Kuhalm, in inverno sul Monte Cavallo tra panorami meravigliosi

Kuhalm

La zona di Vipiteno e Racines è ideale per passare qualche giorno a rilassarsi sulla neve e per percorrere qualche fantastico sentiero. I paesaggi sono davvero stupendi e i sentieri praticamente tutti battuti: gli ingredienti per una vacanza di successo, anche con i bambini! Oggi, da Vipiteno, saliremo sul Monte Cavallo per arrivare sino alla pittoresca Kuhalm (chiusa in inverno) e goderci una vista stupenda sulle vette della Val Ridanna e non solo… E terminare tornando a valle lungo la pista da slittino più lunga dell’Alto Adige: 10 chilometri di pura adrenalina. Seguiteci!

  • Località di partenza: stazione di arrivo della cabinovia Rosskopf
  • Parcheggio: alla partenza degli impianti Rosskopf (diverse soluzioni, la più vicina a pagamento – 0,40 euro l’ora – le altre, più lontane, gratuite)
  • Mezzi utilizzati: ciaspole – strada battuta (il primo tratto nel bosco non è battuto)
  • Tempo medio: quarantacinque minuti circa
  • Difficoltà: facile
  • Dislivello:  40 metri – Stazione cabinovia m. 1860 – Kuhalm m. 1897
  • Ritorno in slittino: SI
  • Tipologia di percorso: primo tratto nel bosco su neve fresca (battuta dagli escursionisti), poi sentiero con neve battuta dal gatto delle nevi sino a Kuhalm. Tratto iniziale semipianeggiante, poi due pezzi estremamente pendenti (molto brevi), poi leggera discesa sino a Kuhalm

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Monte Cavallo, l’area sciistica ed escursionistica invernale sopra Vipiteno

Dopo aver parcheggiato la nostra autovettura proprio dietro agli impianti Rosskpf – Monte Cavallo e acquistato il nostro ticket, saremo pronti per salire alla volta dei 1860 metri della stazione di monte, dove il bianco la fa da padrone.

Kuhalm
La partenza del sentiero per Kuhalm, di fianco alla stazione di monte

Immediatamente dovremo dirigerci a sinistra, seguendo le indicazioni per la pista da slittino: non sarà assolutamente difficile individuarla! Pochi metri infatti e noteremo il tracciato: sarà quello che utilizzeremo, una volta rientrati, per tornare a valle.

E, proprio da lì, accanto al tunnel col tappeto magico della pista baby, parte il nostro itinerario che, per questa prima parte, si snoda nel bosco, nella coltre fresca. Di solito, in caso di nevicate assenti, è ben battuto dagli escursionisti: noi non abbiamo assolutamente fatto fatica con i soli scarponi, ma è ovviamente sempre da valutare in base alle condizioni meteo.

Kuhalm
Kuhalm
Kuhalm

Kuhalm: si parte dalla stazione d’arrivo del Monte Cavallo e il primo tratto è nel bosco, nella neve fresca

Si procede dunque in mezzo agli alberi, in un paesaggio che pare fatato: da dietro un pino sembra che debba sbucare all’improvviso un folletto o uno gnomo! Il sole filtra dagli alberi e regala chiaroscuri davvero strepitosi.

La traccia è ben battuta e non c’è rischio di perdersi. Ad un certo punto, la vedremo piegare completamente a destra: se infatti saliamo (anche attraverso gli abeti e i larici) ci ritroveremo lungo la strada battuta che proviene dal Flaner Jochl.

Kuhalm

Si tratta infatti del sentiero escursionistico invernale del Monte Cavallo: si può percorrere con o senza ciaspole ed è ottimamente segnalato. Noi l’abbiamo già provato (il familienroute, più breve e studiato per le famiglie) e ne siamo rimasti incantati!

Attenzione: se volete evitare il primo tratto nel bosco, potete risalire la pista baby (naturalmente a lato e con molta attenzione): in brevissimo vi ricongiungerete col già citato sentiero del Flaner Jochl. Da lì non resta che continuare!

Kuhalm
Il bosco ci regala scorci veramente spettacolari
Ci si ricongiunge, in breve, col sentiero battuto

L’itinerario verso Kuhalm è perfettamente battuto. Dura circa un’oretta per un dislivello minimo

Dunque una volta guadagnato l‘itinerario battuto, dovremo naturalmente seguirlo. Dopo un breve saliscendi, ecco che gli alberi ci lasceranno in favore di una vista per più ampia e ariosa: possiamo spingere il nostro sguardo lungo quasi tutta la Valle Isarco e sin quasi le Dolomiti!

Kuhalm
Il paesaggio si apre e ci regala una vista spettacolare

Ci attende poi l’unico pezzetto veramente ardito: una salita tostissima, fortunatamente anche molto breve. Il modo migliore per affrontarla (se non muniti di ciaspole o ramponcini) è sicuramente quello di camminare a lato nella neve fresca, per ottenere un grip migliore e ascendere senza (quasi) fatica.

Siamo accanto alle piste da sci: terminata l’erta (doppia), noteremo che la nostra strada compie un’ampia curva verso destra. Però noi non dovremo seguirla, giacché Kuhalm non si trova da quella parte. E quindi? Dovremo attraversare il tracciato sciistico e portarcene al di là, dove si nota già il cartello che contraddistingue il percorso.

Kuhalm
Il sentiero battuto contnua, per un breve tratto, in decisa salita
Kuhalm
Si cammina in un contesto grandioso
Kuhalm
Dopo la pista da sci, il tracciato continua

Per arrivare a Kuhalm si segue il sentiero battuto che attraversa le piste da sci

Dopo la veloce (ma faticosa) salita, un provvidenziale pianoro ci accompagna – idealmente – verso le vette della Val Ridanna. La nostra meta infatti è parte del gruppo delle malghe di Telves (assieme a Freundalm e Ochsenalm), una località proprio della Val Ridanna, ideale anche per passeggiate estive.

