Da La Villa al Lech da Sompunt: splendida passeggiata invernale

Lech da Sompunt

L’Alta Badia è sempre una garanzia. Sia in estate che in inverno, offre panorami davvero fantastici e facili sentieri da percorrere con i nostri bimbi. Oggi effettueremo un grande classico: partiremo infatti da La Villa per raggiungere il Lech da Sompunt, godendo di una vista spettacolare sul Sas Dla Crusc, sul Piz Lavarella e sul Piz Dles Conturines. Pronti a venire con noi?

  • Località di partenza: La Villa (alta), piazza della chiesa
  • Parcheggio: alla località di partenza (non molto grande, a pagamento)
  • Mezzi utilizzati: ciaspole
  • Tempo medio: quarantacinque minuti circa
  • Difficoltà: facile
  • Dislivello: – 20 metri – La Villa m. 1477 – Lech da Sompunt m. 1460
  • Tipologia di percorso: sentiero classico con diversi lievi saliscendi, per la maggior parte innevato ma asfaltato nell’ultimo tratto (da Sotsas)

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Passeggiata invernale verso il Lech da Sompunt: si parte da La Villa

Dopo essere saliti alla chiesa di La Villa (nella frazione alta dell’abitato), parcheggiamo facilmente e subito c’incamminiamo verso la parte terminale, quella che idealmente conduce verso Brunico. Proseguiamo per Strada Rottonara mantenendoci nel suo tratto maggiormemnte elevato (non scendiamo quindi verso l’Hotel Dolasilla) e, ben presto, ci troveremo a dover affrontare il primo passaggio delicato.

Lech da Sompunt
La pista da sci che bisogna attraversare per iniziare la passeggiata
Lech da Sompunt
Si cammina splendidamente immersi in un paesaggio da fiaba
Lech da Sompunt
Il panorama è davvero mozzafiato e spazia sino al Passo di Valparola

Bisogna infatti oltrepassare la pista da sci: con moltissima attenzione dunque ci portiamo dall’altra parte e, una volta arrivati, lasciamo che il nostro sguardo possa spaziare. Davvero un panorama meraviglioso: dal Sas Dla CruscLavarella e Conturines quasi sino ad arrivare al Passo di Valparola e allo sperone del Lagazuoi

Dopo aver fatto il pieno di cotanta meraviglia, proseguiamo, senza però mai distogliere lo sguardo…Non ce la faremmo, giacché è tutto davvero meraviglioso. Il sentiero, battuto esclusivamente dagli escursionisti (ma, in genere, fattibile anche coi soli scarponcini da montagna) continua in leggera discesa addentrandosi dapprima in un rado boschetto e poi tra alberi più fitti.

Lech da Sompunt
Lech da Sompunt
Lech da Sompunt

Verso il Lech da Sompunt, con l’imponente Sas Dla Crusc a scortarci

Tra i rami filtra ancora lo splendido paesaggio, con il Sas Dla Crusc a farla da padrone… Una vista davvero eccezionale! In breve, attraversata la foresta, già vedremo delle casette: siamo arrivati a Sotsas (m. 1491), piccola pittoresca frazione di La Villa. Una leggera salita ci separa dal raggiungerlo: scarsi cinque minuti e la nostra prima tappa sarà infine conquistata.

Lech da Sompunt
Verso il Lech da Sompunt: gli alberi regalano scorci attraverso i rami
Lech da Sompunt
Il panorama si apre verso il Sas Dla Crusc
Lech da Sompunt
Si cammina nel bosco sulla traccia battuta dagli escursionisti

Facendo attenzione a qualche tratto con il fondo ghiacciato, pian piano attraversiamo il caratteristico borgo: la strada ora diviene asfaltata e dovremo proseguire in impercettibile discesa lungo la carrozzabile che lo collega alla statale. Non passerà poi moltissimo che, improvvisamente, ci ritroveremo dinanzi ad una nuova pista da sci.

E quindi, sempre con molta attenzione controllando gli sciatori che scendono, oltrepassiamo il tracciato: ormai la nostra meta è vicina!
Infatti, dietro agli alberi, già potremo notare le inconfondibili sagoma di due costruzioni: l’Hotel Lech da Sompunt e il Residence Ciasa Vedla, adagiato proprio sulle sponde del magnifico lago.

Lech da Sompunt
Eccoci finalmente arrivati al Lech da Sompunt

Lech da Sompunt: magico specchio d’acqua dove si può anche pattinare!

Se in estate il Lech da Sompunt permette al maestoso Sas Dla Crusc di specchiarsi nelle sue acque color cobalto, in inverno lascia che grandi e piccini possano cimentarsi in evoluzioni e scivolate. Infatti si trasforma in una stupenda pista e naturale di pattinaggio: come non provarla?

Il noleggio si trova proprio all’interno del Residence, a ridosso delle rive, e basterà quindi scegliere il proprio paio di fiammanti pattini (anche per i bimbi naturalmente) per poter iniziare a scivolare sul ghiaccio, immersi in un contesto paesaggistico davvero unico. Probabilmente uno dei più belli delle Dolomiti!

Lech da Sompunt
Il Lech da Sompunt, col Sas Dla Crusc alle sue spalle
Lech da Sompunt
Il meraviglioso Lech da Sompunt, ove è anche possibile pattinare

Chi non volesse però effettuare una prova potrà sedersi su una delle panchine intorno al lago e ammirare semplicemente il favoloso panorama. Vi sono anche alcune altalene per i bimbi: un ottimo diversivo prima di rientrare a La Villa.

E così, dopo aver soddisfatto la nostra voglia di provare un nuovo sport, saremo pronti per calcare nuovamente il nostro sentiero sino al punto di partenza. In poco più di mezz’oretta ritorneremo così alla chiesetta di La Villa, innamorati ormai di ciò che abbiamo potuto ammirare.

Lech da Sompunt
Un sentierino costeggia le rive
Lech da Sompunt
Qualche gioco per i bimbi
Lech da Sompunt
Lech da Sompunt, splendido da ogni angolazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.