Austria con i bambini in inverno: 4 ottimi motivi per andare a Kartitsch

Kartitsch

Il villaggio di Kartitsch, in Tirolo, è perfetto per una vacanza in Austria con i bambini, a imparare lo sci di fondo, fare mangiate, escursioni nella neve e discese in slittino. Oggi è Martino de Mori di Sportoutodoor24 a raccontarci quanto sia bella la montagna con i più piccini: se cercate una meta per una vacanza in Austria in inverno, ecco 4 motivi per andare a Kartitsch, una località nascosta e sorprendente nel Tirolo orientale (Osttirol).

Kartitsch si trova a pochi chilometri dal confine italiano, un vero villaggio degli alpinisti (il primo certificato in Austria) dove sciare (fondo e discesa) e fare trekking nella neve, camminate con le ciaspole e lunghe discese in slittino in mezzo alla natura. Il bello è che c’è poca gente e una grande accoglienza, un luogo ideale per un weekend o una settimana bianca. Kartitsch è vicino a località più rinomate come San Candido e Sillian, ma sembra lontano anni luce.

L’abbiamo scoperta quest’anno e ci ha entusiasmato per la genuinità degli ambienti e delle persone. E per le emozioni che abbiamo provato facendo sci di fondo sulle piste lungo il fiume, passeggiate nelle foreste innevate e discese a tutta birra sullo slittino.
Ecco perché vale la pena una vacanza a Kartitsch (e dintorni) con i bambini.

Tirolo e Val Pusteria con i bambini: ecco i buoni motivi per andare a Kartitsch

Kartitsch è un tipico villaggio dell’Osttirol, poco più in là del confine di Prato alla Drava, vicino a San Candido. Conta circa 800 abitanti e si trova nella Gailtal, a 1356 metri di altitudine fra le Alpi Carniche e le Dolomiti di Lienz. È vicino a Sillian, località abbastanza rinomata per le vacanze in famiglia, ma ormai un po’ inflazionata.

Kartitsch
Kartitsch, suggestivo come un presepe – PH Tirolo

Qui si assapora una vacanza slow in un vero villaggio alpino contadino, con poche strutture dalle dimensioni contenute, molta pace, silenzio e relax. Attorno, in tutto il Tirolo orientale, ci sono 400 chilometri di piste da fondo, impianti di risalita per discese sulle montagne locali, una pista da slittino esagerata e una rete escursionistica notevole, con percorsi ben segnalati adatti a vari tipi di camminatori, ciaspole comprese.

I costi? Quanto ad alloggi, inferiori a quelli di Sillian e San Candido. Idem per skipass e noleggi attrezzatura da sci. E si mangia cucina locale con 8-12 euro.

1. Kartitsch è un vero villaggio di montagna

Ne sono rimasti pochi nelle Alpi, e vale davvero la pena visitarli: i villaggi di montagna come Kartitsch sono un’idea per trascorrere giornate alternative. 

Il piccolo centro dell’Osttirol è il primo in Austria a fregiarsi del titolo di ‘Villaggio degli alpinisti’  (Winterwanderdorf, ovvero Villaggio escursionistico invernale). Significa che soddisfa alcuni criteri come il rispetto per l’ambiente, il carattere alpino, la scarsa cementificazione e antropizzazione, le strutture per fare sport e una genuinità di fondo che risponde ad una immagine autentica.

Kartitsch
Kartitsch è un piccolo meraviglioso villaggio di montagna – Ph Tirolo

Pochi fronzoli, niente megaresort e megacomprensori, niente colate di cemento, nessun ristorante sushi, ma una vacanza a contatto profondo con la natura. E tutto sommato a prezzi contenuti. 

Si fanno passeggiate sui sentieri escursionistici adatti a tutti: dal Wiesenweg (1,8 km) alla salita al Dorfberg (10,5 km), la montagna di riferimento della zona. Nei piccoli hotel si impara a cucinare piatti tirolesi con le lezioni delle nonne locali (noi abbiamo provato a fare gli Schlipfkrapfen, i ravioli tipici). La sera? A letto presto cullati dal silenzio della montagna.

2. A Kartitsch ci sono tante piste da sci di fondo per imparare

Kartitsch è il paradiso dello sci di fondo e un luogo perfetto per imparare a praticare questo sport in mezzo alla natura. Il punto di riferimento è il centro biathlon di Leiten (dove vengono ad allenarsi atleti professionisti da tutto il mondo). 

Kartitsch
Le piste da fondo di Kartitsch sono ideali per imparare

La pista da provare assolutamente è la Grenzlandloipe, un itinerario ad anello di 51 chilometri con 800 metri di dislivello, da Kartitsch a Maria Luggau, dal profilo molto vario che costeggia il fiume Gail attraversando i campi e i boschi fino alla sella Kartitscher Sattel. 

Naturalmente non dovete percorrerla tutta, potete scegliere fra vari tratti, molti dei quali pianeggianti e ideali per imparare divertendosi con i maestri locali, molti dei quali parlano in italiano (e inglese).

3. Kartitsch vanta una pista da slittino entusiasmante

Scendere per 7 chilometri dalla cima della montagna fino alla base, in mezzo ai boschi, scivolando sulla neve e derapando e urlando di gioia non ha prezzo. La pista da slittino di Obertilliach, a 8 chilometri da Kartitsch, è una delle più lunghe e belle di tutta l’Austria, dove grandi e piccoli del luogo vanno a divertirsi per rilassarsi a fine giornata.

Kartitsch
Lo slittino è uno degli sport nazionali dell’Austria
Kartitsch
Pronti con lo slittino? Divertentissimo per i bimbi!

Si prende la cabinovia alla stazione di Obertilliach e si sale sino in cima, poi si prende uno degli slittini messi a disposizione (3 euro) e si scende a bomba fino al punto di partenza. Ma sempre in sicurezza (Leggete i nostri consigli su come guidare lo slittino)!

Se per gli austriaci lo slittino è uno sport nazionale che si dà quasi per scontato e che si impara fin da piccoli, per chi arriva dall’Italia è qualcosa di piuttosto inedito. L’adrenalina che si prova scendendo a valle tra una curva e l’altra, fra una gobba e l’altra, guardando le vette che ti circondano, è tanta roba: vale il viaggio!

4. A Kartitsch si scia con poca gente

La stessa cosa si può fare con gli sci. Sempre da Obertilliach, prendendo uno skilift appena dopo il termine della cabinovia, si può scendere a valle lungo un itinerario con tratti blu e rossi. Le piste sono frequentate praticamente solo dai locali, che sono davvero pochi. I turisti puntano su altri comprensori, così qui si scia in pace tutto il giorno.

Kartitsch
A Obertilliach le piste sono semplici e sempre poco frequentate

Siamo arrivati in cima poco prima che il sole tramontasse e ci siamo lanciati giù fra i colori rosati delle Alpi. Anche qui una sensazione impagabile: pochissimi sportivi lontani lontani, silenzio, la natura che ti circonda, le curve e la velocità. Anche nel weekend.

La scuola sci locale è ottima per bambini o adulti che vogliono imparare i primi rudimenti e il  carosello è facile e divertente.

Come arrivare a Kartitsch: consigli utili per spostarsi senza pensieri

Il modo migliore per arrivare nella zona di Kartitsch è l’automobile: si guida sull’autostrada A22 del Brennero sino a Bressanone. Successivamente, la E66, statale per San Candido, che prosegue oltre il confine verso Sillian. All’altezza di Tassenbach si prende la provinciale che sale verso Kartitsch e continua per altri 7 chilometri.

L’alternativa è il treno: lungo la linea Verona – Monaco si cambia a Fortezza e si prosegue verso Sillian. Da lì ci sono gli autobus che portano a Kartitsch in 15 minuti. In 25 minuti si arriva a Obertilliach.

Per maggiori informazioni, il sito www.tirolo.com è a disposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.