Val di Funes: a Kaserill Alm con lo slittino!

Kaserill Alm

In Val di Funes l’inverno è sempre magico. Ci sono chilometri di sentieri battuti, malghe accoglienti e deliziose ma soprattutto loro, le Odle! La loro bellezza riesce a soggiogare chiunque: una volta viste, entrano di prepotenza nel cuore per non uscire. E oggi vi accompagniamo quindi a fare una deliziosa passeggiata per godere del loro fascino: da Malga Zannes saliamo infatti a Kaserill Alm. E poi, naturalmente, scendiamo in slittino!

  • Località di partenza: Malga Zannes
  • Parcheggio: alla località di partenza (grande, a pagamento)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Malga Zannes Parkplatz
  • Mezzi utilizzati: ciaspole o ramponcini – strada battuta
  • Tempo medio: un’ora e dieci minuti circa andata – un’ora ritorno
  • Difficoltà: facile – medio
  • Dislivello: 240 metri – Malga Zannes m. 1680 – Kaserill Alm m. 1920
  • Ritorno in slittino: SI
  • Tipologia di percorso: larga forestale battuta in salita costante con tratti anche un pochino ripidi

Escursione invernale: consultare sempre l’Ufficio Turistico per verificare le condizioni del manto nevoso, la fattibilità del percorso e l’equipaggiamento da utilizzare

Kaserill Alm: come arrivare, da dove partire e dove parcheggiare

Arrivare al nostro punto di partenza è molto semplice. È necessario percorrere tutta la Val di Funes e, all’altezza di Ranui (dove c’è la famosa chiesetta) voltare a sinistra, sempre sulla strada principale.

Senza mai fermarci arriveremo quindi facilmente al parcheggio di Malga Zannes dove il casellante acquisirà da noi (prima di farci entrare) la somma richiesta per la sosta (6 euro per tutto il giorno, indicativamente).

Indicazioni parcheggio Google Maps: Malga Zannes Parkplatz

Val di Funes
La magnifica Malga Zannes – © Johann Messner

Per salire a Kaserill Alm si parte da Malga Zannes, alla fine della Val di Funes

Una volta giunti a Malga Zannes non dovremo fare altro che intraprendere la nostra escursione. La prima parte è comune a quella per Gampenalm che già abbiamo testato qualche tempo fa: ci incamminiamo dunque facilmente nel bosco.

Kaserill Alm
Si parte per Kaserill Alm! Da Malga Zannes
La via è battuta dal gatto delle nevi, quindi senza ciaspole

La via è battuta dal gatto delle nevi, per cui nessuna fatica o affondo nella neve. Le ciaspole non sono quindi necessarie ma va valutato l’utilizzo dei ramponcini qualora vi fossero tratti ghiacciati.

Il sentiero sale subito con qualche tornante e permette d’alzarsi di quota in un tempo breve. Siamo all’interno del bosco e la vista sulle Odle ci è celata dalle vette degli alberi… Ma qua e là noteremo qualche pezzetto di Sass Rigais e Furchetta, non temete!

Kaserill Alm
Camminare è molto piacevole e mai troppo difficile
Kaserill Alm
Si assapora già la discesa in slittino
Kaserill Alm
Per rientrare infatti si sfreccerà lungo la strada

Per arrivare a Kaserill Alm si superano quasi 250 metri di dislivello e ci vuole poco più di un’oretta

Non sarà trascorso tanto tempo che, inaspettatamente, la forestale spianerà: qui proprio nessuno sforzo sarà richiesto e, anzi, potremo goderci la neve in tutta serenità.

Kaserill Alm
La strada poi spiana e il Col di Poma si erge di fronte a noi
Kaserill Alm
Il paesaggio è davvero molto bello

Attenzione però agli slittinisti che passano velocissimi! Questa è infatti la pista che scende sia da Kaserill Alm (nostra meta) e da Gampenalm: spostatevi sempre a lato, in maniera da non intralciare le performance sportive.

Dal piano sul quale stiamo camminando possiamo, notare in lontananza, lo Zendleser Kofel (m. 2433) dove troneggia una grande croce. Non dovremo certamente arrivare sin lassù, non abbiate paura. Anzi, ormai non siamo nemmeno più così lontani.

Kaserill Alm
Kaserill Alm
Kaserill Alm

Le ciaspole non occorrono, la strada per Kaserill Alm è battuta

Superiamo quindi il bivio per Gampenalm (questo è il secondo punto ove potremo svoltare per questa malga: il primo lo abbiamo oltrepassato subito dopo la partenza). Poco oltre ecco che si ricomincia a salire: sarà il pezzetto più tosto dell’intera escursione.

Kaserill Alm
Saliamo senza troppa fatica
Kaserill Alm
La bellezza del paesaggio è notevole
Kaserill Alm
Oltrepassiamo l’ultimo bivio per Gampenalm

Sì perché dovremo guadagnare poco meno di 100 metri di dislivello in un percorso relativamente breve: la pendenza aumenta notevolmente. Fortunatamente dei tornanti mitigano la ripidezza e possiamo affrontare l’ascesa senza troppo fiatone.

E, alla fine, dietro una curva… Tac! Ecco spuntare la sagoma di una casetta: Kaserill Alm (m. 1920) è finalmente conquistata.
Qui naturalmente possiamo riposarci e ristorarci: in inverno infatti Kaserill Alm è aperta e si può mangiare. Anzi, vi aspettano ottimi piatti tipici oppure anche una gustosa merenda, se sarete giunti qui di pomeriggio.

Kaserill Alm
Ed eccoci finalmente a Kaserill Alm
Kaserill Alm
A Kaserill Alm serve proprio un momento di riposo
Kaserill Alm
Si può anche gustare un buon piatto tipico

Kaserill Alm è aperta in inverno e si può mangiare. Si noleggiano anche gli slittini

Prima però di tornare a Malga Zannes, camminate ancora una decina di minuti e giungete alle casette poco sopra. Da qui la vista sulle Odle è decisamente magica… Non si riesce a raccontarla, bisogna proprio ammirarla. E non ve ne pentirete!

Dopo questo piccolo “allungo“, allora sì che si potrà rientrare a valle soddisfatti. Ma non certo a piedi! Infatti da Kaserill Alm, come abbiamo visto, si può scendere con  lo slittino. Se non lo aveste con voi, potrete sempre noleggiarlo: lo lascerete poi al parcheggio e il personale lo recupererà la sera.

Kaserill Alm: orari d’apertura e informazioni utili

Kaserill Alm
Itinerario per Kaserill Alm – Geoflyer Europe 3D Maps

Altre idee interessanti in Val di Funes:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.