Tutte le più belle passeggiate per bambini sull’Alpe di Siusi

Alpe di Siusi

L’Alpe di Siusi, l’altopiano più vasto d’Europa, è anche uno dei più bei luoghi ove passeggiare coi nostri bimbi. Infatti le escursioni sono praticamente tutte facili, perlopiù pianeggianti o senza dislivelli eccessivi. E tutte naturalmente offrono panorami pazzeschi! Venite con noi alla scoperta delle più belle camminate, ne troverete certamente alcune che non conoscete e che dovrete assolutamente provare!

Escursioni e facili passeggiate sull’Alpe di Siusi partendo da Compatsch

L’Alpe di Siusi è nota in tutto il mondo per la sua meravigliosa bellezza. Dominata dalle molti di Sassolungo, Sassopiatto e Sciliar, offre un dedalo di sentieri facili e percorribili da tutti, molti dei quali fattibili anche con passeggino. Salite dunque da Siusi con la cabinovia (oppure con il pullman di linea) sino a Compatsch e preparatevi alla meraviglia: di questi luoghi vi innamorerete!

Laranzer Schwaige

Malga Laranzer Schwaige, a spasso per l'Alpe di Siusi in passeggino
Il bellissimo panorama su Sassolungo e Sassopiatto da Laranzer Schwaige
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: 150 metri
  • Difficoltà: facile  – medio
  • Punti di ristoro: SI – Hotel Ritsch – Laranzer Schwaige

Da Compatsch iniziamo la nostra passeggiata proseguendo facilmente verso Saltria. La via è una larga forestale e corre accanto alla strada asfaltata utilizzata dai bus, percorribile tranquillamente anche in passeggino.

Volendo, superato l’Hotel Steger Dellai, si potrebbe anche percorrere, in alternativa, lo Steger Weg (dedicato ad Hans e Paula, pionieri della montagna) che si stacca sulla destra tra stupendi prati, ma non in passeggino (o almeno, con più fatica). In questo modo, transiteremmo anche da Tuenehutte, altro stupendo ristoro dell’Alpe.

Sia in un modo che nell’altro, arriveremo dapprima all’Hotel Ritsch (con delizioso parco giochi, ideale per una pausa). Poco dopo, ecco la nuova deviazione per la nostra meta, Laranzer Schwaige: il sentiero 12A (sempre Steger Weg) dapprima scende un pochettino per poi risalire, esigendo un minimo di fatica.

Ma lo spettacolo, una volta arrivati alla nostra destinazione Laranzer Schwaige (m. 1927), sarà davvero infinito!

Leggi l’escursione completa: Malga Laranzer Schwaige, a spasso per l’Alpe di Siusi in passeggino


Baita Sanon

Baita Sanon
Baita Sanon è un ottimo punto per giocare e ristorarsi
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: un’ora circa
  • Dislivello: 60 metri
  • Difficoltà: facile
  • Punti di ristoro: SI – Baita Sanon

Da Compatsch, camminiamo lungo la larga forestale sterrata che corre accanto alla strada asfaltata verso Saltria. Prima di arrivare, come per l’itinerario precedente verso Laranzer Schwaige, voltiamo a sinistra seguendo le facili indicazioni verso Baita Sanon.

La via è sempre molto tranquilla e facile, in pendenza modestissima. E così, in poco meno di un’oretta, giungeremo facilmente a Baita Sanon, ove un bel parco giochi attende i più piccini.

Sulla soleggiata terrazza si può decidere di optare per un buon piatto tipico ma, volendo, tutt’intorno ci sono infiniti prati per una sosta picnic davvero panoramica e appetitosa!

Leggi l’escursione completa: Rifugio Sanon, alla scoperta dell’Alpe di Siusi col passeggino


Rauchhutte

Rauchhutte, Alpe di Siusi a portata di passeggino (e che panorami!)
Rauchhutte e il suo splendido panorama
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: un’ora circa
  • Dislivello: nessuno
  • Difficoltà: facile
  • Punti di ristoro: SI – Hotel Ritsch – Rauchhutte

Sempre da Compatsch, ci avviamo facilmente lungo la strada che conduce sino Saltria, proprio come per gli itinerari precedenti. Assolutamente in piano, superiamo l’Hotel Ritsch, già nostra tappa per la passeggiata a Laranzer Schwaige e superiamo anche il bivio per raggiungerla.

Oltrepassato un boschetto molto rado, in breve, Rauchhutte comparirà dinanzi a noi. Si trova in panoramica posizione proprio prima della discesa verso Saltria e, proprio per questo, regala un panorama su Sassolungo e Sassopiatto davvero incredibile.

Per i nostri bimbi non mancano i giochi (sull’Alpe di Siusi tutto è a loro misura), mentre per mamma e papà è doverosa una sosta culinaria. Il Rauchhutte è un ristoro molto “vecchia maniera” e offre piatti tipici davvero ottimi. Provare per credere!

Leggi l’escursione completa: Alpe di Siusi coi bambini: Rauchhutte, escursione a portata di passeggino


Sattler Schwaige

Malga Sattler Schwaige, col passeggino sull'Alpe di Siusi
La stupenda vista sullo Sciliar da Sattler Schwaige
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: 200 metri
  • Difficoltà: facile – medio
  • Punti di ristoro: SI – Sattler Schwaige

Da Compatsch, invece che proseguire per Saltria come per gli itinerari precedenti, saliamo verso la collina Giogo e gli hotel Panorama e Santner. La strada, dapprima asfaltata, diviene poi sterrata: una volta arrivati sulla “vetta”, dovremo seguire per Laurin Hutte e, successivamente, per Sattler Schwaige.

Una volta giunti al Laurin Hutte (cui protremmo arrivare con deviazione di pochi minuti), la via sarà praticamente pianeggiante e potremo ammirare la bellezza dello Sciliar, qui vicinissimo.

L’ascesa finale non esigerà praticamente alcuna fatica e potremo già avvicinarci alla meta ove, naturalmente, non manca un parco giochi né la possibilità di gustare ottimi piatti tipici. O di fare un delizioso picnic nei prati circostanti!

(Per chi volesse far meno fatica, è presente una seggiovia che, da Compatsch, sale sino all’Hotel Panorama. Si risparmiano così circa 45 minuti e 200 metri di dislivello. Prezzi e informazioni sulla seggiovia panorama: www.seiseralm.it)

Leggi l’escursione completa: Malga Sattler Schwaige in passeggino, coi bambini sull’Alpe di Siusi


Edelweiss Hutte e Almrosenhutte

Sull'Alpe di Siusi col passeggino: coi bambini al Rifugio Edelweiss e Almrosenhutte
Il magnifico laghetto del Rifugio Edelweiss
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: 200 metri
  • Difficoltà: facile – medio
  • Punti di ristoro: SI – Edelweiss Hutte – Almrosenhutte

Come per l’escursione precedente, da Compatsch saliamo verso la collina Giogo e verso l’Hotel Panorama. Ma non ci arriveremo: infatti, poco prima, dovremo voltare verso sinistra lungo il sentiero 7, in direzione Edelweisshutte e Rifugio Molignon.

Una volta arrivati in cima alla collinetta Giogo, il più sarà alle spalle: ora infatti la strada sino all’Edelweiss Hutte è tutta pianeggiante, solo qualche saliscendi di facilissima gestione. E, una volta arrivati a destinazione… Che spettacolo! Un delizioso laghetto (utilizzato come stoccaggio acqua per l’innevamento artificiale) permette a Sassolungo e Sassopiatto di specchiarsi.

Qui, naturalmente, c’è un bellissimo parco giochi e tantissimo spazio per picnic. Ma, come in altri ristori, consigliamo assolutamente di provare un buon piatto tipico: il Rifugio Edelweiss infatti propone ottime zuppe in un ambiente davvero caratteristico.

Volendo, si può continuare per circa altri 20 minuti (con una discesa ripidina, da affrontare poi al ritorno in salita) sino a guadagnare Almrosenhutte, altra caratterstica baita con tantissimi giochi e davvero bella da visitare!

