MontagnAnimata, sul Latemar assieme ai bambini

MontagnAnimata Latemar

Se siete in vacanza in Val di Fiemme e Fassa (o limitrofi), allora non potete davvero perdervi MontagnAnimata, un parco tutto studiato per i bambini, con moltissime attrazioni: sentieri tematici, percorsi avventura, spettacoli, esplorazioni…e chi più ne ha più ne metta!

Si parte da Predazzo, rinomata località turistica Trentina (di rilevanza addirittura mondiale sono i suoi trampolini per il salto con gli sci), con la cabinovia che conduce sino in località Gardonè (m. 1650), dove si aprirà un mondo incantato, dove il sogno prende vita: ci si può subito addentrare nella Foresta dei Draghi, muniti di un giocolibro da completare (4,50 euro, ritirabile presso l’info-point), e scoprire tutte le tracce che questi grandissimi animali sputafuoco hanno lasciato, prove inconfutabili del loro passaggio (in collaborazione con l’Istituto d’Arte G. Soraperra di Pozza di Fassa). E sempre a tema fantastico sono anche le tre differenti “missioni”, che si svolgono a rotazione durante la settimana: si tratta giochi di abilità con postazioni interattive tra i bellissimi boschi del Latemar, come per esempio accompagnare il piccolo principino verde-alato alla ricerca della sua mamma, alla conquista della fiducia del suo maestro della montagna, o salvare l’erede al trono dal temibile capo dei Gargouilles.

MontagnAnimata Latemar

Ma se i draghi fossero troppo paurosi, allora si potrà optare per qualcosa di più tranquillo, come il sentiero del Pastore Distatto, Martìn, che lascia i suoi attrezzi in giro…con lui si impara un antico mestiere, si scopre come funziona il ciclo dell’acqua, e anche provare una bellissima esperienza sensoriale camminando a piedi nudi sui trucioli e sassolini; per finire in bellezza si può leggere il giocolibro di Pina, che svelerà il suo magico mondo pino d’oro: il miele.

Da quest’anno poi è arrivato anche il dahu, un animale speciale che si nutre di bacche e funghi e, come tutti i bambini, non si ferma mai un secondo…ma che cosa è esattamente? Eh, bisogna scoprirlo!

E se si volesse solamente divertirsi, le occasioni non mancano: la pista tubby con ben due paraboliche, è pronta ad accogliere, coi suoi gommoni, anche i più piccini, mentre l’Alpine Coaster, riservato ai maggiori di 5 anni, farà sfrecciare velocissimi, a bordo di un trenino, tra i profumati boschi; lungo quasi 1 km, sono convinta che piacerà ai bambini, ma ancor più ai loro genitori!

MontagnAnimata Latemar

Per finire poi, si può salire ancora, con la seggiovia, sino a Passo Feudo (m. 2200), per imboccare il sentiero geologico del Dos Capèl: un tempo, circa 245 milioni di anni fa, le Dolomiti erano sotto il mare e proprio qui, tramite fossili e tabelle esplicative, si può fare un salto indietro nel tempo per comprendere la morfologia del territorio e com’è cambiato nelle ere successive. L’itinerario si svolge lungo il sentiero 515 sino ai filoni di Tresca, ed è stato studiato in collaborazione col Museo storico di Predazzo (Muse).

MontagnAnimata offre anche molti spettacoli itineranti, sempre diversi, uno per ogni giorno della settimana (escluso il sabato); il programma, molto ricco, spazia da testimonianze di professori con la testa fra le nuvole alla ricerca di animali straordinari sulle pendici del Latemar, ai sentieri alla scoperta di animali dei boschi come fatine e folletti, passando per la spiegazione della vita del boscaiolo e dei suoi segreti… insomma, tantissime idee, che vale la pena leggere tutte per trovare quella che più piace!

MontagnAnimata Latemar

Alzi la mano allora chi vuole andare a scoprire questo parco, già stupendo di suo, e reso ancor più incredibile dal meraviglioso contesto paesaggistico in cui è inserito: le bellissime Dolomiti della Val di Fiemme!

.

Per maggiori informazioni, consultare il sito di MontagnAnimata, e il pdf delle manifestazioni

4 pensieri su “MontagnAnimata, sul Latemar assieme ai bambini

    • Azzurra
      Azzurra dice:

      Dipende dalle attività: per esempio l’alpine coaster è riservato ai maggiori di 5 anni, ma le attività didattiche e i sentieri non hanno limiti di età; alcuni amici hanno recentemente portato la propria bimba che ha due anni e mezzo, e io il mio più grande che ne ha tre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 11 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.