e devo dire che regolando bene fasce e fibbie, anch’io stavo comoda. Tornati a casa lo abbiamo ordinato in internet con un risparmio di 30€. A giorni arriverà e forse riusciamo a provarlo già questo fine settimana. Grazie mille per i consigli

  6. Avatar
    Andrea dice:

    Buongiorno,mi recherò in Val gardena tra pochi giorni.
    Mia figlia ha 8 mesi, fino a che altitudine è consigliabile portarla?
    Non vorrei che i rifugi troppo alti potessero recarle disturbi ….

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Buongiorno Andrea, quest’argomento è in effetti molto dibattuto e solo un pediatra potrebbe dare una consulenza scientifica (anche se pur tra loro, esistono diverse correnti di pensiero). Nel mio caso, a otto mesi ho portato il mio bimbo anche oltre i 2000m, ma impianti a quell’età non ne ho mai presi e particolari disturbi non ne ha manifestati: la mia è però solo un’esperienza personale e per un altro bambino la questione potrebbe essere diversa. Certamente consigliano di non portarli troppo repentinamente ad alte quote, o comunque di dar loro qualcosa da succhiare (biberon, ciuccio, allattamento) per prevenire disturbi alle orecchie. Mi rimetto ai più esperti per un parere maggiormente aderente alla verità scientifica!

  7. Avatar
    ely dice:

    Buongiorno,
    mi piace molto l’idea di andare in montagna senza l’ingombro del passeggino, ma la mia perplessità è: una volta arrivati in malga come ci si organizza?

  8. Avatar
    anna dice:

    Ma in caso di pioggia? Siamo sempre andati in montagna d estate e non siamo mai incappati in giornate piovose. quest anno abbiamo deciso di andare in nord europa e li mi aspetto molta pioggia..il mio bimbo 3anni va molto volentieri nel marsupio ma come ripararlo /ripararci in caso di pioggia?ho visto dei copri marsupio ma temo che l acqua passi lo stesso. Consigli?grazie

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      In caso di pioggia col marsupio credo ci siano appositi accessori. Con lo zaino c’è l’apposito parapioggia ma con marsupio non saprei!

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Ciao Sara! Scivolare può capitare, eccome. Ma in genere gli zaini sono fatti apposta per evitare traumi al bimbi, dal momento che hanno un telaio che li protegge da cadute accidentali di mamma e papà. Io consiglio sempre di utilizzare anche i bastoncini telescopici, proprio per aver maggior stabilità ed evitare, nei limiti del possibile, le cadute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.