(Per chi volesse far meno fatica, è presente una seggiovia che, da Compatsch, sale sino all’Hotel Panorama. Si risparmiano così circa 45 minuti e 200 metri di dislivello. Prezzi e informazioni sulla seggiovia panorama: www.seiseralm.it)

Leggi l’escursione completa: Sull’Alpe di Siusi: coi bambini al Rifugio Edelweiss e Almrosenhutte


Rifugio Molignon

Rifugio Molignon
Il delizioso Rifugio Molignon, tranquillo e panoramico – © C. Bonacini
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: due ore e mezza circa
  • Dislivello: 250 metri
  • Difficoltà: facile – medio
  • Punti di ristoro: SI – Edelweiss Hutte – Almrosenhutte – Rifugio Molignon

Dai punti d’arrivo dell’escursione precedente (Rifugio Edelweiss e Almrosehutte) si prosegue in salita ancora per circa 30 minuti, aggirando la collinetta Spiegel.

La vista su Sassolungo e Sassopiatto è veramente stupenda, così come tutta quella sull’Alpe di Siusi. E il Rifugio Molignon (m. 2054), con la sua stupenda tranquillità, saprà certamente darvi la possibilità di assaporare un ambiente unico.

Non manca un delizioso parco giochi per bambini né un bello spazio per far divertire i più piccini, con vista davvero speciale, che certamente entrerà nel cuore.

(Per chi volesse far meno fatica, è presente una seggiovia che, da Compatsch, sale sino all’Hotel Panorama. Si risparmiano così circa 45 minuti e 200 metri di dislivello. Prezzi e informazioni sulla seggiovia panorama: www.seiseralm.it)

Leggi l’escursione completa: Alpe di Siusi coi bambini: si va al Rifugio Molignon


Rifugio Alpe di Tires

Rifugio Alpe di Tires: coi bambini dalla Val di Fassa all'Alpe di Siusi
Verso il Rifugio Alpe di Tires e i Denti di Terrarossa
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: tre ore e mezza circa
  • Dislivello: 650 metri
  • Difficoltà: medio – difficile
  • Punti di ristoro: SI – Edelweiss Hutte – Almrosehutte – Rifugio Molignon – Rifugio Alpe di Tires

Se foste particolarmente allenati (e anche i vostri bimbi camminanti, nel caso) e impavidi, potreste anche non fermarvi al Rifugio Molignon, ma proseguire sino a raggiungere uno dei simboli dell‘Alpe di Siusi, il Rifugio Alpe di Tires.

Arrivati dunque al Rifugio Molignon, proseguite lungo il segnavia 7 sino ad arrivare al Passo di Duron, punto nevralgico da cui si potrebbe scendere nell’omonima Val Duron e in Val di Fassa, oppure guadagnare anche il Rifugio Sassopiatto e poi la Val Gardena oppure il Rifugio Friedrich August e nuovamente la Val di Fassa, ma in quota.

Invece, voltando a destra, la ripida salita verso il Rifugio Alpe di Tires (m. 2440) metterà a dura prova le gambe, ma regalerà un’immensa soddisfazione una volta completata. Il vermiglio tetto infatti accompagna nel roccioso mondo del Catinaccio, da cui si potrà partire per altre emozionanti escursioni.

(Per chi volesse far meno fatica, è presente una seggiovia che, da Compatsch, sale sino all’Hotel Panorama. Si risparmiano così circa 45 minuti e 200 metri di dislivello. Prezzi e informazioni sulla seggiovia panorama: www.seiseralm.it)


Giro della Bullaccia

Arnika Hutte
L’Arnika Hutte è un buon punto per mangiare lungo il giro della Bullaccia – © D. Carrara
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: tre ore e mezza circa (percorso ad anello)
  • Dislivello: 400 metri
  • Difficoltà: medio
  • Punti di ristoro: SI – Rifugio Dibaita – Arnika Hutte

Come per tutte le precedenti escursioni, si parte da Compatsch ma, invece che proseguire verso Saltria o dirigersi verso la collinetta Giogo, si gira a destra, si oltrepassa l’abitato di Compatsch e, in buona salita asfaltata, si sale verso il Rifugio Dibaita (Puflatschhutte), ideale per una sosta appetitosa con vista stupenda sullo Sciliar.

Da qui si prosegue seguendo le indicazioni per Arnika Hutte, iniziando così il vero e proprio giro della Bullaccia. In poco più di 45 minuti saremo già  giunti al nostro punto – tappa: possiamo quindi decidere (qualora fosse già l’orario) di fermarci e mangiare, oppure proseguire e saziarci poi con un picnic.

Potremmo chiudere il “giro breve” seguendo il segnavia 14 che, per direttissima, porta alla stazione di monte della telemix in salita da Compatsch (ove si può anche mangiare) oppure compiere il “giro lungo” toccando anche la Hexenbanke, la panca delle streghe.

Dopo aver salutato il punto panoramico della cima della Bullaccia (m. 2174) e la Fill Kreuz, allora perverremo definitivamente agli impianti e, per facilissima via forestale (anche asfaltata) rientreremo infine a Compatsch, chiudendo l’anello.


Escursioni e facili passeggiate sull’Alpe di Siusi Partendo da Saltria

Saltria è, oltre a Compatsch, l’altro agglomerato importante per numero di abitazioni e hotel sull’Alpe di Siusi. Si raggiunge da Compatsch a piedi (un’ora e mezza) oppure anche comodamente con l’autobus e il ticket si acquista direttamente a bordo. E da qui ci sono stupende passeggiate che conducono alla scoperta di altrettanti luoghi mozzafiato!

Rifugio Zallinger

Rifugio Zallinger
Il Rifugio Zallinger in mezzo a verdi prati. Accanto, anche una chiesetta
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: 340 metr
  • Difficoltà: medio
  • Punti di ristoro: SI – Rifugio Tirler – Rifugio Zallinger

Si parte da Saltria e ci si porta velocemente, su strada tranquillissima, sino al Rifugio Tirler (m. 1741) ove, volendo, ci si può anche concedere una pausa.

Dopo, il sentiero si biforca: a destra saliremmo al Rifugio Molignon (che vedremo tra poco) e, volendo, anche al Rifugio Alpe di Tires. Noi invece proseguiamo verso sinistra e, piano piano, iniziamo la nostra ascesa. Quella che stiamo calcando è anche una pista da slittino invernale, quindi non risulta mai troppo pendente (è difatti costante).

Verso la fine usciremo quindi dal bosco e il Rifugio Zallinger (m. 2037) sarà lì a guardarci: ancora pochi passi e sarà conquistato! Prati e pascoli offrono la possibilità di un buon picnic, così come una graziosa terrazza soleggiata richiama per un pranzo tipico. Imperdibile anche la visita alla chiesetta, dove ancora oggi si celebrano le Messe.

(Per chi volesse far meno fatica, è presente una seggiovia che, da Saltria, sale sino a Williams Hutte, proprio sopra il Rifugio Zallinger. Prezzi e informazioni sulla seggiovia Florian: www.seiseralm.it)


Rifugio Molignon

Rifugio Molignon
Il delizioso Rifugio Molignon, tranquillo e panoramico – © C. Bonacini
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: 350 metri
  • Difficoltà: medio
  • Punti di ristoro: SI – Rifugio Tirler – Rifugio Molignon

Stavolta si parte non più da Compatsch, bensì da Saltria e, per la prima parte, l’itinerario è comune a quello per il Rifugio Zallinger. Volteremo quindi a destra (anziché a sinistra) e saliamo abbastanza facilmente lungo la larga forestale sterrata.

Come per il precedente percorso, anche questo in inverno è una pista naturale da slittino e, proprio per questo motivo, non è mai troppo faticoso da affrontare. Ad un certo punto, ignorata la deviazione per il Passo di Duron e la Val di Fassa, mancherà davvero poco: eccoci arrivati!

