Staudenbergalm, la bellezza nascosta della Val Ridanna

Staudenbergalm

La Val Ridanna è una lunga e stretta valle che, da Vipiteno, s’incunea verso le Alpi dello Stubai. Le sue alte cime la rendono meravigliosa e quasi all’apparenza inaccessibile. Ma invece ci sono tantissimi e facili sentieri che permettono d’arrivare in luoghi meravigliosi: oggi vi porteremo a calcare uno di questi! Infatti, proprio sopra Masseria, raggiungeremo Staudenbergalm immersi in paesaggi da sogno, verdi prati e vette appuntite. Seguiteci!

  • Località di partenza: Bergl
  • Parcheggio: alla località di partenza (piccolissimo, gratuito)
  • Indicazioni parcheggio Google Maps: Bergl
  • Mezzi utilizzati: zaino portabimbo (passeggino da trekking non possibile)
  • Tempo medio: due ore e mezza circa andata – due ore ritorno
  • Difficoltà: medio
  • Dislivello: 550 metri – Bergl m. 1568 – Staudenbergalm m. 2100
  • Tipologia di percorso: classica forestale in lieve salita sino a Martalm e poi tratti più ripidi sino all’erta finale

Staudenbergalm: come arrivare e da dove partire

Per arrivare al nostro punto di partenza dovremo raggiungere quasi la fine della Val Ridanna, ossia il paesino di Masseria. Appena vedremo lo Schneeberg Family Resort, sarà necessario imboccare la stretta viettina che passa tra due suoi edifici, seguendo le indicazioni per Bergl.

Subito, volteremo a sinistra e proseguiremo lungo la carreggiata che costeggia splendidi prati e che sale, poco dopo, inoltrandosi nel bosco. Dobbiamo continuare sino alla fine, guadagnando un piccolo spiazzo ove è presente il maso Jorglerhof e dove vi sono una manciata di posti auto.

Qualora non ve ne fossero di liberi, scendete un pochettino sino allo slargo della strada e, a lato, potrete spegnere il motore e iniziare la passeggiata.

Indicazioni parcheggio Google Maps: Bergl

Staudenbergalm
Staudenbergalm è una chicca tutta da scoprire

Per arrivare a Staudenbergalm si parte da Bergl e ci vogliono due ore e mezza. Senza passeggino

Dopo aver lasciato la nostra auto, ci incamminiamo pian piano sulla forestale che, da Bergl, s’introduce verso il bosco in direzione delle alte montagne che, però, ancora non si notano.

Bergl - Masseria
Il pittoresco paesaggio dal Maso Jorglerhof
Bergl - Masseria
Si inizia in lieve pendenza da Bergl – Masseria

Infatti tutto ciò che ammiriamo ora è il magnifico verde dei prati, degli alberi, nonché il borbottante torrente che scorre fragoroso alla nostra sinistra. La via è, per ora, molto semplice, e possiamo anche rilassarci dal momento che la pendenza è decisamente moderata.

Ad un certo punto un ponte ci permetterà di passare al di là del rio: poco dopo, un tornante ci farà alzare di quota e inizieremo a vedere sempre meglio le alte cime della Val Ridanna.

Staudenbergalm
Si cammina lungo un sentiero molto facile
Staudenbergalm
Il torrente accanto a noi borbotta felice
Staudenbergalm
Dopo due tornanti, ci saremo alzati un pochino di quota

Sulla strada per Staudenbergalm si incontra Martalm dopo 45 minuti, malga ideale per le famiglie con bambini

Ignorato il bivio con un’altra forestale (che condurrebbe a Obere Gewingesalm), un ulteriore tornante ci immette in un lungo rettilineo (pianeggiante) che, in breve, ci farà notare, da lontano, la sagoma di una casetta. Siamo già arrivati? Ma no, siamo solo a Martalm!

Martalm
Ecco Martalm, nella stupenda Staudenbergtal
Martalm
Il paesaggio a Martalm è veramente bucolico e rilassante

Martalm (m. 1735) è una splendida malga in posizione assolutamente idilliaca e ideale per le famiglie con i bambini. Se ci si volesse fermare qui, si potrebbe giungervi anche col passeggino.

Vanta un delizioso parco giochi, tanti animali di cui fare la conoscenza e anche uno specchio d’acqua con le ochette! Insomma, tutto ciò che serve per far la felicità dei bambini.

Martalm
Martalm è la meta ideale per una facile escursione in famiglia
Martalm
Un piccolo specchio d’acqua permette alle ochette di giocare

Il dislivello da superare per arrivare a Staudenberg Alm è di oltre 500 metri e dopo Martalm non c’è più bosco

Ma noi decidiamo che ci fermeremo poi qui, al rientro: ora ci separano ancora più di 350 metri di dislivello da Staudenbergalm, la nostra meta di oggi. Che è quasi sopra di noi, sopra la grande parete verdeggiante alla nostra destra.

Martalm
Da Martalm saliamo ancora lungo la forestale
Staudenbergalm
Dopo Martalm, la via si fa sicuramente più pendente

E quindi, gambe in spalla!
Attraversiamo nuovamente il torrente e ci portiamo sulla sua sinistra orografica. Da qui in avanti niente più bosco ma solo prati e pascoli a perdita d’occhio: l’ambiente naturale è davvero grandioso, uno dei più belli. Sembra di essere in Scozia, non tra le nostre montagne!

La via, sino a Martalm molto poco pendente, aumenta la sua ripidezza e, con lei anche la nostra fatica. Ma non temete: la bellezza del paesaggio mitica certamente il nostro sforzo… Ci fermeremo mille volte e fotografare ed ammirare.

Staudenbergalm
Incontriamo anche gli yak
Staudenbergalm
Svariate cascatelle lungo il percorso

Si cammina in un ambiente naturale bellissimo, fatto di prati e pascoli 

Dopo aver superato un paio di balzelli rocciosi con tanto di cascatelle, un ponte ci farà passare nuovamente sull’altra riva del torrente. Qui iniziamo ad incontrare le mucche, che ci terranno compagnia praticamente sino alla meta.

Staudenbergalm
Il paesaggio è veramente incredibile
Marmotta
Pronti ad avvistare le marmotte?

L’anfiteatro dello Staudenberg (m. 2620) e del Tallone Grande (m. 2669) ormai compare alla fine della valle e ci separa dalle Valle di Racines. Se idealmente potessimo forarle, arriveremo diretti a Klammalm, ultima tappa del Sentiero delle malghe di Racines.

Tra un fischio di una marmotta e il muggito di qualche mucca, arriveremo poi al tornante finale, quello che ci immette sull’ultimo tratto, il più tosto e “in piedi“.

Staudenbergalm
Non mancano anche i sentieri più impegnativi verso Racines
Staudenbergalm
Le mucche ci tengono compagnia

A Staudenbergalm si può naturalmente mangiare e il panorama è grandioso

Ormai Staudenbergalm la vediamo lassù, che ci attende fiduciosa: dobbiamo fare appello a tutte le forze che ci sono rimaste e iniziare pian piano a salire. Dopo oltre due ore di camminata, seppur in un ambiente splendido, le gambe cominciano ad invocare una pausa a gran voce!

Staudenbergalm
La salita finale a Staudenbergalm è una “mazzata”
Staudenbergalm
Ma poi una volta lassù, si viene ampiamente ricompensati

Ma non temete: ormai Staudenbergalm (m. 2100) è conquistata!
Qui sembra proprio di essere in cima al mondo. Il panorama è veramente arioso e bellissimo. e non incontrerete mai tanta gente, neppure nei periodi di maggior affollamento.

Naturalmente, dopo tanto affanno, mangiare è d’obbligo: come in ogni ottima malga che si rispetti, il tagliere di salumi non può mai mancare, ma nemmeno un ottimo piatto tipico a base di prodotti locali. E le forze si recupereranno in un batter d’occhio.

Staudenbergalm
A Staudenbergalm naturalmente non si può non mangiare!
Staudenbergalm
E ci si può rilassare dopo tanta fatica

Da Staudenbergalm si può anche raggiungere Moarerberg Alm e la Lazzacher Tal

Da qui si potrebbe proseguire per Moarerberg Alm (m. 2134) già in Lazzacher Tal e dove iniziano le lunghissime gallerie che conducono al Rifugio Monteneve, già in Val Passiria. Sarebbe un giro davvero splendido e si potrebbe poi rientrare a Masseria passando anche per Stadlalm… Ma bisognerebbe partire molto presto alla mattina ed essere anche mentalmente preparati.

Noi, per oggi, dopo già due ore e mezza di camminata, ci sentiamo assolutamente soddisfatti e, dopo il giusto riposo, riprendiamo la via per tornare alla macchina. Ma ci fermeremo senz’altro a Martalm a giocare un pochino e a fare merenda: i bambini ne saranno entusiasti.

Staudenberg Alm: orari d’apertura e informazioni utili

  • Staudenbergalm è aperta dal 20 giugno al 20 settembre (da verificare)
  • telefono: 349 – 366.45.32
    .
  • Martalm è aperta dal 20 maggio al 20 ottobre (da verificare)
  • telefono: 348 – 913.60.33
Itinerario per Staudenbergalm
Itinerario per Staudenbergalm – Geoflyer Europe 3D Maps

Dove dormire in Val Ridanna

Non possiamo che consigliarvi lo Schneeberg Family Resort: il nostro hotel preferito in questa zona! Un vero paradiso per i bambini, che hanno a disposizione un grande e organizzatissimo miniclub, un parco acquatico davvero spettacolare (con pure gli scivoli chiusi) e un giardino sterminato con anche minigolf, mini zoo, tappeti elastici e molto altro.

Soggiornando allo Schneeberg si ha la possibilità di effettuare questa escursione tranquillamente a piedi, ma non solo: moltissime altre sono a disposizione e vi si arriva senza mai muovere la macchina.

Per saperne di più: leggi informazioni e prezzi

Hotel Schneeberg
Chi ha voglia di provare gli scivoli?

Altre escursioni interessanti in Val Ridanna:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.