Rifugio Brogles, coi bambini nel parco naturale Puez-Odle

Rifugio Brogles coi bambini: la meraviglia delle Odle

Oggi raggiungiamo una delle malghe più belle di tutte le Dolomiti dell’Alto Adige: il Rifugio Brogles coi bambini, in val di Funes, sotto le magnifiche Odle, nel parco naturale omonimo, partendo da Ortisei, in Val Gardena.

  • Località di partenza: Chalet Riescesa
  • Parcheggio: agli impianti della funivia Seceda, Ortisei (a pagamento, max 8 euro al giorno)
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino sconsigliato per l’ultimo tratto con ciottoli)
  • Tempo medio: un’ora e mezza
  • Difficoltà: facile

Arrivati a Ortisei e lasciata la macchina nell’ampio parcheggio coperto in prossimità degli impianti della funivia Seceda, si cammina per circa cinque minuti in direzione invece della funicolare Riescesa (che non offre invece possibilità di sosta nelle immediate vicinanze, e che consente l’accesso anche ai passeggini) che, in pochissimi minuti e con un panoramico percorso, conduce tranquillamente ai 2093 m. dello Chalet Riescesa, dal quale si gode di un impareggiabile vista sulle principali vette dolomitiche: il gruppo del Sella, il Sassolungo, il Sassopiatto e, dietro, anche la Regina Marmolada.

Rifugio Brogles coi bambini: la meraviglia delle Odle

Da qui si prosegue subito in direzione Rifugio Brogles lungo il sentiero 35B, in questo particolare breve tratto (100 metri) caratterizzato da radici e sassi; chi fosse arrivato sin qui col passeggino, potrà invece seguire il largo e comodo sterrato aldilà della stazione di monte, accessibile tramite un corridoio nel retro della costruzione; dopo circa cinque minuti in assoluta tranquillità, si perverrà già al Rifugio Cason (m. 2110), dove la vista è, se possibile, ancor più ampia e bella, spaziando ancor più sulle belle cime precedentemente menzionate.

Da qui, una ripida discesa ci aspetta, ed al ritorno sarà il pezzetto più ostico in assoluto (e quello che mi fa propendere per consigliare lo zaino portabimbo): nulla di troppo faticoso, la lunghezza totale sarà di circa 50 metri; successivamente il declivio si fa meno impegnativo, sino a giungere ad un piccolo avvallamento, dal quale comincerà una salita dolce e costante per alcune centinaia di metri, che però nemmeno ci accorgeremo di fare.

Rifugio Brogles coi bambini: la meraviglia delle Odle

Pian piano che maciniamo metri, le Odle, dapprima nascoste, si fanno sempre più visibili, iniziando a manifestare la loro prorompente bellezza; il sentiero che corre verso di loro sembra davvero avere l’aspetto di una strada per il paradiso, così dolce nelle sue pendenze e assolutamente panoramico in ogni suo punto.

Dopo una bella oretta abbondante, ed  aver incrociato alcuni altri sentieri (come la deviazione alla forcella di Valuzza) finalmente arriveremo al Passo di Brogles (m. 2119), dove lo spettacolo è davvero massimo: ormai le Odle sono vicinissime a noi e ci ammaliano con la loro bellezza; ancora una decina di minuti e saremo arrivati alla nostra meta (questo tratto è su sassi acciottolati, per cui spingere qui un passeggino, soprattutto in salita, non è impossibile, ma certamente molto faticoso, data anche la pendenza)

Rifugio Brogles coi bambini: la meraviglia delle Odle

Il Rifugio Malga Brogles (m. 2045) ci accoglie esternamente completamente ristrutturato, e sembra davvero uscito dalla sapiente mano d’un pittore; qui intorno è assolutamente l’ideale per i bambini, dal momento che ci sono infiniti prati dove potersi sedere, correre e giocare; in prossimità della struttura, ci sono panche e tavoli, riservati a coloro che decidono di acquistare cibo o bevande, ma è possibile consumare anche all’interno, nella caratteristica piccola saletta; il menù è molto invitante, con specialità locali: io ho assaggiato la carne aromatizzata con patate, e devo dire che non me ne sono certo pentita!

Ma questa, per alcuni, potrebbe essere solo una tappa e non un arrivo: da qui si può partire alla conquista della Forcella Pana (m. 2490), per poi arrivare sino alla cima del Seceda (m. 2500), stazione di monte dell’omonima funivia; si può invero proseguire per la Malga Casnago e il Rifugio Odle (m. 1996), ormai in territorio della Val di Funes, da dove il panorama sarà splendido; noi invece abbiamo deciso di accontentarci e passare qualche attimo in più in contemplazione di questo posto magnifico, lasciando che i bimbi giocassero tutt’intorno.

Rifugio Brogles coi bambini: la meraviglia delle Odle

Il ritorno, che avviene lungo la stessa via dell’andata, può essere variato con una puntatina alla Forcella di Valluzza (m. 2107) lungo il sentiero 31, che si arriverà direttamente al Rifugio Riescesa (m. 2200) dove, dopo un’ulteriore camminata pianeggiante di circa 30 minuti per guadagnare lo Chalet Riescesa (non fattibile in passeggino) saremo pronti per riprendere la funicolare e tornare ad Ortisei.

 

Altre idee interessanti

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someone

Comments

    • Matteo
    • 11 luglio 2016
    Rispondi

    Non vedo l’ora di farlo tra un mese! Complimenti per il sito, utilissimo e fatto bene

    1. Azzurra
      • Azzurra
      • 11 luglio 2016
      Rispondi

      Sarà un’escursione che ti rimarrà nel cuore, proprio come a me! L’ho fatta come prima gita dello scorso anno, dopo che l’avevo sognata per un’intera stagione…e la realtà ha ampiamente soddisfatto (e superato) l’aspettativa!
      Grazie mille per i complimenti!!

        • Francesco
        • 2 agosto 2016
        Rispondi

        Ciao Azzurra ci sono animali al rifugio Broles?
        Altrimenti c’è ne sono da quelle parti?
        Grazie mille per i consigli!

        1. Azzurra
          • Azzurra
          • 5 agosto 2016
          Rispondi

          A Malga Brogles non ricordo di averle viste…ho anche riguardato le foto per sicurezza e no, non ce ne sono. Però tieni presente che noi siamo stati a fine luglio 2015 e la Malga era rimasta chiusa per un po’ a causa della ristrutturazione: magari quest’anno ci sono!

        2. Azzurra
          • Azzurra
          • 5 agosto 2016
          Rispondi

          A Malga Brogles non ricordo di averle viste…ho anche riguardato le foto per sicurezza e no, non ce ne sono. Però tieni presente che noi siamo stati a fine luglio 2015 e la Malga era rimasta chiusa per un po’ a causa della ristrutturazione: magari quest’anno ci sono! In Val Gardena ci sono sulla strada che conduce da Passo Sella al Comici e a Baita Saltner partendo da Monte Pana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *