Rifugio Primaneve, a spasso tra i verdissimi prati della Lessinia

Rifugio Primaneve

Sarà per il suo nome, sarà perché la “prima neve” ci richiama sempre in montagna… Il Primaneve è il rifugio dove ho portato mio figlio decine di volte: in pancia, in marsupio, in zaino, a piedi. Una volta addirittura con la bici senza pedali, pur di farlo divertire e conservare le energie per arrivare fino in cima al Monte Tomba! Ci andiamo in ogni stagione e condizione. E stavolta decidiamo di passarci un sabato sera alternativo e più fresco della città. Ogni volta, la Lessinia è uno spettacolo da vivere. Questo altopiano che dal Veneto si estende verso il Trentino infatti è costellato di semplici mete panoramiche per tutta la famiglia

  • Località di partenza: Rifugio Bocca di Selva a 1550 m (attenzione, proprio in questo punto i telefoni non hanno buona ricezione). C’è la possibilità di partire anche dal passo del Branchetto per poi ricongiungersi sullo stesso sentiero (troverete le indicazioni nell’ultimo paragrafo)
  • Parcheggio: Rifugio Bocca di Selva (grande, gratuito)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Parcheggio Bocca di Selva
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino da trekking possibile solo fino alla base della salita finale)
  • Tempo medio: un’ora circa andata – 50 minuti ritorno
  • Difficoltà: facile – medio
  • Dislivello: 210 metri – Rifugio bocca di Selva m. 1550 – Rifugio Primaneve m. 1760
  • Tipologia di percorso: ampia strada forestale, sentiero battuto. Buona parte del percorso è accessibile anche in automobile (anche se noi lo sconsigliamo, se non in caso di reale necessità di avvicinarsi al rifugio)

Rifugio Primaneve: come arrivare, da dove partire e dove parcheggiare

Per raggiungere il nostro punto di partenza si impiegano piacevoli 45 minuti da Verona, un’ora e un quarto da Vicenza e novanta minuti da Trento.

Si sale quindi sino al Rifugio Bocca di Selva lungo la Strada Provinciale 14: il parcheggio è gratuito in estate ma a pagamento in inverno, in quanto punto di partenza delle piste per lo sci di fondo.

Indicazioni parcheggio Google Maps: Parcheggio Bocca di Selva

Branchetto
Il Branchetto, un altro possibile itinerario per arrivare al Rifugio Primaneve

Rifugio Primaneve: si parte dal Rifugio Bocca di Selva, nella splendida Lessinia

Andiamo un po’ controcorrente e decidiamo di partire per la nostra escursione di sabato pomeriggio. Anziché una serata in pizzeria nel caldo afoso della città, scegliamo di andare a cena in Lessinia. Che ne dite, vi piace l’idea? Conosciamo benissimo il percorso e i tempi, ma ovviamente teniamo d’occhio l’orologio per poter camminare in sicurezza, evitando che la notte sopraggiunga velocemente o il meteo cambi.

Rifugio Bocca di Selva
Si parte dal Rifugio Bocca di Selva

In meno di un’ora raggiungiamo il comodo parcheggio del Rifugio Bocca di Selva, a 1550 metri. Breve pausa, zainetto in spalla e via! All’angolo del parcheggio teniamo la destra, sulla strada asfaltata in salita (tranquilli, è solo un primo pezzo un po’ più ripido fino alla curva).

Lasciamo a sinistra una strada bianca che dove inizia un giro lungo verso il Rifugio Podestaria (un percorso invece impegnativo, da fare con bimbi più grandi).

Rifugio Bocca di Selva
Accanto alla strada bianca, i bimbi si divertono ad esplorare

La strada per arrivare al Rifugio Primaneve è la stessa del Rifugio Monte Tomba (che si trova accanto)

Percorriamo il primo tratto tra i tipici “funghi di pietra”, particolari formazioni rocciose dovute a un fenomeno carsico. Sono piccoli monoliti veramente affascinanti. L’acqua meteorica nel tempo, penetrando nelle fessure, ha eroso con pazienza lo strato di oolite più interno formando dei piloni che sorreggono dei “cappelli” più resistenti di rosso ammonitico.