Volendo, si potrebbe proseguire sino al Rifugio Alpe di Tires (come abbiamo già visto) oppure chiudere un anello rientrando a Compatsch a piedi (o anche terminare l’itinerario da Compatsch scendendo a Saltria). Qualsiasi cosa deciderete, sarà sicuramente perfetta e super-panoramica!


Monte Pana

Panaraida
Il Monte Pana e il Sassolungo visti da Panaraida
  • Passeggino da trekking: SI (ma vista la lunghezza, meglio zaino portabimbo)
  • Tempo di percorrenza: due ore circa
  • Dislivello: -50 metri (si sale però sino a circa 1850 metri per pio riscendere)
  • Difficoltà: facile – medio
  • Punti di ristoro: SI – Saltner Schwaige – Hotel Cenvevades – Sporthotel Monte Pana

Da Saltria imbocchiamo la strada (chiusa al pubblico) contrassegnata con il numero 30 che, in brevissimo, ci permette di raggiungere Saltner Schwaige, luogo ideale per una merenda gustosa (e con tanti giochi per i bimbi).

I lieve ma costante salita, giungeremo a Plan de Cunfin in circa un’oretta dove, oltrepassato il bivio per il Rifugio Zallinger (segnavia 531), inizieremo a scendere per inoltrarci nel territorio della Val Gardena.

Dopo due orette giungeremo così al verdissimo Monte Pana, luogo graziosissimo e ideale per le famiglie con i bambini, con ampi spazi per fare picnic e una vista davvero spettacolare sulle Odle e sull’incombente Sassolungo.

Qui ci si può riposare oppure scegliere di percorrere i due itinerari tematici: Panaraida (giro circolare di un’oretta con tante installazioni e giochi per bambini), oppure Troi Unika, dedicato all’arte e alla contemplazione (sempre ad anello con percorrenza di un’oretta).

Leggi l’articolo completo: Da Monte Pana a Saltner Schwaige, coi bambini tra Val Gardena e Alpe di Siusi
Leggi l’articolo completo: Panaraida, sentiero tematico per bambini e passeggino in Val Gardena


Escursioni e facili passeggiate sull’Alpe di Siusi partendo da Mont Seuc

Mont Seuc è il punto d’arrivo della cabinovia che, da Ortisei, sale all’Alpe di Siusi. Si tratta quindi del “terzo” punto strategico d’accesso all’altopiano, dopo Compatsch e Saltria. E quindi dove possiamo arrivare partendo da qui? Ecco, ci sono così tanti sentieri che è impossibile raccontarveli tutti. Ma una parte… Eccola qui!

Schgaguler Schwaige

Schgaguler Schwaige
Schgaguler Schwaige, col suo panorama, i mille giochi e animali
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: un’ora circa
  • Dislivello: 150 metri
  • Difficoltà: facile
  • Punti di Ristoro: SI – Schgaguler Schwaige – Hotel Sonne

Una volta giunti a Mont Seuc, il panorama sarà davvero favoloso e spazia a 180 gradi dal Sella allo Sciliar, passando per Sassolungo, Sassopiatto e i Denti di Terrarossa.

La passeggiata è tutta in discesa (quindi in salita al ritorno) e consente di ammirare tutte le montagne simbolo dell‘Alpe di Siusi in tutta la loro bellezza. Schgaguler Schwaige si trova proprio al limitare del declivio ed è il paradiso dei bambini: ci sono infatti una miriade di giochi e tanti animali di cui fare la conoscenza.

Camminando ancora un pochino (dieci minuti a esagerare), il piccolo e delizioso laghetto dell’Hotel Sonne poi riesce a conquistare chiunque con i suoi pittoreschi riflessi. E ovviamente c’è tanto, tantissimo spazio a disposizione per far correre e saltare i bimbi!

Leggi l’articolo completoMalga Schgaguler Schwaige, col passeggino sull’Alpe di Siusi


Contrin Schwaige

Contrin Schwaige
Chi non vorrebbe assaggiare qualche buon piatto della Contrin Schwaige?
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: venticinque minuti circa
  • Dislivello: 10 metri
  • Difficoltà: facile
  • Punti di Ristoro: SI – Contrin Schwaige

Sempre da Mont Seuc, si continua facilmente subito a destra lungo la strada forestale che, in breve, diviene più stretta ma comunque percorribile anche con passeggino da trekking.

Si snoda in falsopiano, con qualche salita impercettibile seguita da altrettanto facile discesa, con vista incredibile sullo Sciliar, proprio dinanzi a noi.

Giungi a Contrin Schwaige (m. 2011) sarà necessario portare il passeggino a braccio per superare i pochi scalini che separano dal bel prato circostante, dove i bimbi potranno correre e saltare (o divertirsi nel piccolo paco giochi) e i grandi rilassarsi con un panorama top.

Baita Sanon

Baita Sanon
Baita Sanon è un ottimo punto per giocare e ristorarsi
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: un’ora circa
  • Dislivello: -120 metri (discesa all’andata)
  • Difficoltà: facile
  • Punti di Ristoro: SI – Contrin Schwaige – Baita Sanon

Una volta giunti a Mont Seuc, come per la precedente escursione ci portiamo verso Contrin Schwaige che raggiungiamo (e dove sostiamo, magari per una merenda) e superiamo.

Seguendo le indicazioni, scendiamo ancora un pochino in direzione del vasto pianoro di Siusi ma, prima di arrivarci definitivamente, dovremo voltare per Baita Sanon, dapprima su una larga silvo pastorale e poi in mezzo ad un bel prato (con un po’ di avventura!)

E Baita Sanon, che già abbiamo visto essere accessibile anche direttamente da Compatsch, è davvero un paradiso per i bimbi, con bellissimi prati verdi e tanto spazio per giocare… E una deliziosa terrazza soleggiata aspetta i genitori che volessero concedersi un buon piatto tipico!

Volendo poi, per tornare a Mont Seuc, si potrebbe procedere in direzione Schgaguler Schwaige, a circa 20 minuti di distanza e facilmente raggiungibile col sentiero 6B, per poi chiudere il giro risalendo a Mont Seuc.

Chi non volesse faticare però, potrebbe anche servirsi della seggiovia Zur Sonne situata proprio dietro all’Hotel Sonne: in un attimo si tornerà a Mont Seuc, pronti per il rientro a Ortisei. Prezzi e informazioni sulla seggiovia Zur Sonne: www. seiseralm.it


Escursioni e facili passeggiate a Fiè allo Sciliar

Fiè è uno dei paesi che si trovano ai piedi dello Sciliar ed è il primo che si incontra salendo da Bolzano. Anche da questo paesino è possibile partire per numerose escursioni, tutte assolutamente bellissime!

Laghetti di Fiè

Laghetti di Fiè: magia invernale ed estiva per bambini al cospetto dello Sciliar
I laghetti di Fiè, meraviglia sia estiva che invernale
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: un’ora circa (percorso ad anello)
  • Dislivello: 50 metri
  • Difficoltà: facile
  • Punti di Ristoro: SI – Hotel Waldesee – Volser Weiher

Da Fiè allo Sciliar raggiungiamo facilmente il parcheggio dei laghetti (a pagamento in estate) e, in brevissimo, guadagniamo l’Hotel Waldesee, proprio nei pressi dello specchio d’acqua inferiore. Qui dobbiamo voltare per iniziare il periplo, molto facilmente affrontabile anche col passeggino da trekking, dato che si tratta un percorso pianeggiante.

Sul laghetto inferiore in inverno, se le condizioni lo consentono, vi si può pattinare mentre, in estate, è pure balneabile. Cosa che invece non è il laghetto superiore, artificiale e creato nei sei secoli addietro per irrigare i campi. Ma si può invero camminarvi attorno, sempre anche col passeggino.

