Karlsbaderhutte: escursione nella splendida bellezza delle Dolomiti di Lienz

Karlsbaderhutte

L’Osttirol è una delle regioni più belle del Tirolo. Si trova proprio poco dopo il confine di Prato alla Drava (a una manciata chilometri da San Candido) e offre splendide passeggiate, panorami da sogno e rifugi suggestivi. Il suo “capoluogo” è Lienz e proprio sopra Lienz vi vogliamo portare oggi per una camminata incredibile: arriveremo al Karlsbaderhutte, un ristoro immerso nel roccioso mondo delle Dolomiti austriache.

  • Località di partenza: Dolomitenhutte
  • Parcheggio: alla località di partenza – Parkplatz Dolomitenhutte
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: https://goo.gl/maps/92QYvWzzHrgm4UrY6
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino da trekking non possibile)
  • Tempo medio: due ore e 30 minuti andata – due ore e 15 minuti ritorno
  • Difficoltà: medio
  • Dislivello: 630 metri – Dolomitenhutte m. 1629 – Karslbaderhutte m. 2261
  • Tipologia di percorso: classica forestale dapprima in piano e poi in buona salita intervallata da scorciatoie su ripido sentierino

Karlsbaderhutte: come arrivare, da dove partire e dove parcheggiare

Una volta giunti a Lienz (cittadina di cui vi consigliamo senz’altro una visita), proseguite seguendo le indicazioni per il Tristachersee (che è anche balneabile, qualora voleste fare un salto post trekking).

Non lo raggiungerete però: infatti dovrete proseguire per il Dolomitenhutte lungo la strada asfaltata a pagamento (8 euro), ripida ma abbastanza larga. Poco prima d’arrivarci, noterete l’ampio parcheggio: lasciate l’autovettura e inforcate zaino e scarponi!

Indicazioni parcheggio Google Maps: https://goo.gl/maps/KiNJkWYv1gRZwqh57 

Il magnifico Laserzsee dietro al Karlsbaderhutte

Karlsbaderhutte: si parte dal Dolomitenhutte (strada a pagamento), sopra il Tristachersee 

Una volta raggiunto il posteggio, dovrete subito imboccare la larghissima e pianeggiante forestale che, in meno di cinque minuti, vi permetterà di guadagnare il Dolomitenhutte (m. 1629), situato in posizione veramente suggestiva. Si trova infatti letteralmente appoggiato su di uno sperone roccioso a guardia delle Dolomiti di Lienz!

Dolomitenhutte
Il Dolomitenhutte a guardia delle Dolomiti di Lienz
Karlsbaderhutte
Pronti per iniziare la passeggiata, dapprima pianeggiante

Sì perché le Dolomiti non si trovano solo in Italia, ma anche nei dintorni di Lienz abbiamo questa presenza rocciosa: guglie, pinnacoli, creste… E in questa passeggiata potrete senz’altro fare il pieno di cotanta bellezza! Nulla infatti da invidiare alle celeberrime Dolomiti di Sesto a pochissima distanza.

Ma torniamo al nostro trekking!
Una volta superato il Dolomitenhutte, la via rimane comunque tranquilla e pianeggiante. Ci si addentra un bosco veramente delizioso, che certamente aiuta nelle calde giornate estive donando un pochino di refrigerio.

Per arrivare al Karlsbaderhutte ci vogliono circa 2,30 ore
Karlsbaderhutte
Il paesaggio è veramente bucolico e stupendo

La via per il Karlsbaderhutte non si può fare col passeggino e supera 630 metri di dislivello

Si prosegue senza fatica alcuna sino ad incontrare (sulla sinistra) la cappelletta Gendenkkappelle, molto carina anche da visitare, dove idealmente termina il primo tratto. Infatti il pianoro finisce e, d’ora in avanti, la via sarà tutta in salita.

Arrivati alla Gendenkkappelle, la salita inizia a farsi sentire
Karlsbaderhutte
Piacevoli incontri lungo la via

Continuiamo quindi su forestale sino a trovare una scorciatoia ben indicata: ovviamente la pendenza, seguendola, aumenta considerevolmente, ma si risparmia parecchia strada. Il nostro consiglio è quindi di intraprenderla, magari riservandosi la discesa più facile al rientro.

In effetti il taglio è ben ripido e mette a dura prova il fiato: pian piano però, passo dopo passo, l’ascesa viene compiuta e ci si ritroverà decisamente più in alto rispetto alla partenza. Ma anche con una buona dose di freschezza in meno!

Karlsbaderhutte
Al Karlsbaderhutte si può arrivare percorrendo sia la forestale che alcune scorciatoie
Karlsbaderhutte
Le scorciatoie sono decisamente ripide!

Al Karlsbaderhutte si può salire sia tramite forestale (più lunga) che seguendo diverse ripide scorciatoie

Si incrocia quindi nuovamente la forestale ma solo per un attimo: bisogna infatti proseguire nuovamente su di una scorciatoia. Anche questa ci aiuterà a superare parecchia quota, facendoci ritrovare in alto dopo (relativamente) poco tempo.

Karlsbaderhutte
Mano a mano che si sale, lo spettacolo aumenta
Ammirare il panorama è veramente d’obbligo

La silvo-pastorale ci attende per una ulteriore pausa in attesa dell’ultimo taglio, che ci porterà definitivamente fuori dal bosco per farci ammirare la bellezza delle Dolomiti di Lienz in tutto il loro spettacolo… Una volta concluso il sentierino, la forestale non sarà più da abbandonare.

Il Karlsbaderhutte ancora non si vede ma basterà proseguire facilmente in piano per non più di 5 minuti che lo si vedrà svettare dallo sperone roccioso su cui è posto: non manca ormai più di mezz’ora.

Terminate le scorciatoie, il Karlsbaderhutte è solo a mezz’oretta
Karlsbaderhutte
E infine lo si vede, piccolo piccolo che ci attende

Per arrivare al Karlsbaderhutte ci vogliono circa due ore e mezza

Vedete staccarsi un altro tracciato che lo raggiunge, ma ignoratelo: giunti a questo punto, la via più facile è proprio la forestale, comoda e larga. E inizia anche il tratto più bello e spettacolare: nulla a che invidiare alle più famose e blasonate Dolomiti di Sesto, a pochi chilometri da qui.

Karlsbaderhutte
Il Karlsbaderhutte giace adagiato in una valle strepitosa
Karlsbaderhutte
Camminare qui è come passeggiare in un paradiso terrestre

L’anfiteatro roccioso è qualcosa di sublime e la via sembra proprio volerci condurre ad ammirare le Dolomiti di Lienz da varie prospettive. Siamo certi che non potrete non innamorarvi di questa meraviglia!

Come vi abbiamo anticipato, in circa mezz’ora la meta, il Karlsbaderhutte (m. 2261) sarà conquistato: prima d’arrivarci però, non perdetevi lo strepitoso laghetto Laserzsee alle sue spalle… Acqua veramente caraibica (ma con tutt’altra temperatura) vi attende per offrirvi un quadro che pare uscito dalla sapiente mano di un pittore.

Karlsbaderhutte
Una bellezza che lascia senza parole
Karlsbaderhutte
L’ultimo sforzo è sempre quello che arreca più fatica!
Però poi quando si arriva al Laserzsee… Che meraviglia! © Il Milanese Tirolese

Il Karlsbaderhutte è immerso nelle strepitose Dolomiti di Lienz

Il Karslbaderhutte è un rifugio molto accogliente e meta, ogni giorno, di innumerevoli escursionisti: è infatti molto semplice da raggiungere (mettendo in conto un po’ di fatica) e regala emozioni davvero pazzesche. Fermatevi poi a mangiare: i piatti sono essenziali ma ben curati e gustosi.

Dopo il giusto relax, saremo poi pronti per rientrare: a questo punto potete servirvi sempre della forestale evitando i tagli. Le gambe ringrazieranno e potrete quindi passeggiare senza pensieri godendovi lo strepitoso panorama.

Il panorama dal Karlsbaderhutte è veramente incredibile
Karlsbaderhutte
Il Laserzsee merita davvero una visita
Non dimenticate una buona mangiata!

Karlsbaderhutte: orari di apertura, contatti e informazioni utili

Karlsbaderhutte
Itinerario per Karlsbaderhutte – Geoflyer Europe 3D Maps

Altre idee interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 + 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.