Rifugio Primaneve
La bellezza della montagna all’imbrunire

Ci fermiamo ovviamente a fare delle foto, ogni volta con una luce o angolazione diversa. I bimbi vogliono esplorare e arrampicarsi un po’ su queste rocce che stimolano la loro fantasia!

Proseguiamo sulla strada bianca, dolce e piacevole. Il nostro primo incontro è con le mucche, tante belle mucche, sane, tranquille e felici di pascolare quassù.

Lessinia
La Lessinia è il cuore verde del veronese

L’escursione al Rifugio Primaneve è facile e adatta a tutta la famiglia. Si impiega un’oretta

Ce ne sono tante, a volte i bimbi si fermano a parlare con loro senza però infastidirle, non si sa mai… Si abbeverano nei numerosi laghetti tondi e poco profondi, tipici di questo panorama. È importante spiegare ai nostri bambini di non gettare i sassi nei laghetti, perché altrimenti le mucche hanno difficoltà a entrare con le zampe nelle acque e si potrebbero fare male.

Rifugio Primaneve
Mucche al pascolo… Serale!

Il nostro percorso continua, e intorno a noi è talmente bello che con qualche canzoncina e quattro chiacchiere continuiamo con tranquillità, restando sempre sulla strada principale.

Lasciamo alla nostra sinistra una seconda strada che porta al Rifugio Podestaria (percorso molto più lungo, oltre 2 ore) e proseguendo, saliamo ancora finché sulla destra notiamo una scorciatoia più ripida (e a volte scivolosa) che ci fa risparmiare qualche minuto. Qui c’è anche uno spiazzo dove qualche macchina parcheggia per arrivare più brevemente ai rifugi, solitamente in caso di reale necessità.

Rifugio Primaneve
Ci sono anche delle scorciatoie

La salita finale per ilRifugio Primaneve è breve ma ripida. Per questo, meglio non utilizzare il passeggino

Una volta giunti all’ultimo bivio, vediamo una grande indicazione per il Rifugio Primaneve e il Rifugio Monte Tomba, che sorgono adiacenti. Un ultimo sforzo che varrà la pena portare a termine perché da lassù il panorama è veramente a 360 gradi. Siamo a quasi 1800 metri di altitudine con un paesaggio dolce, un vero quadro.

Con i cartelli non ci si può sbagliare

Il Rifugio Primaneve (m. 1760), Renato e tutta la sua famiglia ci hanno sempre accolti alla grande, con gentilezza, qualità del cibo, scelta dei vini (chiedete di Sara), simpatia e disponibilità di spazi.

C’è una bella terrazza panoramica dove poter mangiare; per assicurarsi un tavolo all’interno è invece sempre meglio prenotare. Sdraio, prato, buon cibo, vista sull’Alta Lessinia, aria fresca… Cosa volere di più? Ah sì, dietro al rifugio c’è un’altalena!

Ormai si è arrivati!

Il Rifugio Primaneve è aperto anche la sera, in estate. Ideale per una cena con vista sulle stelle!

Il Rifugio Monte Tomba (poco prima del Primaneve, la casa in legno sulla destra) ha una grande terrazza panoramica. Internamente è più piccolo e assolutamente carino. Recentemente la gestione è cambiata e anche qui ci siamo sempre trovati molto bene.

La discesa (per la stessa via) è più veloce e ritroviamo una pace incredibile. Qualche lucciola si è fermata proprio sul nostro percorso, ed è subito magia con i bambini.

Rifugio Primaneve
Che bellezza ammirare il panorama!

Rifugio Primaneve e Rifugio Monte Tomba: orari d’apertura, contatti e informazioni utili

Rifugio Primaneve
Itinerario per il Rifugio Primaneve – Geoflyer Europe 3D Maps

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.