Leggi l’articolo completo: Laghetti di Fiè; magia invernale ed estiva per bambini al cospetto dello Sciliar


Tuffalm

Tuffalm, la malga più bella dell'Alto Adige: sotto lo Sciliar coi bambini
Tuffalm, eletta nel 2007 “malga più bella dell’Alto Adige”
  • Passeggino da trekking: SI
  • Tempo di percorrenza: un’ora e un quarto circa
  • Dislivello: 240 metri
  • Difficoltà: facile – medio
  • Punti di Ristoro: SI – Hotel Waldesee – Tuffalm

Come per la precedente escursione, saliamo sino al parcheggio dei laghetti di Fiè e, subito dopo, saliamo impercettibilmente all’Hotel Waldsee per imboccare la corretta strada. Potremmo effettuare una deviazione agli specchi d’acqua oppure tirar dritto lungo la forestale 1B, diretta vero Tuffalm.

La strada, sempre in salita, alterna tratti più pianeggianti ad altri ben più ripidi, mantenendoci però tranquillamente affrontabile col passeggino, seppur con un pochino di fatica.

In un’oretta abbondante giungeremo al piedi dello Sciliar, ove sorge Tuffalm, eletta “malga più bella dell’Alto Adige” nel 2007, con vista stupenda sulla Valle Isarco e le vette del Renon. E con tantissimo spazio per i bimbi: si può correre, saltare e divertrsi nel dleizioso parco giochi!

Leggi l’escursione completa: Tuffalm, la malga più bella dell’Alto Adige: sotto lo Sciliar coi bambini


Escursioni e facili passeggiate da Castelrotto

Castelrotto è uno dei paesini più caratteristici ai piedi dello Sciliar. Con una piazza pedonale graziosissima e tante piccole viuzze tutte da scoprire, è un borgo che va visto e vissuto. Come durante l’avvento, quando i mercatini prendono vita! Ma anche d’estate, momento in cui la frequentazione è massima.

Alpe di Marinzen e Schafstall Hutte

Alpe di Marinzen
La pittoresca Alpe di Marinzen, ideale per i bambini
  • Passeggino da trekking: NO
  • Tempo di percorrenza: venti minuti circa
  • Dislivello: 10 metri
  • Difficoltà: facile
  • Punti di Ristoro: SI – Marinzenhutte e Schafstall Hutte

Dal centro di Castelrotto saliamo, con la seggiovia (davvero antica e per questo incredibile) sino ai 1483 metri dell’Alpe di Marinzen, vero paradiso verde. Qui infatti sembra di essere stati catapultati nel regno di Heidi, con caprette, galline, coniglietti… Tantissimi animali liberi di cui fare la conoscenza.

Ma non solo: infatti ci sono un‘infinità di giochi con cui i bimbi potranno divertirsi a più non posso… Tutto in totale sicurezza e con ampissimi spazi. Con possibilità naturalmente di effettuare picnic oppure di ristorarsi al Marinzen Hutte.

Chi desiderasse anche fare una camminata, potrà raggiungere in poco più di venti minuti (senza passeggino, dato il fondo dissestato) anche Schafstall Hutte (m. 1477), deliziosa baita nel bosco dove mangiare è davvero un’esperienza da provare!

Leggi l’escursione completa: Alpe di Marinzen, verde paradiso per bambini sopra Castelrotto


Mobilità sull’Alpe di Siusi: da sapere

Un tempo sull’Alpe di Siusi si poteva circolare liberamente in macchina. Ora non è più così: l’accesso è infatti consentito alle auto private prima delle 10 e dopo le 17 e si deve parcheggiare necessariamente alla grandissima area sosta di Compatsch (16 euro al giorno).

L’alternativa è utilizzare l‘autobus pubblico (moltissimi sono gli hotel e gli alloggi che forniscono la mobilcard per poterne fruire gratuitamente) oppure servirsi della cabinovia che, da Siusi, permette a tutti di accedere senza alcuna fatica. All’interno del territorio dell’Alpe di Siusi poi, vi sono poi diversi autobus che fanno la spola tra Compatsch e Saltria, il cui ticket però non è compreso nella Mobilcard e va acquistato a parte (a bordo).