Kuhalm
Un riposino prima di continuare!
Kuhalm
Il panorama è davvero spettacolare anche sulle vette di Racines

Ma non divaghiamo!
Continuando a percorrere il nostro sentiero, noteremo altre tracce battute che dovremo ignorare. Infatti siamo già sul percorso giusto e, in breve, aggireremo il versante della montagna per notare, proprio in fondo, la nostra meta, Kuhalm.

Ora ci attende una lieve discesa: i cartelli ci indicano che mancano solo 20 minuti per arrivare a destinazione e possiamo confermare, anche coi bimbi e con la neve. Contate un pochettino di più al ritorno, dove cammineremo in salita (ma nessuna fatica, anzi).

Kuhalm
Ci si avvicina a Kuhalm e si palesano le vette della Val Ridanna
Kuhalm
La passeggiata è facile e fattibile anche dai bambini

Kuhalm, chiusa in inverno, è un balcone panoramico sulla Val Ridanna. E c’è pochissima gente

Il paesaggio si fa via via sempre più bello: ormai siamo sopra la Val Ridanna e possiamo notare anche le cime di Racines e quelle intorno a Passo Giovo. Se aguzziamo la vista, potremo anche scorgere qualche vetta della Val Passiria e del Parco Naturale Gruppo di Tessa!

Kuhalm
Per arrivare a Kuhalm. la strada scende leggermente
Kuhalm
Manca poco ormai! (Sullo sfondo, la Val Ridanna)
Kuhalm
La strada è battuta sino alla meta

E così, con calma e gustandoci tutta questa meraviglia, in breve saremo arrivati. Kuhalm (m. 1897) è conquistata!
Chiusa in inverno, può comunque essere utilizzata come punto di ristoro, a patto di portarsi qualcosina. Sedersi e ammirare il panorama veramente non ha prezzo! La pace e la tranquillità che si trovano, sono impagabili: essendo lontana dalle piste, in pochi vi si avventurano, rendendolo un luogo magico e meditativo.

Ci troviamo sulla Ridnauer Hohenweg, l’Alta Via della Val Ridanna. I ciaspolatori esperti ed allenati potrebbero anche intraprenderla, arrivando sino alla Prischeralm (m. 2160), sempre chiusa e altrettanto spettacolare. Ma non è certo alla nostra portata!

Per tornare a valle dal Monte Cavallo, si scende in slittino sulla pista più lunga d’Italia

Quindi, dopo aver indugiato a lungo per ammirare cotanto splendore, saremo pronti per rientrare alla stazione dell’ovovia e scendere a Vipiteno. Ma con gli impianti? No, no e poi no! Assolutamente con lo slittino!

Dal Monte Cavallo scende infatti la pista da slittino più lunga d’Italia: ben 10 chilometri di pura adrenalina! La pista, come anticipavamo, inizia proprio accanto all’arrivo della cabinovia (segnalata, non temete) e giunge sino al parcheggio a valle. Tra curve, salti, rettilinei, in mezz’ora si tornerà al punto di partenza, ovviamente desiderando di ripetere la favolosa esperienza!

Kuhalm
Kuhalm

Informazioni utili per scendere sulla pista da slittino più lunga d’Italia

  • quanto costa la pista da slittino? La pista è gratuita, si paga la risalita in cabinovia. Sul sito montecavallo.com tutti i prezzi (a partire dai 14 euro per una corsa singola adulti e 10 gli junior): i bambini sotto gli 8 anni viaggiano gratis se accompagnati da un adulto
  • dove noleggio lo slittino e quanto costa? Vi sono molti negozi sportivi alla base degli impianti e tutti quanti noleggiano slittini. Il prezzo può variare ma indicativamente mettete in conto circa 10/12 euro per tutta la giornata. I bambini devono indossare obbligatoriamente il casco sino ai 14 anni (ed è consigliato anche per gli adulti)
  • quanto dura la discesa in slittino? Dipende da quanto veloce scendete! Noi ci abbiamo messo circa 25 minuti, ma tenete conto anche 40, coi più piccini
  • dove si può mangiare sul Monte Cavallo? Subito all’arrivo della cabinovia ci sono diversi punti ristoro. Volendo fare una breve passeggiata (20 minuti) si può salire alla Sterzing Haus, molto carina e con un bel panorama
  • se ho il mio slittino? Nessun problema, lo potete utilizzare (come noi). Se volete fare una passeggiata, potete anche lasciarlo in custodia al personale degli impianti, all’arrivo della cabinovia
  • dove si parcheggia? L’area più prossima alla stazione degli impianti è a pagamento (0,40 cents l’ora), Poco oltre verso il Passo del Brennero, vi sono altri posteggi, sterrati ma gratuiti. Attenzione ai pantani!
  • dove dormire vicino al Monte Cavallo? Noi siamo stati molte volte e abbiamo una vasta esperienza! Possiamo quindi consigliarvi ben 3 family hotel: l’Alphotel Tyrol di Racines, lo Schneeberg in Val Ridanna e l’Almina in Val Giovo. Tutti davvero a misura di bimbi e ideali per trascorrere vacanze davvero al top. E, se desiderate un maso, il Lichtung Woldererhof, nuovo e con mille comfort, è pronto a offrirvi tanti prodotti a km 0!

Con lo slittino, non dimenticate mai la sicurezza! Leggete il nostro post come si guida lo slittino e buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.