Alpe di Siusi
L’Alpe di Siusi è praticamente interdetta alle autovetture

Una possibilità per muoversi senza faticare sull’Alpe di Siusi è servirsi delle caratteristiche carrozze trainate dai cavalli! I “punti di partenza” si trovano a Compatsch (accanto alla casetta informazioni) a Mont Seuc oppure in parecchi rifugi (come Baita Sanon). Il prezzo esposto è “per corsa” e non “per persona” e le località raggiungibili sono praticamente tutte.

Chi alloggia direttamente sull’Alpe poi, potrà raggiungere il proprio hotel previo permesso rilasciato direttamente in località San Valentino (un casello lungo la strada, impossibile non vederlo) e poi tornare a valle in qualsiasi orario il giorno della partenza. Non è invece permesso spostarsi in auto durante il periodo di permanenza, se non entro le 10 e dopo le 17 per arrivare a Compatsch.

Informazioni sulla mobilcard: www.seiser-alm.it

Alpe di Siusi
Sull’Alpe di Siusi ci si può muovere anche con la carrozza trainata dai cavalli

Dove dormire sull’Alpe di Siusi – Hotel e masi

Vi sono tantissime diverse possibilità per soggiornare sull’Alpe di Siusi. L’offerta è molto variegata: si va da hotel lussuosissimi direttamente sull’altopiano e con vista pazzesca sino a sistemazioni più ruspanti ma certamente accoglienti. Ancora, abbiamo splendidi masi e family hotel… Insomma, ce n’è davvero per tutti!

Hotel Cavallino d’Oro – Castelrotto

Hotel Cavallino d'Oro Castelrotto: dalla piazzetta, coccole per tutta la famiglia
L’Hotel Cavallino d’Oro si trova in centro a Castelrotto

Se si vuole soggiornare a Castelrotto, non si può non scegliere il Cavallino d’Oro, proprio affacciato sulla piazza principale! Edificio storico, è gestito dal simpaticissimo Stefan e dalla moglie, che sapranno conquistarvi coi loro sorrisi e consigli.

Ogni stanza è diversa dall’altra e, per i bimbi, è presente una sala con giochi da tavolo. Poco distante dalla strauttura (cinque minuti a piedi) è presente il playground di Castelrotto, delizioso e con vista sulle montagne. Il trattamento è b&b, con una colazione che ricorderete per sempre!

Per saperne di più: leggi caratteristiche e prezzi dell’hotel


Hotel Perwanger – Fiè allo Sciliar

hotel Perwanger
L’Hotel Perwanger è situato in mezzo al verde con vista sullo Sciliar – © Perwanger

A Fiè allo Sciliar noi ci siamo trovati benissimo all‘Hotel Perwanger, in mezzo al verde e con vista strepitosa sullo Sciliar. Per i bimbi ha una sala giochi interna che ci è piaciuta moltissimo (con i parquet di una volta, inchiodati: una meraviglia) e tanto spazio esterno.

Una piscina completa l’offerta per l’ospite mentre il cibo è davvero buono: la proposta è mirata e ciascun piatto saprà certamente conquistarvi con l’amore e la maestria con cui è stato preparato.

Per saperne di più: leggi caratteristiche e prezzi dell’hotel


Hotel Ortler – Siusi

Siusi allo Sciliar
L’Hotel ortler si trova nella frazioncina di San Valentino, con stupendo panorama

Situato lungo la strada che da Siusi conduce all’Alpe, è una vera chicca con panorama pazzesco sullo Sciliar. Le camere sono confortevoli e, all’esterno, c’è una bella area giochi per i più piccini. All’interno, la possibilità di usufruire di giochi da tavolo.

La sala da pranzo è assolutamente panoramica e con grandi vetrate e, in più, la fermata dell’autobus si trova proprio fuori dalla struttura. Molto comoda quindi per partire alla scoperta dell’altopiano più grande d’Europa!

Per saperne di più: leggi caratteristiche e prezzi dell’hotel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.